Bruce Anstey mattatore in SBK e Supersport

Nella Superstock invece è stato David Johnson a realizzare il miglior crono nelle prove di ieri

Bruce Anstey mattatore in SBK e Supersport

La giornata di ieri è stata resa nefasta dalla scomparsa di Franck Petricola, ma ci sono stati anche i primi riferimenti importanti per quanto riguarda l'edizione 2015 del Tourist Trophy. Nella classe regina, la Superbike, il più veloce è stato Bruce Anstey, che con la sua Honda del Team Padgetts ha chiuso il con una media di 128,641 sul Mountain Cours.

Nella sua scia però è vicinissimo John McGuinness, che ha toccato le 128,596 miglia orarie con la sua Honda. Oltre alle 128 miglia c'è anche Ian Hutchinson, che con la sua Kawasaki della Paul Bird Motorsport si è tolto la soddisfazione di risultare il più veloce alla Speed Trap toccando le 192,3 miglia orarie.

Continuando a scorrere la classifica, in quarta posizione troviamo Guy Martin con BMW della Tyco davanti a Conor Cummins e Michael Rutter. La schiera di quelli che hanno almeno sfondato il muro delle 127 miglia si completa con la Kawasaki di Gary Johnson, mentre stupisce vedere solamente in 13esima posizione il mattatore della scorsa edizione Michael Dunlop.

Anstey si è preso la vetta della classifica anche nella Supersport, nella quale ha fatto davvero una grande differenza, spingendo la sua Honda fino a 125,218 miglia orarie e in questo modo ha distanziato di quasi 20" il diretto inseguitore Guy Martin, che in questo caso invece è in sella ad una Triumph. La top five poi si completa con Gary Johnson, William Dunlop e Russ Mountford. Anche in questa classe Michael Dunlop non è andato oltre al sesto tempo, pur avendo fatto comunque meglio rispetto alla SBK.

Nella classe Superstock è stato invece David Johnson a svettare, risultando l'unico oltre le 125,182 miglia orarie con la sua BMW. Michael Rutter, pure lui su BMW, è comunque poco distante, perché paga un paio di secondi, tallonato dalla Honda di Jonh McGuinness e dall'altra BMW di Guy Martin. Anstey in questo caso invece è solamente nono.

Per quanto riguarda i sidecar, si è assistito ad un domino assoluto della coppia Holden/Sayle, che alla media di 112,781 miglia orarie ha distanziato di quasi 25" il diretto inseguitore Dave Molyneux.

TT 2015 - Superbike - Prove del 3 giugno

TT 2015 - Supersport - Prove del 3 giugno

TT 2015 - Superstock - Prove del 3 giugno

condivisioni
commenti
Il TT 2015 ha già fatto una vittima: Franck Petricola

Articolo precedente

Il TT 2015 ha già fatto una vittima: Franck Petricola

Prossimo Articolo

Ian Hutchinson sfonda il muro delle 130 miglia orarie

Ian Hutchinson sfonda il muro delle 130 miglia orarie
Carica commenti