Mikel Azcona e l'umido beffano tutti, Cupra in pole position per Gara 1 all'Hungaroring

condivisioni
commenti
Mikel Azcona e l'umido beffano tutti, Cupra in pole position per Gara 1 all'Hungaroring
Francesco Corghi
Di: Francesco Corghi
07 lug 2018, 09:04

Le condizioni meteo hanno rimescolato le carte e a spuntarla è stato il leader del campionato davanti alle Honda di Tassi e Files. Top5 per Borković e Barr con le Hyundai, un grande Ficza è sesto e migliore dei DSG. Bene le Peugeot di Abreu e Briché, Mora in pole per Gara 2, masticano amaro Comini e Vernay.

Mikel Azcona ha centrato la pole position per Gara 1 della TCR Europe Series al termine di una qualifica da brividi andata in scena sul bagnato dell'Hungaroring.

La pioggia ha scombinato le carte nella sessione di prove cronometrate per stabilire l'ordine di partenza dei due round magiari e il pilota della PCR Sport, fin qui apparso in difficoltà con la sua Cupra TCR lungo i tortuosi 4,381km della pista di Mogyoród, ha approfittato al meglio della situazione per beffare le Honda Civic Type R TCR FK7 dell'Hell Racing Team condotte da Attila Tassi e Josh Files.

Lo spagnolo ha azzardato le gomme slick all'anteriore negli istanti finali, quando la traiettoria andava asciugandosi, e fermato il cronometro sul 2'05"652 rifilando 0"453 all'ungherese e 0"741 all'inglese, mentre molto più lontani si sono piazzati di ragazzi della Target Competition, Dušan Borković e Reece Barr con le rispettive Hyundai i30 N TCR, comunque in Top5 e migliore delle vetture coreane. Per l'inglese è un risultato ottimo se consideriamo che ieri aveva distrutto nelle FP1 la vettura e girato per appena due tornate nelle FP2 a causa di un problema tecnico.

Applausi a scena aperta li merita l'idolo locale Ferenc Ficza, sesto assoluto e migliore della Classe DSG al debutto stagionale con la Cupra TCR della Zengő Motorsport. Il magiaro si è tenuto dietro il connazionale Dániel Nagy, che dopo le buone cose mostrate nelle Prove Libere non è riuscito a ripetersi. Il pilota della M1RA conclude così settimo sulla propria Hyundai i30 N TCR, seguito dalle Peugeot 308 TCR di Francisco Abreu e Julien Briché.

Il portoghese della Sports & You ha sulla coscienza due tempi annullati per non aver rispettato i famigerati track limits, mentre il francese della JSB Compétition potrà beneficiare della partenza in prima fila nella griglia invertita di Gara 2, nella quale in pole position avremo Francisco Mora con la seconda Hyundai i30 N TCR della M1RA.

Quest'ultimo ha battuto la concorrenza per la partenza al palo del secondo round senza troppi patemi, dato che Loris Cencetti ha terminato undicesimo ad oltre mezzo secondo da lui con la sua nuova Honda Civic Type R TCR FK7 preparata dall'Autodis Racing by THX. Solo al 12° posto invece la Cupra TCR guidata dal norvegese "fai da te" Stian Paulsen.

In Q1 il miglior tempo lo aveva stabilito Nagy in 2'07"368 e in parecchi hanno sudato freddissimo evitanto l'eliminazione per un soffio, mentre altri si sono visti costretti ad alzare bandiera bianca già dopo i primi 20'.

Possiamo citare l'esempio proprio di Azcona, che ha chiuso 12° beffando per 0"048 Kris Richard, costretto quindi a scattare 13° in entrambi i round di oggi con la terza Hyundai i30 N TCR della Target Competition. Dietro di lui ci saranno le Cupra TCR di Danny Kroes (PCR Sport) e Márk Jedlóczky (JLG Sport), poi la Honda Civic Type R TCR FK7 di Jens Reno Møller e la Hyundai del rientrante Igor Stefanovski.

Martin Ryba è invece 18° e sulla Volkswagen Golf GTI TCR del Brutal Fish Racing Team si è preso il lusso di battere quella della Comtoyou Racing affidata a Maxime Potty, che a sorpresa è stato eliminato nella prima manche dopo le belle prestazioni ottenute nell'ultimo weekend di Spa-Francorchamps e anche nelle Prove Libere di ieri.

Cedric Piro non è andato oltre il 20° tempo in quella che è stata la prima qualifica al volante della Hyundai i30 N TCR dell'Autodis Racing by Piro Sports, ma addirittura il tedesco si ritrova davanti a due "mostri sacri" come Jean-Karl Vernay (Leopard Lukoil Team) e Stefano Comini (Autodis Racing by THX), esclusi a sorpresa con le rispettive Audi RS 3 LMS TCR e Honda Civic Type R TCR FK7 per l'intensificarsi della pioggia sul finire dei primi 20' di prove. Per Vernay c'è pure la beffa della cancellazione del proprio tempo più basso per non aver rispettato i track limits, cosa accaduta anche a Paulsen, mentre Comini ha pure accusato il malfunzionamento del cambio.

Chiudono lo schieramento Viktor Davidovski (Honda Civic Type R TCR FK7 - PSS Racing Team) e Marie Baus-Coppens con la Cupra TCR DSG della JSB Compétition.

Gar 1 è in programma oggi alle ore 13;40 e verrà trasmessa in streaming su Motorsport.com.

TCR Europe Series - Hungaroring: Q1
TCR Europe Series - Hungaroring: Q2

Prossimo articolo TCR
Un grandissimo Dušan Borković trionfa all'Hungaroring in una Gara 1 dalle mille emozioni

Previous article

Un grandissimo Dušan Borković trionfa all'Hungaroring in una Gara 1 dalle mille emozioni

Next article

Hungaroring, Libere 2: Borković guida la tripletta Hyundai

Hungaroring, Libere 2: Borković guida la tripletta Hyundai