Spa, Libere 1: Afanasyev rifila mezzo secondo a Corthals

Sergey Afanasyev ha preceduto l'idolo locale Pierre-Yves Corthals nelle prime prove in Belgio. Sessione molto tirata fino alla fine, Comini terzo davanti ad Oriola, indietro Morbidelli.

I piloti della TCR sono scesi in pista a Spa-Francorchamps per la prima sessione di prove libere, andata in scena in una mattinata fredda ma assolata. Durante i 30' di prove cinque piloti si sono alternati in vetta alla classifica, con i primi otto a lungo racchiusi nello spazio di un solo decimo.

Nel finale l'ha spuntata Sergey Afanasyev (Craft-Bamboo Lukoil), il quale ha piazzato la sua SEAT davanti a tutti con il tempo di 2:34.914, precedendo di mezzo secondo l'idolo locale Pierre-Yves Corthals (2:35.480) al volante della SEAT preparata dalla Ferry Monster Autosport.

Afanasyev era stato il primo ad essere più veloce girando in 2:38.43; successivamente Pepe Oriola ha portato il limite a 2:36.746, con Stefano Comini che ha tagliato il traguardo a soli cinque millesimi dallo spagnolo.

Afanasyev è poi tornato in testa in 2:36.379, battuto però da Comini col suo 2:36.306 e da Corthals (2:36.337).

Successivamente è toccato a Jean-Karl Vernay issarsi in prima posizione (2:36.246), prima che Oriola migliorasse ancora (2:36.238), con Dušan Borković (2:36.269) a piazzarsi in terza posizione.

Nel finale Corthals (2:35.480), Comini (2:35.814) e Oriola (2:36.071) hanno ulteriormente migliorato, mentre all'ultimo giro a disposizione Afanasyev ha fermato il cronometro sul 2:34.914 finale.

Il migliore delle Honda è stato Aku Pellinen, settimo in 2:36.324. Jimmy Clairet ha invece piazzato la sua Peugeot in 11a posizione (2:37.324).

Non è sceso in pista Loris Hezemans, impegnato in mattinata all'università per un esame; l'olandese tornerà a disposizione per le Libere 2 del pomeriggio.

TCR Spa-Francorchamps - Libere 1

Sergey Afanasyev: "E' bello essere a Spa, una pista molto impegnativa ricca di storia e con una grande atmosfera; mi sento onorato a poter correre in un posto del genere! In questa prima sessione mi sono concentrato nel capire i limiti della vettura perché è la prima volta che vengo a Spa con una macchina a trazione anteriore. All'inizio ho sudato freddo, è molto diversa rispetto ad una GT o ad una LMP, poi ho capito come utilizzare l'acceleratore! Fare in pieno Eau Rouge e Blanchimont è stato da paura! Nelle libere 2 lavoreremo su set-up e freni".

Pierre-Yves Corthals: "E' stata una buona sessione, anche se credo di aver già raggiunto il limite con questa vettura, che è dotata di specifiche 2015. Il set-up è troppo morbido, spero di poter cambiare qualcosa negli ammortizzatori. Nell'ultimo giro stavo migliorando, ma ormai il limitatore di giri era al massimo..."

Stefano Comini: "Spa è sempre Spa e questa è una bella notizia! Nonostante i 20kg di zavorra l'auto sembra andare bene, dobbiamo lavorare ancora per migliorare, anche perché non abbiamo montato gomme nuove. Nel mio giro migliore ho sfruttato la scia di una Peugeot al Raidillon, questo mi ha fatto segnare il record nel primo settore".

Jimmy Clairet: "Mi sono dovuto adattare a pista ed auto perché a Spa avevo corso solo nel 2015 con la Clio Cup e mi manca esperienza, quindi è una cosa diversa. La Peugeot 308 è una buona macchina, piacevole da guidare. Il telaio è ottimo e anche il bilanciamento, ma non posso fare confronti di performance con le altre vetture perché ci siamo concentrati su noi stessi. Continueremo a lavorare parlando molto con il team e con il mio compagno di squadra".

Gianni Morbidelli: "L'inizio è stato molto difficile, ho avuto diversi problemini con il set-up e c'è ancora tanto lavoro da fare".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati TCR
Evento Spa-Francorchamps
Sub-evento Giovedì
Circuito Spa-Francorchamps
Articolo di tipo Prove libere