Il varesino Crugnola si impone al Rally del Salento

Il varesino Crugnola si impone al Rally del Salento

Con il secondo posto Albertini rimane in testa alla classifica e comanda anche quello dell'Italiano Junior

Settantadue anni in tre. E’ la somma degli anni di Andrea Crugnola, Stefano Albertini e Fabrizio Ferrari, i tre giovanissimi gladiatori che hanno conquistato il difficile podio del 44° Rally del Salento, secondo appuntamento del Trofeo Clio R3 Top e del terzo round del Campionato Italiano Junior. All’appello manca lo sfortunatissimo Andrea Torlasco che, dopo aver comandato per due terzi la gara, è stato prima rallentato da un affaticamento dei freni e poi, un apparente innocuo testacoda in un campo, si è trasformato in un incendio causato dalla temperatura del catalizzatore che a contatto dell’erba secca ha innescato le fiamme. Il Salento era partito giovedì sera con la prova spettacolo nel kartodromo La Conca, dove a staccare il miglior tempo erano stati Torlasco-Brega (Balbosca), davanti ad Albertini-Fenoli (Gima), Crugnola-Turatti (Borrelli) e Ferrari-Lamonato (Ferrari Motors). Dunque bastavano i primi 4 km a prevedere che i giovanissimi Trofeisti non si sarebbero risparmiati. Venerdì sei prove, due da ripetere tre volte, con Torlasco sempre molto veloce e il “vecchio” esperto Bizzarri in rimonta. Tra i ritiri illustri Simone Campedelli (Rubicone Corse), che doveva rinunciare a difendere la prima posizione nel Campionato Italiano Junior per la rottura della cinghia dei servizi, Marco Asnaghi (Pini), Bosca (Balbosca) e Barbara Lencioni (Ulivieri). Bosca, risolto il problema elettrico, riparte il giorno dopo con la formula superally per fare esperienza, aggiudicandosi anche una prova sabato. La tappa si concludeva come sempre con una classifica molto “corta” con i primi sei Trofeisti in soli 50”, nell’ordine: Torlasco, Bizzarri a 14”, Albertini a 15”, Crugnola a 25,8”, Ferrari 47,1” e Gianfico (Rubicone Corse) 50,8”. Diciotto Clio R3 ripartivano sabato mattina per le ultime 5 prove speciali, compresa la breve prova numero 10 ripresa in diretta alle ore 12.50 su Rai Sport 1. Partenza con il piede destro molto pesante da parte di Crugnola che si aggiudicava i primi due tratti cronometrati salendo al comando, favorito anche dai problemi ai freni di Torlasco. Nel frattempo usciva di strada Bizzarri, lasciando via libera agli inseguitori. Albertini provava ad attaccare Crugnola ma si doveva accontentare del secondo posto, come Ferrari del terzo. Colpo di scena nell’ultima prova con lo stop di Torlasco, che come abbiamo detto in precedenza doveva ritirarsi a causa del fuoco innescato dall’impianto di scarico rovente della sua Clio, scivolata in un campo di arbusti secchi. Le fiamme avvolgevano la sua vettura mentre l’equipaggio, uscito prontamente cercava invano di spegnere l’incendio senza riuscirci. Prova sospesa e tempo in posto con il congelamento della classifica assoluta. Crugnola e Turatti, 15° assoluti nella generale, andavano così a vincere la loro prima gara del Trofeo Clio R3 Top e la classe nel Campionato Italiano Junior. Albertini secondo, confermava la testa nel Trofeo Clio R3 Top oltre alla vetta nel Campionato Italiano Junior e nella Coppa CSAI 2 Ruote motrici. TROFEO CLIO R3, Rally del Salento, 18-19/06/2010 Classifica finale 1. Andrea Crugnola-Giulio Turatti (J) 1h34’44”4 2. Albertini-Fenoli (J) a 21”5 3. Ferrari-Lamonato (J) a 38”0 4. Gianfico-Michelet a 1’18’4 5. Campana-De Castelli (J) 1’42”9 6. Dallavilla-Rocco a 2’07”9 7. Tognozzi-Cicognini a 2’17”8 8. Ghegin-Passeri a 2’28”7 9. Ferrarotti-Del Barba a 2’30”1 10. Rizzello-Sergi a 2’44”9 11° Pisacane-Invidia a 3’59”5 12° Rossi-Busseni 8’08”2 La classifica del campionato: 1. Stefano Albertini 215; 2. Ferrari 185; 3. Crugnola 145; 4. Campedelli 105; 5. Gamba e Dallavilla 100; 7. Gianfico 85; 8. Ferrarotti 80; 9. Asnaghi e Campana 65; 11. Tognozzi 45; 12. Ghegin 35; 13. Botta 25; 14. Giordano e Rizziello 15. La classifica del Campionato Italiano Junior: 1. Stefano Albertini (Renault Clio) 48 punti; 2. Crugnola (Renault Clio) 46; 3. Campedelli (Renault Clio) 36; 4. Cesa (Citroen C2) e Brunello (Ford Fiesta) 28; 6. Ferrari (Renault Clio) 24; 7. Costantino (Ford Fiesta) 18; 8. Bossalini (Ford Fiesta) 14; 9. Torlasco (Renault Clio) e Campana (Renault Clio) 10; 11. Bosca (Renault Clio) 2.
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Trofei Clio R3T
Articolo di tipo Ultime notizie