Russia: a Sochi un grande Gavrilov vince Gara 1, Gara 2 va a Bragin che ipoteca il titolo

Il pilota della Carville Racing si impone autorevolmente nel primo round davanti a Lukashevich e Dudukalo, mentre il Campione in carica mette le mani sul titolo trionfando nella seconda gara dove Grachev e Yashin buttano via un bel risultato. Bella rimonta di Ladygin.

Russia: a Sochi un grande Gavrilov vince Gara 1, Gara 2 va a Bragin che ipoteca il titolo

Al Sochi Autodrom le due gare della TCR Russia Series sono andate a Klim Gavrilov e Dmitri Bragin, con il pilota della TAIF Motorsport che mette le mani sul suo terzo titolo consecutivo allungando in classifica a +37 punti sui rivali quando manca un solo appuntamento al termine della stagione 2018.

In Gara 1 Gavrilov è partito bene dalla pole position sulla propria Volkswagen Golf GTI TCR, ma il ragazzo della Carville Racing è stato insidiato all'esterno dalla LADA Vesta TCR di Mikhail Grachev, che in seguito ad un lieve contatto ha rischiato seriamente di piombare sul muro, ma fortunatamente evitando l'impatto dopo un effetto "pendolo" scivolando però indietro in classifica.

Da qui, Gavrilov è scappato via, mentre Ivan Lukashevich (Lukoil Racing) ha piazzato la sua Audi RS 3 LMS TCR in seconda posizione superando il compagno di team Aleksey Dudukalo.

Grande lotta per il quarto posto tra la SEAT Leon TCR di Anton Badoev, l'Audi RS 3 LMS TCR di Bragin e le due LADA di Kirill Ladygin e Vladimir Sheshenin. Al giro 2 Bragin ha passato Ladygin salendo quinto, ma alla tornata successiva Irek Minnakhmetov ha centrato con la propria Audi la Volkswagen Golf GTI TCR di Roman Golikov finendo con il ritiro per entrambi; la Safety Car è dovuta entrare in pista per recuperare l'auto di Golikov e il gruppo si è compattato.

La gara è ripresa al sesto giro con Ladygin e Bragin ruota a ruota e Sheshenin a beffare entrambi, poi Ladygin è riuscito a prendersi il sesto posto passando il Campione in carica prima che la Safety Car entrasse nuovamente in azione per consentire la rimozione della Cupra TCR di Lev Tolkachev, incappato in un incidente nel curvone a sinistra dopo il via.

L'auto di sicurezza è rimasta in pista fino all'ultimo giro e le macchine hanno tagliato il traguardo con Gavrilov vittorioso davanti a Lukashevich, Dudukalo, Badoev, Sheshenin, Ladygin e Bragin.

In Gara 2 Bragin ha costruito il proprio successo in partenza quando è scattato benissimo dalla quarta piazza andando a superare alla prima staccata Pavel Yashin ed Andrej Maslennikov, mettendosi poi all'inseguimento di Grachev che aveva preso il primato bruciando il poleman Yashin. Quest'ultimo e il pilota della LADA sono stati però penalizzati per partenza anticipata dovendo scontare un Drive-Through.

Grachev, che era riuscito ad allungare, ha lasciato via libera a Bragin al penultimo giro rientrando ottavo, mentre Dudukalo, che aveva soffiato la terza piazza a Yashin in avvio, è salito secondo. Il Campione in carica ha tenuto la posizione nonostante il recupero del rivale marchiato Lukoil, con Maslennikov che va a completare il podio.

Quarto Badoev davanti a Sheshenin, Lukashevich, Gavrilov e Grachev. Da segnalare la grande rimonta di Ladygin, partito dalla pit-lane per un problema tecnico che gli ha impedito di schierarsi, e che a suon di sorpassi ha raggiunto il nono posto.

In classifica di campionato Bragin sale a 193 punti, Dudukalo è secondo a 156 davanti a Gavrilov (154) e Lukashevich (153).

L'ultimo appuntamento dell'anno si svolgerà a Fort Grozny il weekend del 6-7 ottobre.

condivisioni
commenti
A Watkins Glen Eversley batte Lewis in Gara 1, emozionante lotta per il titolo
Articolo precedente

A Watkins Glen Eversley batte Lewis in Gara 1, emozionante lotta per il titolo

Prossimo Articolo

China: a Ningbo arriva il nubifragio in Gara 3, bandiera rossa e vittoria al TeamWork Motorsport

China: a Ningbo arriva il nubifragio in Gara 3, bandiera rossa e vittoria al TeamWork Motorsport
Carica commenti
Nella tana del Cinghiale: Tarquini raccontato da amici e rivali Prime

Nella tana del Cinghiale: Tarquini raccontato da amici e rivali

Annunciato il suo addio alle corse a tempo pieno, Gabriele Tarquini si appresta ad affrontare una nuova vita dopo tantissimi anni di carriera ed esperienze. Motorsport.com ha parlato con alcuni dei suoi più stretti amici e accerrimi rivali per conoscere aneddoti e restroscena che vi proponiamo in esclusiva.

WTCR
14 nov 2021
Le TCR perdute: oggi chi fa da sè... non fa per tre Prime

Le TCR perdute: oggi chi fa da sè... non fa per tre

Le TCR Series hanno preso il via nel 2015 e ad oggi sono diversi i modelli delle Case presenti in pista, più o meno nuovi. Ma c'è anche qualcuno che in questi anni ha provato a mettersi in proprio, con risultati differenti e particolari. Scopriamo di chi si tratta.

TCR
6 ago 2021
Tarquini: bravura e intelligenza che fanno vincere a 59 anni Prime

Tarquini: bravura e intelligenza che fanno vincere a 59 anni

Ad Aragón il "Cinghiale" ha ottenuto l'ennesima vittoria di una carriera che pare non fermarsi mai. Ma oltre alle qualità di pilota, l'abruzzese conta sulla passione e una testa che da anni gli consente di restare al top: ecco come.

WTCR
13 lug 2021
Coletti-Filippi: "Alfa Giulia e Pure ETCR le nostre scommesse" Prime

Coletti-Filippi: "Alfa Giulia e Pure ETCR le nostre scommesse"

Intervista doppia esclusiva di Motorsport.com ai due piloti della Romeo Ferraris, che corrono con la Giulia ETCR nel campionato turismo elettrico: ecco le loro impressioni e aspettative di questa avventura.

ETCR
8 lug 2021
Monteiro: dalla quasi morte alla resurrezione all'Inferno (Verde) Prime

Monteiro: dalla quasi morte alla resurrezione all'Inferno (Verde)

Il portoghese sul Nordschleife ha inaugurato la stagione 2021 del WTCR con una grandissima vittoria, che è la seconda nella serie dal rientro del 2019 dopo l'incidente che per poco lo ha ucciso. Ecco come è arrivata e perché è molto più reale della precedente.

WTCR
13 giu 2021
WTCR: il Paradiso per pochi eletti parte dall'Inferno (Verde) Prime

WTCR: il Paradiso per pochi eletti parte dall'Inferno (Verde)

Il Mondiale Turismo riparte nel weekend con le gare del Nurburgring, ma il sapore è sempre più quello di un campionato riservato esclusivamente agli ufficiali e ai più ricchi, estromettendo di fatto quei team che potevano ambire a qualcosa di grande con il concetto TCR.

WTCR
30 mag 2021
WTCR: l'uscita delle Alfa Romeo è una doppia sconfitta Prime

WTCR: l'uscita delle Alfa Romeo è una doppia sconfitta

La Romeo Ferraris non schiererà più le sue Giulietta nella massima serie turismo per via di un regolamento che mette sempre più da parte i privati, confermando ancora una volta la cecità sportiva dei vertici del Biscione.

WTCR
25 mar 2021
Alfa Romeo: oggi di Racing c'è solo un adesivo Prime

Alfa Romeo: oggi di Racing c'è solo un adesivo

La Casa del Biscione è solo all'apparenza impegnata in F1, ma di ingegneristico non c'è praticamente nulla, mentre nel turismo sono tante le realtà che in questi anni hanno provato a rilanciare il marchio, ma solo coi propri investimenti.

Formula 1
1 mar 2021