Singapore: la Safety Car protagonista di Gara 2, la spunta Grachev

condivisioni
commenti
Singapore: la Safety Car protagonista di Gara 2, la spunta Grachev
Francesco Corghi
Di: Francesco Corghi
18 set 2016, 09:04

Mikhail Grachev ha vinto una Gara 2 dove la Safety Car è dobuta entrare in pista due volte. Sul podio salgono anche Borković e Nash, Comini rimonta ed è quarto. Incidenti per Morbidelli, P.Oriola, Tassi e Afanasyev.

Dusan Borkovic, B3 Racing Team Hungary, SEAT León TCR
Sergey Afanasyev, Team Craft-Bamboo, SEAT León TCR
Jean-Karl Vernay, Leopard Racing, Volkswagen Golf GTI TCR
Petr Fulín, Mulsanne Racing, Alfa Romeo Giulietta TCR
Stefano Comini, Leopard Racing, Volkswagen Golf GTI TCR
Jordi Oriola, Kissling Motorsport, Opel Astra TCR
Loris Hezemans, Target Competition, SEAT León TCR
James Nash, Team Craft-Bamboo, SEAT León TCR
Stefano Comini, Leopard Racing, Volkswagen Golf GTI TCR
Dusan Borkovic, B3 Racing Team Hungary, SEAT León TCR
Sergey Afanasyev, Team Craft-Bamboo, SEAT León TCR
Petr Fulín, Mulsanne Racing, Alfa Romeo Giulietta TCR
Stefano Comini, Leopard Racing, Volkswagen Golf GTI TCR

Mikhail Grachev centra il suo quarto successo stagionale in una Gara 2 della TCR International Series andata in scena a Singapore dove protagonista è stata la safety-car.

Il pilota della WestCoast Racing ha sfruttato al meglio la pole della griglia invertita per piazzarsi al comando, mentre alle sue spalle i tentativi di Dušan Borković di passare il russo sono stati vanificati dal doppio ingresso della vettura di sicurezza.

La SC è dovuta intervenire per via di diversi incidenti verificatisi nel corso di una gara davvero combattuta: chi ci ha rimesso di più sono stati Pepe Oriola (che ha dovuto scontare un drive-through e non prende punti), Attila Tassi, Kevin Gleason e Gianni Morbidelli.

James Nash riesce a salire sul podio difendendosi strenuamente dagli assalti di Stefano Comini e Jean-Karl Vernay.

Il britannico torna così in testa alla classifica piloti scavalcando Comini, mentre P. Oriola scivola a -16 e Vernay a -28 dal leader.

Petr Fulín porta invece la sua Alfa Romeo in zona punti.

IL FILM DELLA GARA

VIA – Grachev parte bene dalla pole inseguito da Borković, Afanasyev, Tassi, Nash, Morbidelli e P. Oriola
GIRO 1 – Comini pressa P. Oriola; Homola tocca Gleason che si gira
GIRO 2 – Hezemans si ferma per un problema elettrico ritirandosi; Fulín passa Cao ed è 12°
GIRO 3 – Grande lotta davanti: contatto tra Afanasyev e Tassi, il russo si gira e colpisce il muro. Comini prova a passare P. Oriola, che nel frattempo tocca Morbidelli; Comini ne approfitta ed è 4°. Entra la safety car
GIRO 6 – Ricomincia la gara, Grachev è al comando davanti a Borković, Nash, Comini, Homola e Vernay. Tassi scivola al 7° posto, ma poi si ritira per problemi allo sterzo
GIRO 7 – P. Oriola riceve un drive-through per il contatto con Morbidelli. Galiana e Wei si toccano mentre lottano per il 14° posto. Torna in pista la safety-car
GIRO 9 – I 30' a disposizione scadono e la gara si conclude dietro la safety car con un giro ancora da percorrere. Grachev vince seguito da Borković, Nash, Comini, Homola e Vernay

Mikhail Grachev: "E' fantastico vincere a Singapore, sono contentissimo perché non mi aspettavo questo successo visto che non è una pista favorevole alla Honda. In tutte le curve a gomito abbiamo sofferto di sottosterzo, oggi l'auto andava meglio di ieri e ovviamente partire dalla prima fila è stato un buon vantaggio. Sapevo che se fossi scattato bene avrei avuto una possibilità, poi le due safety-car mi hanno certamente aiutato. E' la quarta vittoria della stagione, direi che non è affatto male. Tutti mi chiedono cosa sarebbe successo se fossi passato a correre con la Honda della WestCoast Racing prima, ma ormai ci sono abituato e non mi va di parlarne. Diciamo che è stata la decisione presa in un momento particolare, la quale si è rivelata azzeccata, tutto qui".

Dušan Borković: "Avrei preferito vincere, ma il secondo posto va bene. Sapevamo di avere una possibilità al via perché restare davanti in un circuito cittadino è un enorme vantaggio. Ho provato a lottare nei primi giri, il mio passo era superiore a quello di Grachev, ma dopo ho preferito non correre troppi rischi e accontentarmi. Fra l'altro dopo la prima safety-car ho anche sfiorato il muro".

James Nash: "Ero concentrato nell'ottenere il massimo senza commettere errori. Ho fatto una buona gara e la safety-car sicuramente ha aiutato a spezzare il ritmo, noi soffrivamo di più per via del peso extra. Per la classifica del campionato è un bel risultato, come abbiamo visto più volte le cose cambiano rapidamente. Sappiamo che ci restano quattro gare nelle quali dare tutto, ma Macao sarà decisiva".

La TCR International Series tornerà in azione fra due settimane a Sepang, nel weekend del GP di F1 (30 settembre / 1 ottobre).

TCR International Series, Singapore: Classifica Gara 2

TCR International Series, Singapore: Classifica Campionato

 

 

Prossimo articolo TCR
Russia, Bragin si laurea Campione e Kazan

Previous article

Russia, Bragin si laurea Campione e Kazan

Next article

Vernay-Comini, è grande doppietta Leopard in Gara 1 a Singapore!

Vernay-Comini, è grande doppietta Leopard in Gara 1 a Singapore!

Su questo articolo

Serie TCR
Evento Singapore
Sotto-evento Domenica
Location Singapore Street Circuit
Piloti James Nash , Dušan Borković , Mikhail Grachev
Autore Francesco Corghi
Tipo di articolo Gara