Mat'o Homola piazza la Opel in pole position al Salzburgring

Lo slovacco vola con la Astra davanti all'Alfa Romeo di Borković, che però ostacola Comini (ottavo). Oriola è terzo, Tassi quarto ma deve arretrare per cambio motore. Benissimo Jäger, Colciago in pole per Gara 2. Lontano Vernay.

Mat'o Homola piazza la Opel in pole position al Salzburgring
Carica lettore audio

Mat'o Homola conquista la pole position per Gara 1 della TCR International Series che andrà in scena domani al Salzburgring.

Il pilota della DG Sport Compétition ha ottenuto il miglior tempo in Q2 al volante della sua Opel Astra TCR precedendo per soli 0"071 l'Alfa Romeo Giulietta TCR di Dušan Borković.

Il serbo della GE-Force però potrebbe finire sotto investigazione perché nel giro di rientro ha visibilmente ostacolato Stefano Comini, in quel momento intento a migliorare il suo tempo. Lo svizzero lo ha evitato per un soffio e quindi non è riuscito ad abbassare il proprio crono, dunque domani partirà ottavo con l'Audi RS 3 LMS TCR della Comtoyou Racing.

Il terzo posto va invece alla SEAT León TCR della Lukoil Craft-Bamboo Racing condotta da Pepe Oriola, che ha preceduto la Honda Civic TCR di un grandissimo Attila Tassi. Il pilota della M1RA però dovrà partire dal fondo dello schieramento per Gara 1 avendo sostituito il motore, per cui la seconda fila dello schieramento vedrà la presenza del debuttante Thomas Jäger (Kissling Motorsport), autore di una grande prova con la sua nuova Opel Astra TCR.

Sesto posto per James Nash con la seconda SEAT preparata dalla Lukoil Craft-Bamboo Racing, seguito da Rob Huff (Leopard Racing), il migliore dei concorrenti armati di Volkswagen Golf GTI TCR.

Detto di Comini ottavo, alle spalle del Campione del Mondo in carica troviamo Gianni Morbidelli (Volkswagen Golf GTI TCR - WestCoast Racing) e Roberto Colciago (Honda - M1RA); quest'ultimo conquista la pole position della griglia invertita di Gara 2, ma nella prima dovrà arretrare di cinque posizioni per la penalità da scontare in seguito ai contatti di Monza.

Il lombardo ha beffato per 0"088 la SEAT di Daniel Lloyd (Lukoil Craft-Bamboo Racing), mentre non è andato oltre il dodicesimo posto Frédéric Vervisch (Audi RS 3 LMS TCR - Comtoyou Racing).

Giallo al termine della Q1, dove il miglior tempo ottenuto da Davit Kajaia è stato cancellato per infrazione al regime di bandiere gialle, esposte alla curva 5 per l'uscita di strada della SEAT di Stian Paulsen.

Il pilota della GE-Force partirà quindi in quattordicesima piazza con la sua Alfa Romeo Giulietta TCR, affiancando la Volkswagen Golf GTI TCR del leader del campionato, Jean-Karl Vernay (Leopard Racing), fuori per un paio di decimi.

Dietro di loro scatteranno la Honda Civic TCR di Jens Reno Møller e Paulsen, che precedono l'Audi RS 3 LMS TCR di Milovan Vesnić e il debuttante Grégoire Demoustier, al volante della seconda Opel Astra TCR della DG Sport Compétition.

Qualifica in salita per Giacomo Altoè (Volkswagen Golf GTI TCR - WestCoast Racing), in fondo allo schieramento assieme alla SEAT di Duncan Ende (Icarus Motorsports) e ai suoi connazionali Enrico Bettera (Audi - Pit Lane Competizioni) e Luigi Ferrara (Subaru - Top Run).

condivisioni
commenti
Salzburgring, Libere 2: svetta l'Audi di Comini
Articolo precedente

Salzburgring, Libere 2: svetta l'Audi di Comini

Prossimo Articolo

Alfa Romeo regina in Gara 1 grazie a Dušan Borković

Alfa Romeo regina in Gara 1 grazie a Dušan Borković