Formula 1
10 ott
-
13 ott
Evento concluso
MotoGP
18 ott
-
20 ott
Evento concluso
25 ott
-
27 ott
Prossimo evento tra
3 giorni
WRC
03 ott
-
06 ott
Evento concluso
24 ott
-
27 ott
Prossimo evento tra
2 giorni
WSBK
11 ott
-
13 ott
Evento concluso
G
Losail
24 ott
-
26 ott
Prossimo evento tra
2 giorni
WEC
30 ago
-
01 set
Evento concluso
04 ott
-
06 ott
Evento concluso

TCR Europe: Briché vince Gara 1 a Barcellona e riapre i giochi

condivisioni
commenti
TCR Europe: Briché vince Gara 1 a Barcellona e riapre i giochi
Di:
21 set 2019, 19:30

Trionfo del francese che approfitta della giornata nera di Files ed Engstler (entrambi senza punti) per riavvicinarsi alla vetta. Sul podio vanno A. Bäckman e Urrutia, grande debutto di Young sulla Renault, rimontissime di Panciatici e Morbidelli.

Julien Briché ritrova la vittora in TCR Europe Series imponendosi autorevolmente in Gara 1 a Barcellona e riaprendo clamorosamente il campionato.

I colpi di scena si sono susseguiti fin dallo spegnimento dei semafori, quando incredibilmente il leader della serie, Josh Files, si è schierato con la sua Hyundai i30 N completamente oltre la seconda casella della griglia.

Inutile dire che l'erroraccio è costato carissimo al portacolori della Target Competition, che nonostante avesse tagliato il traguardo secondo si vede aggiungere al suo tempo di gara 30" (equivalenti ad un Drive-Through) sprofondando addirittura 22°.

Alla partenza, Briché ha avuto decisamente uno scatto fulmineo, portando subito la propria Peugeot 308 davanti a Files e alla Hyundai i30 N del poleman Andreas Bäckman (Target Competition), che è andato larghissimo alla curva 1 perdendo due posizioni.

Santiago Urrutia ha invece dovuto fare i conti con le due Peugeot 308 di Teddy e Jimmy Clairet, ma la coppia francese si è vista punire dai giudici con un passaggio in corsia box per una infrazione durante la procedura di partenza, indi per cui l'uruguagio del Team WRT è potuto risalire quarto con la sua Audi RS 3 LMS.

Nelle retrovie un contatto "sandwich" multiplo ha messo K.O. le Cupra di Abdulla Al-Khelaifi (PCR Sport) ed Evgeni Leonov (Tecnicars Racing Team), la Peugeot 308 di Gilles Colombani e la Honda Civic Type R di Mattias Vathel (ALM), con detriti sparsi ovunque che hanno richiesto l'intervento della Safety Car. La vettura di sicurezza ha congelato la situazione per lungo tempo, uscendo di scena al giro 4 quando sul cronometro mancavano 10'40" al termine.

Briché è ripartito alla grande tenendosi dietro l'aggressivo Files, A. Bäckman e Urrutia, con il bravissimo debuttante Jack Young a risalire in Top5 al volante della Renault Mégane R.S. della Vuković Motorsport superando la Honda Civic Type R di Tom Coronel (Boutsen Ginion Racing).

Alla prima frenata è stato colto in fallo dai freni freddi Gilles Magnus, piombato a muro senza conseguenze con l'Audi RS 3 LMS del RACB National Team-Comtoyou Racing ritirandosi.

Poco dopo si è inasprita la lotta per l'ottavo posto tra le Hyundai i30 N di Luca Engstler (M1RA Racing) e Nelson Panciatici (M Racing), e J.Clairet in netta difficoltà prima di scontare la penalità.

Alla curva 10 Engstler è arrivato lungo in frenata nel tentativo di difendersi da Panciatici, ma mentre sterzava per ritornare sul tracciato si è ritrovato a fianco proprio J.Clairet, che a sua volta era incalzato dalla Hyundai i30 N di Dominik Baumann (Target Competition). Il ruvido botto fra i tre è costato carissimo al giovane tedesco, tornato ai box con l'anteriore sinistra piegata.

Intanto la rimonta di Panciatici non si è fermata qui, dato che il francese ha soffiato anche il sesto posto a Coronel.

Nell'ultimo giro, Briché ha solo dovuto amministrare, Files ha chiuso alle spalle del transalpino della JSB Compétition, ma penalizzato deve cedere la piazza d'onore al compagno A. Bäckman; il podio viene completato dall'ottimo Urrutia, autore di un pressing finale sullo svedese senza successo.

Top5 per Young e Panciatici, seguiti da Coronel, Baumann e dalla Honda Civic Type R di un Daniel Lloyd (Brutal Fish Racing Team) partito malino e poi ripresosi con un bel recupero. Nono Francisco Mora al volante della Cupra della Veloso Motorsport con cui va a vincere nel TCR Ibérico.

Top10 completata dal bravissimo Gianni Morbidelli, il migliore delle Volkswagen Golf GTI della WestCoast Racing grazie alla fantastica risalita dal 19° posto in griglia con la sua solita grinta. Il pesarese è però purtroppo l'unico italiano a vedere la bandiera a scacchi, poiché nel finale Luca Filippi ha dovuto arrendersi tornando con la sua Hyundai i30 N ai box della BRC.

A punti vanno anche le Cupra di Alex Morgan (Wolf-Power Racing) e Tamas Tenke (Zengo Motorsport), le Hyundai i30 N di Nathan Bihel (M Racing) e Mat'o Homola (Target Competition), e un opaco Maxime Potty sulla Volkswagen Golf GTI del Team WRT.

In classifica di campionato ora è tutto riaperto perché Files resta a 258 punti, mentre Briché sale a -49 tirandosi dietro A. Bäckman e Urrutia, entrambi a -75. Crolla quinto Engstler restando a -82.

TCR Europe - Barcellona: Gara 1

Prossimo Articolo
Miyata e Tomita wildcard a Suzuka con le Audi del Team Hitotsuyama

Articolo precedente

Miyata e Tomita wildcard a Suzuka con le Audi del Team Hitotsuyama

Prossimo Articolo

TCR Europe: Briché penalizzato, Gara 1 va ad Andreas Bäckman

TCR Europe: Briché penalizzato, Gara 1 va ad Andreas Bäckman
Carica commenti