Formula 1
02 lug
-
05 lug
Evento concluso
09 lug
-
12 lug
Prove Libere 1 in corso . . .
MotoGP
17 lug
-
19 lug
Prossimo evento tra
6 giorni
G
GP di Andalusia
24 lug
-
26 lug
Prossimo evento tra
13 giorni
WRC
21 mag
-
24 mag
Evento concluso
16 lug
-
19 lug
Postponed
WSBK
G
Donington Park
03 lug
-
05 lug
Postponed
31 lug
-
02 ago
Prossimo evento tra
20 giorni
Formula E
05 giu
-
06 giu
Evento concluso
G
ePrix di Berlino I
05 ago
-
05 ago
Prossimo evento tra
25 giorni
WEC
13 ago
-
15 ago
Prossimo evento tra
33 giorni
GT World Challenge Europe Sprint
07 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
27 giorni
11 set
-
13 set
Prossimo evento tra
62 giorni
GT World Challenge Europe Endurance
04 set
-
06 set
Prossimo evento tra
55 giorni

David Ferrer è morto dopo l'incidente nell'Historic F1 a Zandvoort

condivisioni
commenti
David Ferrer è morto dopo l'incidente nell'Historic F1 a Zandvoort
Tradotto da: Franco Nugnes
7 set 2017, 15:53

Il francese di 61 anni non ha superato i postumi dell'incidente di domenica a Zandvoort con la March 701 ed è deceduto nell'ospedale di Amsterdam. Per l'ingegner John Gentry si è trattato di uno dei più brutti incidenti visti nella sua lunga carriera.

David Ferrer non ce l’ha fatta: il pilota francese è deceduto dopo le ferite riportate nell’incidente che si è verificato al Gran Premio di Zandvoort Storico nello scorso fine settimana.

Il conduttore 61enne si era schiantato con la sua March 701 durante il FIA Masters Historic F1 che si è disputato sul circuito olandese sabato scorso: le condizioni di David sono parse subito molto gravi ai soccorritori: i medici di pista hanno dovuto rianimarlo prima di trasportarlo all’Ospedale di Amsterdam.

La Federazione Internazionale ha emesso un comunicato giovedì: "La FIA si rammarica di dover dare la triste notizia che il pilota David Ferrer non ha sopportato le ferite patite nell'incidente a Zandvoort. La Federazione porge le sue condoglianze alla famiglia e agli amici di Ferrer in questo momento difficile".

Il britannico Paul Tattersall che era dietro a Ferrer con la sua Ensign N189 è riuscito a evitare il relitto della March 701: “Ho avuto un decimo di secondo per decidere se andare a destra o a sinistra – ha spiegato Tatterall molto scosso – e grazie al cielo per istinto sono andato dalla parte giusta perché sono riuscito a evitare l’impatto con David”.

John Gentry, tecnico addetto alle verifiche, ha avuto modo di elogiare il lavoro esemplare che sarebbe stato condotto dai commissari e dai medici subito giunti per soccorrere Ferrer, ma l’esperto ingegnere ex March, Shadow, ATS, Tyrrell, Toleman, Brabham e Alfa Romeo non aveva mai visto un incidente più cruento nella sua lunga carriera in F.1.

Jack Benyon and Marcus Pye

David Ferrer, March701
David Ferrer, March701

Photo by: Jeff Bloxham / LAT Images

Prossimo Articolo
Fredy Lienhard: pilota, collezionista e mecenate

Articolo precedente

Fredy Lienhard: pilota, collezionista e mecenate

Prossimo Articolo

All'asta la Ferrari di Villeneuve del "record" Montecarlo-Maranello

All'asta la Ferrari di Villeneuve del "record" Montecarlo-Maranello
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Vintage