Vernay si esalta fra i muretti di Singapore e centra una grande pole

Jean-Karl Vernay non ha avuto rivali nelle qualifiche di Singapore, rifilando 0"5 a Morbidelli e Homola. Comini è quarto davanti ad P.Oriola, Nash settimo. Gleason in pole per Gara 2, Fulin 12° con la Alfa.

Jean-Karl Vernay si conferma in piena forma e conquista la sua prima pole position nelle qualifiche della TCR International Series andate in scena a Singapore.

Sul circuito di Marina Bay il francese della Leopard Racing era già stato il più rapido durante le prove libere di ieri; oggi ha piazzato la sua Volkswagen Golf Gti in vetta alla classifica con un gran tempo di 2'24"511, abbassando di 2" il crono della pole 2015.

A mezzo secondo da Vernay troviamo la Honda Civic di Gianni Morbidelli (2:25.016) e la SEAT León di Mat’o Homola (2:05.019), separate da soli 3 centesimi.

Stefano Comini (2:25.115), Pepe Oriola (2:25.436) e James Nash (2:25.899) occupano le posizioni numero 4, 5 e 7 della classifica, con Dušan Borković (2:25.629) che si inserisce al 6° posto.

Al suo ritorno nella serie Kevin Gleason si qualifica decimo e ottiene la pole position della griglia invertita di Gara 2; al suo fianco in prima fila scatterà Sergey Afanasyev.

Petr Fulín è 12° con la sua Alfa Romeo Giulietta, davanti alla Opel Astra condotta da Jordi Oriola, mentre la Ford Focus TCR di Martin Cao è 17a.

Loris Hezemans non è invece riuscito a completare nemmeno un giro pocihé la sua SEAT ha accusato un guasto al semiasse proprio nella prima tornata effettuata dall'olandese.

Gara 1 (10 giri) è in programma oggi alle ore 13;20 italiane.

Jean-Karl Vernay (pole position): "Adoro questa pista e i circuiti cittadini in generale, sono molto contento di questa pole. Ad inizio sessione ci sono state un paio di bandiere gialle che mi hanno rallentato e la traiettoria era molto sporca, ma comunque sono riuscito a fare un giro ottimo. L'auto è semplicemente fantastica, ora dovrò partire bene e restare concentrato, poi vedremo".

Gianni Morbidelli (secondo): "Il risultato è molto migliore rispetto a ieri. Abbiamo cambiato tutto sull'auto e ora funziona, ma non potevamo raggiungere il tempo di Jean-Karl; detto ciò, sono comunque molto contento. Penso che le difficoltà qui ci siano per tutti in gara, sarà lunga e dovremo cercare di ottenere il miglior risultato possibile. Ormai non sono più in lotta per il titolo, ma qui superare è dura e conta mantenere la posizione".

Mat’o Homola (terzo): "E' bello tornare fra i primi tre, sono vicinissimo al secondo posto. Il risultato mi rende molto contento, anche perché è la prima volta che vengo a correre qui e non l'avevo mai fatto prima su un cittadino, così come il mio team. Per questo non abbiamo molti dati a disposizione".

Pepe Oriola (quinto): "Ho spinto al massimo e sono contento del mio tempo. Il distacco dai primi mi sorprende, non ci posso credere che sia così ampio. Comunque qui conta molto il grip e le differenze di Balance of Performance si sentono"

Petr Fulín (dodicesimo): "Dall'incidente di Buriram ho problemi con lo sterzo e in uscita di curva ci manca coppia e siamo lenti".

Jordi Oriola (tredicesimo): "Siamo a circa 3" dalla vetta, segno che c'è ancora tanto lavoro di sviluppo da fare. Il problema principale è che ci manca potenza".

Martin Cao (diciassettesimo): "Dopo un paio di test negli U.S.A. questa era la prima volta che scendevo in pista con questa vettura. Sembra una buona auto, tutto funziona bene ed è affidabile. Il problema sono i rapporti del cambio, probabilmente non adatti a questo circuito, non riesco mai ad inserire la sesta. Diciamo che questo è un ulteriore test, speriamo di fare meglio in Malesia".

TCR INTERNATIONAL SERIES - Singapore: Qualifiche

 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati TCR
Evento Singapore
Sub-evento Sabato
Circuito Singapore Street Circuit
Articolo di tipo Qualifiche