Salzburgring, la pioggia esalta Proczyk: pole al debutto con la Honda!

Harald Proczyk conquista la pole in Austria sotto una pioggia torrenziale. Vernay è secondo davanti a P.Oriola e Morbidelli. Fulín ottavo con la Giulietta, Tassi in pole per Gara 2, problemi per Comini e la Cerruti.

Harald Proczyk ha centrato la pole position al debutto con la Honda Civic nelle qualifiche della TCR International Series andate in scena al Salzburgring.

Il neoarrivato in casa WestCoast Racing ha davvero mostrato grandissime cose sotto una pioggia torrenziale, ammettendo di essere stupito lui stesso del risultato.

A differenza sua, molti dei nomi noti della serie hanno incontrato difficoltà, come ad esempio Stefano Comini, James Nash e Mat’o Homola.

Al secondo posto troviamo Jean-Karl Vernay, che ha preceduto Pepe Oriola e Gianni Morbidelli.

Alla prima avventura con la Mulsanne Racing, Petr Fulín è riuscito a piazzare la Alfa Romeo Giulietta TCR in ottava posizione, ovvero il miglior risultato ottenuto dalla vettura della Romeo Ferraris in qualifica. La sua compagna di squadra Michela Cerruti non ha preso parte alla sessione, poiché il motore della sua Giulietta è finito K.O. a causa dell'escursione fuori pista di cui la ragazza nativa di Roma era stata protagonista nelle libere.

Attila Tassi (10°) e Mikhail Grachev (9°) saranno invece in prima fila nella griglia invertita di Gara 2.

Q1: Doppietta WestCoast Racing
Una bandiera rossa e la pioggia hanno impedito a Stefano Comini e James Nash di accedere alla Q2.
L'interruzione è stata causata da un doppio incidente, con Davit Kajaia finito con la sua Volkswagen nella via di fuga alla curva 1, mentre Mat’o Homola è andato con la sua SEAT contro le barriere. Il pilota del B3 Racing Team è poi riuscito a tornare in azione grazie alla sostituzione dello splitter anteriore da parte dei suoi meccanici, mentre il suo compagno di squadra Attila Tassi realizzava il miglior tempo in 1:26.682. Questo crono non è stato battuto da nessuno, visto che sono cominciate a scendere le prime gocce d'acqua. Comini ha dovuto attendere la fine della sessione per entrare in pista, con i meccanici della Leopard Racing intenti a sostituire il cambio sulla sua Golf. Lo svizzero ha provato fino all'ultimo ad evitare l'eliminazione, ma ormai la pista era troppo bagnata. Davit Kajaia, che era tornato in pista realizzando il 12° tempo, è stato escluso per aver usufruito dell'aiuto dei commissari nell'uscire dalla via di fuga dopo l'incidente. Tutto ciò ha consentito a Florian Janits di qualificarsi per la Q2. La SEAT di Nash ha invece riportato un guasto alla trasmissione, costringendo ai box il britannico.

Accedono alla Q2: Tassi, P. Oriola, Morbidelli, Afanasyev, Borković, J. Oriola, Grachev, Vernay, Fulín, Proczyk, Homola e Janits.

Q2: Pole a sorpresa per Proczyk
Il debuttante Harald Proczyk ha sorpreso tutti conquistando la pole sotto una fitta pioggia. L'austriaco è sceso in pista per primo fermando il cronometro sull'1:38.923, poi migliorando in 1:38.767. Poco dopo l'acquazzone è aumentato di intensità e nessuno ha potuto abbassare ulteriormente il limite. Jean-Karl Vernay (1:39.079) e Pepe Oriola (1:39.359) sono secondo e terzo, mentre all'ultimo secondo Sergey Afanasyev conquista la settima piazza beffando Mat’o Homola, che dal 10° posto si ritrova 11°.

Ecco le parole dei primi tre.

Harald Proczyk: "Penso che siamo stati fortunati oggi, ci siamo trovati al posto giusto nel momento giusto. Ho provato anche a migliorare, ma ormai pioveva troppo ed era impossibile farlo. La Honda è un'ottima vettura, abbiamo lavorato bene fin dalle prove libere, non è facile riuscire ad ottenere qualcosa con così poche sessioni di prove. Domani spero sia asciutto perché abbiamo la possibilità di stare nei primi cinque. Al Salzburgring è sempre pericoloso correre quando piove, per cui mi auguro che ci sia il sole e che si possa vedere un bello spettacolo".

Jean-Karl Vernay: "Volevamo accedere alla Q2 per poter giocarci il 10° posto. In Q1 sono stato fortunato a completare un buon giro prima che venisse a piovere e in Q2 abbiamo fatto lo stesso. Ero molto vicino a Proczyk e Pepe Oriola, questo mi ha consentito di sfruttarne la scia. Domani mi auguro che piova perché sarebbero le condizioni migliori per noi. Il problema non è il BoP, ma che le SEAT e le Honda sono superiori, mentre noi dobbiamo ancora lavorare tantissimo. Abbiamo migliorato l'aerodinamica e possiamo lottare con tutti, ma siamo ancora un passo indietro".

Pepe Oriola: "Sono felice perché Morbidelli è dietro a me e Comini non è entrato in Q2, il che è ottimo per il campionato. Se non avessi commesso un errore nel mio primo giro penso che avrei potuto fare la pole position. Ho frenato troppo tardi e dopo le cose sono peggiorate. Con l'aquaplaning non si riusciva a migliorare, spero che domani non piova così, altrimenti sarebbe impossibile correre".

TCR SALZBURGRING - Qualifiche

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati TCR
Evento Salzburgring
Sub-evento Sabato
Circuito Salzburgring
Articolo di tipo Qualifiche