Morbidelli: "Ok il secondo posto, ma le SEAT sono più veloci"

Gianni Morbidelli riconosce che la sua Honda Civic è ancora indietro, ma è contento per il podio di Sakhir. Raggiante Oriola, soddisfatto Nash.

Ecco le parole dei primi tre classificati in Gara 1 della TCR International Series andata in scena in Bahrain.

Pepe Oriola (vincitore): "E' un ottimo modo di iniziare la stagione. E' stata una bella gara, ma non facile. Ho fatto solo un errore all'inizio attaccando troppo duramente il mio compagno di squadra James Nash. A parte questo, gli unici problemi sono arrivati dal consumo gomme a metà gara, ho sofferto di sottosterzo. Questo ha consentito a Gianni di riavvicinarsi, ma non penso che fosse in grado di superarmi. E' bello essere qui nel weekend del GP di F1, peccato solo che abbiamo poco tempo per provare".

Gianni Morbidelli (secondo): "Pepe ha ragione, non siamo veloci come le SEAT! E' chiaro che dobbiamo ancora lavorare molto per raggiungerle, ma la gara è stata positiva e ci ha mostrato che abbiamo del potenziale da sfruttare. Anche le battaglie sono state belle, ma la cosa più importante era prendere punti per me e per la WestCoast Racing. Il secondo posto di oggi è ottimo in ottica campionato".

James Nash (terzo): "E' un bel risultato per me e per la squadra, ho fatto una bella gara e sono contento di essere stato competitivo alla prima uscita dopo una assenza prolungata dalle corse turismo. Forse con Pepe abbiamo esagerato un po', ma la cosa importante era portare a casa un bel risultato. Voglio fare bene in questa serie e lavorerò duramente assieme al team".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati TCR
Evento Sakhir
Sub-evento Sabato
Circuito Bahrain International Circuit
Piloti Gianni Morbidelli , James Nash , Pepe Oriola
Articolo di tipo Intervista