Michael Dunlop è il nuovo "King of the Mountain"

Oggi ha riportato la BMW alla vittoria nel Senior TT, chiudendo l'edizione 2014 con quatto vittorie

Michael Dunlop è il nuovo "King of the Mountain"
Il Tourist Trophy ha trovato un nuovo "King of the Mountain" nell'edizione 2014 e si tratta di uno degli eredi della famiglia Dunlop: Michael. E dire che il figlio e nipote d'arte in teoria non avrebbe neppure dovuto essere della partita, visto che al termine della passata edizione, nella quale aveva già ottenuto quattro successi, aveva annunciato la sua intenzione di prendersi un anno sabbatico dall'isola di Man. Proposito che però è stato messo da parte quando si è presentata l'opportunità di andare a caccia del suo primo successo nel Senior TT in sella ad una BMW, tra le altre cose gestita da una squadra di sua proprietà. Ebbene, oggi il 25enne ha portato a termine la sua missione, prendendosi la sua 11esima affermazione al TT e riportando alla Casa tedesca un successo nella gara più importante nell'isola di Man che le mancava da diversi decenni. Approfittando anche delle condizioni fisiche precarie di John McGuinness, anche quest'anno "Micky D" si è portato a casa quattro affermazioni nella settimana di gara, aggiungendo quella di oggi a quelle già arrivate nei giorni scorsi nel Dainese Superbike, nella Superstock e nella seconda gara della Supersport. Tuttavia, oggi per lui non è stato affatto facile imporsi, nonostante sia stato anche autore del nuovo record sul giro in gara del Senior TT, riuscendone a completare uno dei sei in programma alla media di 131,668 miglia orarie (regge quindi il record assoluto dell'edizione 2014 realizzato da Bruce Anstey durante il Dainese Superbike, 132,298 miglia orarie). Nelle prime fasi è stato il fratello William a dargli fastidio, ma poi è caduto nel corso del terzo giro, molto probabilmente incappando anche in una frattura ad una gamba. A quel punto è emerso Conor Cummins come sua principale minaccia e nel penultimo giro è riuscito anche a ridurre a soli 7" il ritardo della sua Honda dalla BMW del battistrada. Nella tornata conclusiva però Dunlop gli ha fatto capire piuttosto chiaramente che non ci sarebbe stato nulla da fare e alla fine si è presentato sul traguardo con un vantaggio di 14". Sul gradino più basso del podio poi è salito Guy Martin, che anche quest'anno quindi ha mancato l'appuntamento con la vittoria con la sua Suzuki. Anche per Anstey l'unica consolazione resterà quella del nuovo record del Mountain Course, visto che oggi non è riuscito a fare meglio del quarto posto, davanti a James Hillier e John McGuinness, relegato quest'anno ad un ruolo da comprimario dall'infortunio al polso destro, ma con almeno all'attivo la vittoria nel TT Zero con la Mugen. Spazio nella top ten poi per Joshua Brookes, Dan Kneen, Michael Rutter e David Johnson, mentre l'italiano Stefano Bonetti si è piazzato al 20esimo posto.

Tourist Trophy 2014 - Senior TT - Classifica finale

condivisioni
commenti
Primo centro di Dean Harrison nel Lightweight TT

Articolo precedente

Primo centro di Dean Harrison nel Lightweight TT

Prossimo Articolo

Guy Martin testimonial Dainese al Motor Bike Expo

Guy Martin testimonial Dainese al Motor Bike Expo
Carica commenti