Formula 1
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
MotoGP
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Prossimo evento tra
1 giorno
WRC
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Prossimo evento tra
12 Ore
:
16 Minuti
:
44 Secondi
WSBK
11 ott
-
13 ott
Evento concluso
24 ott
-
26 ott
Evento concluso
Formula E
G
Ad Diriyah ePrix
22 nov
-
23 nov
Prossimo evento tra
8 giorni
G
Santiago ePrix
17 gen
-
18 gen
Prossimo evento tra
64 giorni
WEC
08 nov
-
10 nov
Evento concluso
12 dic
-
14 dic

TCR Europe: Files incorna Filippi al Red Bull Ring e vince Gara 1

condivisioni
commenti
TCR Europe: Files incorna Filippi al Red Bull Ring e vince Gara 1
Di:
13 lug 2019, 12:58

In Austria l'inglese passa di forza al via il pilota della BRC e guida la doppietta Hyundai al traguardo, con l'agguerrito Lloyd a beffare Panciatici per il 3° posto. Engstler in Top5 davanti al rimontante Borković, punti per Morbidelli, fuori Briché.

Josh Files centra un grande successo in Gara 1 del TCR Europe al Red Bull Ring andando a prendersi fin dal via il comando di un round rovinato da un assurdo ingresso della Safety Car dopo appena 3 tornate.

Il pilota della Target Competition è stato più bravo al via affiancando con la sua Hyundai i30 N quella di Luca Filippi, autore della sua prima Pole Position ottenuta in qualifica, il quale ha provato in tutti i modi a resistere all'inglese, che però alla curva 2 ha definitivamente superato il rivale del BRC Racing Team passando al comando di prepotenza.

Nel frattempo nelle retrovie Gilles Magnus si è schierato oltre la riga bianca con la sua Audi RS 3 LMS, per poi sbagliare completamente lo stacco frizione venendo risucchiato nel gruppo; il ragazzo del RACB National Team-Comtoyou è poi stato punito con 5" di penalità che gli fanno perdere la zona punti.

Alla curva 1 si è invece verificato subito un ruvido contatto fra la Renault Mégane R.S. di John Filippi e la Cupra di Stian Paulsen: il norvegese aveva sprintato benissimo dal 19° posto sulla griglia, ma il francese della Vuković Motorsport lo ha colpito ponendo fine alla gara di entrambi.

Intanto davanti Files ha allungato su Filippi, mentre Nelson Panciatici ha tenuto il terzo posto con la Hyundai i30 N della M Racing insidiato dalla Honda Civic Type R di Daniel Lloyd (Brutal Fish Racing Team) e dalla Cupra di Davit Kajaia, non propriamente un fulmine al via.

Un altro colpo di scena si è verificato al secondo passaggio, quando il leader del campionato Julien Briché è finito larghissimo alla curva 3 rovinando la sua Peugeot 308. Il portacolori della JSB Compétition ha alzato bandiera bianca parcheggiando a bordo pista.

Al giro 3 c'è stato l'episodio che ha congelato la situazione per lungo tempo. Nelle ultime posizioni Martin Ryba (Brutal Fish Racing Team) ed Aurélien Comte (DG Sport Compétition) si sono toccati con le rispettive Honda Civic Type R e Peugeot 308 alla curva 2 innescando una carambola che ha coinvolto gli incolpevoli Santiago Urrutia (Team WRT, Audi RS 3 LMS), Jessica Bäckman (Target Competition, Hyundai i30 N), Ollie Kangas (WestCoast Racing, Volkswagen Golf GTI), Teddy Clairet (Peugeot 308) e Viktor Davidovski (PSS Racing, Honda Civic Type R).

Le auto di Davidovski, Bäckman, Urrutia, Comte e Ryba sono rimaste ferme sul tracciato, Clairet e Kangas hanno riguadagnato i box, ma i commissari hanno preferito la Safety Car ad una più ragionevole bandiera rossa. Questo ha di fatto fermato tutto quando erano appena passati 6' sul cronometro, dando poi di nuovo il via alla gara al giro 8 con 5'20" da affrontare. Una scelta più che discutibile, dato che su 23' se ne sono percorsi meno della metà (oltre al giro aggiuntivo previsto dal regolamento).

Uscita di scena la Safety Car, Files ha nuovamente guadagnato su Filippi e per il terzo posto (e le posizioni a seguire) si è accesa una grande lotta. Luca Engstler ha portato in Top5 la Hyundai i30 N della M1RA superando alla curva 2 Kajaia con una finta in frenata da applausi, imitato alla medesima curva nel passaggio seguente da Dušan Borković al volante della Hyundai i30 N della Target Competition ai danni della Volkswagen Golf GTI di Maxime Potty (Team WRT) per il settimo posto.

Non è andata bene invece a Tom Coronel, sempre nello stesso punto, finito con la Honda Civic Type R della Boutsen Ginion Racing contro la Hyundai i30 N di Mat'o Homola (Target Competition) nel tentativo di soffiare allo slovacco il nono posto. L'olandese si è dovuto ritirare lasciando via libera alla Cupra di Alex Morgan, tallonato dalla Volkswagen Golf GTI di Gianni Morbidelli (WestCoast Racing).

Nel finale l'emozione più grande l'ha regalata Lloyd, in pressing asfissiante su Panciatici per poi infilarlo di forza con un grandissimo spunto alla curva 5, guadagnandosi il terzo gradino del podio alle spalle delle Hyundai di Files e Filippi.

Engstler chiude in Top5, Borković completa la sua bella rimonta dal 13° posto fino al 6° superando Kajaia in extremis, Potty sbaglia un paio di volte sbandando e deve accontentarsi dell'ottava posizione davanti ad Homola, Morgan e Morbidelli.

A punti vanno anche le Hyundai i30 N di Andreas Bäckman (Target Competition) e Daniel Nagy (M1RA), la Peugeot 308 di Jimmy Clairet e la Cupra di Tamas Tenke (Zengo Motorsport), che beneficia della sopracitata penalità a Magnus per completare la Top15.

Gara 2 è in programma domani alle ore 11;30 e vedrà scattare dalla pole position della griglia invertita Coronel affiancato da Morbidelli, con dietro Morgan, Engstler, Potty, Lloyd, Kajaia, Panciatici, il nuovo leader del campionato Files e Filippi.

TCR Europe - Red Bull Ring: Gara 1

Prossimo Articolo
BoP TCR in continua evoluzione, ora calano Audi, Cupra e Volkswagen

Articolo precedente

BoP TCR in continua evoluzione, ora calano Audi, Cupra e Volkswagen

Prossimo Articolo

TCR Europe: Engstler vince di prepotenza Gara 2 al Red Bull Ring

TCR Europe: Engstler vince di prepotenza Gara 2 al Red Bull Ring
Carica commenti