Stefano Comini domina Gara 2 a Dubai

Perso il titolo in Gara 1 a vantaggio di Vernay, il ticinese chiude la stagione vincendo davanti a Morbidelli e Files, mentre JK si ritira. Sfortunato Dupont, Tarquini rimonta dopo un contatto con Oriola, Tassi sbaglia la partenza.

Stefano Comini domina Gara 2 a Dubai
Stefano Comini, Comtoyou Racing, Audi RS3 LMS
Gianni Morbidelli, West Coast Racing, Volkswagen Golf GTi TCR
Stefano Comini, Comtoyou Racing, Audi RS3 LMS
Josh Files, M1RA, Honda Civic Type-R TCR
Gianni Morbidelli, West Coast Racing, Volkswagen Golf GTi TCR
Josh Files, M1RA, Honda Civic Type-R TCR
Frédéric Vervisch, Comtoyou Racing, Audi RS3 LMS
Roberto Colciago, M1RA, Honda Civic TCR
Denis Dupont, Comtoyou Racing SEAT León TCR
Denis Dupont, Comtoyou Racing SEAT León TCR

Stefano Comini vince Gara 2 della TCR International Series a Dubai e dà l'addio al #1 sulla sua Audi RS 3 LMS TCR con stile, dopo che Jean-Karl Vernay gli ha sottratto la corona iridata in Gara 1.

Il Re TCR della Comtoyou Racing abdica comunque con il sorriso sfruttando al meglio la partenza dalla prima fila della griglia invertita e allo scatto in anticipo effettuato da Attila Tassi, penalizzato con un drive-through.

Il ragazzino della M1RA chiude 12°, ma riesce comunque a salvare il secondo posto in campionato precedendo proprio Comini per un punto, preso grazie alla "trasparenza" delle due Hyundai i30 N TCR di Alain Menu (quinto) e Gabriele Tarquini (nono) che avevano tagliato il traguardo davanti a lui.

Sul podio sale anche un ottimo Gianni Morbidelli con la Volkswagen Golf GTI TCR della WestCoast Racing, seguito da un combattivo Josh Files, autore di uno spettacolare duello con Denis Dupont (SEAT - Comtoyou Racing) e in Top3 al debutto con la Honda Civic TCR della M1RA.

Frédéric Vervisch completa una bella rimonta con la seconda Audi della Comtoyou Racing partendo da metà schieramento e concludendo davanti a Menu, mentre Benjamin Leuchter è sesto e nuovamente a punti con la seconda Volkswagen targata WestCoast Racing. Settimo posto per la Golf di Gordon Shedden (Leopard Racing), seguito dall'Alfa Romeo Giulietta TCR di Dušan Borković (GE-Force), con il suo compagno di squadra Davit Kajaia che è decimo alle spalle di Tarquini.

Il "Cinghiale" non è stato fortunato nemmeno in questo round, colpito al via da Pepe Oriola facendolo sprofondare nelle retrovie, dalle quali ha comunque rimontato mostrando ancora una volta grande grinta e il potenziale della sua Hyundai.

Per quanto riguarda lo spagnolo della Lukoil Craft-Bamboo Racing troppo ingenti i danni alla sua SEAT León TCR per proseguire. Undicesimo il suo compagno di squadra James Nash, toccato duramente da Menu mentre lottava per la Top5.

Fuori per forature anche Dupont e Vernay; quest'ultimo non è riuscito a concludere con un altro sorriso il weekend che lo ha visto conquistare il titolo grazie al podio di Gara 1.

Non sono partiti per i danni riportati dalle rispettive vetture nell'incidente di Gara 1 Roberto Colciago (Honda - M1RA) e Daniel Lloyd (SEAT - Lukoil Craft-Bamboo Racing).

TCR International Series - Dubai: Gara 2 

condivisioni
commenti
Pepe Oriola ritrova la vittoria in Gara 1 a Dubai, Vernay è Campione
Articolo precedente

Pepe Oriola ritrova la vittoria in Gara 1 a Dubai, Vernay è Campione

Prossimo Articolo

Un altro titolo per Vernay: "Sono vincente con auto diverse"

Un altro titolo per Vernay: "Sono vincente con auto diverse"
Carica commenti
Nella tana del Cinghiale: Tarquini raccontato da amici e rivali Prime

Nella tana del Cinghiale: Tarquini raccontato da amici e rivali

Annunciato il suo addio alle corse a tempo pieno, Gabriele Tarquini si appresta ad affrontare una nuova vita dopo tantissimi anni di carriera ed esperienze. Motorsport.com ha parlato con alcuni dei suoi più stretti amici e accerrimi rivali per conoscere aneddoti e restroscena che vi proponiamo in esclusiva.

WTCR
14 nov 2021
Le TCR perdute: oggi chi fa da sè... non fa per tre Prime

Le TCR perdute: oggi chi fa da sè... non fa per tre

Le TCR Series hanno preso il via nel 2015 e ad oggi sono diversi i modelli delle Case presenti in pista, più o meno nuovi. Ma c'è anche qualcuno che in questi anni ha provato a mettersi in proprio, con risultati differenti e particolari. Scopriamo di chi si tratta.

TCR
6 ago 2021
Tarquini: bravura e intelligenza che fanno vincere a 59 anni Prime

Tarquini: bravura e intelligenza che fanno vincere a 59 anni

Ad Aragón il "Cinghiale" ha ottenuto l'ennesima vittoria di una carriera che pare non fermarsi mai. Ma oltre alle qualità di pilota, l'abruzzese conta sulla passione e una testa che da anni gli consente di restare al top: ecco come.

WTCR
13 lug 2021
Coletti-Filippi: "Alfa Giulia e Pure ETCR le nostre scommesse" Prime

Coletti-Filippi: "Alfa Giulia e Pure ETCR le nostre scommesse"

Intervista doppia esclusiva di Motorsport.com ai due piloti della Romeo Ferraris, che corrono con la Giulia ETCR nel campionato turismo elettrico: ecco le loro impressioni e aspettative di questa avventura.

ETCR
8 lug 2021
Monteiro: dalla quasi morte alla resurrezione all'Inferno (Verde) Prime

Monteiro: dalla quasi morte alla resurrezione all'Inferno (Verde)

Il portoghese sul Nordschleife ha inaugurato la stagione 2021 del WTCR con una grandissima vittoria, che è la seconda nella serie dal rientro del 2019 dopo l'incidente che per poco lo ha ucciso. Ecco come è arrivata e perché è molto più reale della precedente.

WTCR
13 giu 2021
WTCR: il Paradiso per pochi eletti parte dall'Inferno (Verde) Prime

WTCR: il Paradiso per pochi eletti parte dall'Inferno (Verde)

Il Mondiale Turismo riparte nel weekend con le gare del Nurburgring, ma il sapore è sempre più quello di un campionato riservato esclusivamente agli ufficiali e ai più ricchi, estromettendo di fatto quei team che potevano ambire a qualcosa di grande con il concetto TCR.

WTCR
30 mag 2021
WTCR: l'uscita delle Alfa Romeo è una doppia sconfitta Prime

WTCR: l'uscita delle Alfa Romeo è una doppia sconfitta

La Romeo Ferraris non schiererà più le sue Giulietta nella massima serie turismo per via di un regolamento che mette sempre più da parte i privati, confermando ancora una volta la cecità sportiva dei vertici del Biscione.

WTCR
25 mar 2021
Alfa Romeo: oggi di Racing c'è solo un adesivo Prime

Alfa Romeo: oggi di Racing c'è solo un adesivo

La Casa del Biscione è solo all'apparenza impegnata in F1, ma di ingegneristico non c'è praticamente nulla, mentre nel turismo sono tante le realtà che in questi anni hanno provato a rilanciare il marchio, ma solo coi propri investimenti.

Formula 1
1 mar 2021