Valencia: iniziati i test BoP, la Renault si rompe e Morbidelli sbatte

Sul Circuito Ricardo Tormo le vetture prima hanno cominciato a girare nelle mani dei collaudatori per poi passare in quelle dei piloti ufficiali TCR. Spavento per il pesarese mentre era sulla Mégane.

Oggi sono cominciati i primi test per definire il Balance of Performance delle vetture TCR che correranno nel 2018.

Sul Circuito Ricardo Tormo di Valencia undici auto di marchi diversi sono scese in pista nelle mani dei piloti ufficiali delle varie scuderie per affinare i set-up, poi è toccato ai collaudatori ufficiali del TCR, ossia Daniel Lloyd e Gianni Morbidelli, a cominciare il lavoro sul BoP.

Nello specifico, Mario Ferraris è salito sulla Alfa Romeo Giulietta della Romeo Ferrari, Rahel Frey ha preso il volante dell'Audi RS 3 LMS, Josh Files ed Esteban Guerrieri hanno girato con le Honda Civic 2017 e 2018, Gabriele Tarquini su Hyundai i30 N, Mike Halder con la KIA cee'd, Mikhail Grachev si è occupato della LADA Vesta, Alexander Heil della Opel Astra, Aurélien Comte della Peugeot 308, Franjo Kovac ed Alex Morgan hanno condiviso il sedile della Renault Mégane, Jordi Gené quello della SEAT León e Dieter Depping era sulla Volkswagen Golf GTI.

Dopo che tutte le macchine hanno effettuato le verifiche tecniche, il programma è proseguito con prove in pista e al dinamometro per misurare potenza, coppia, pressione e sovralimentazione.

Tutti i mezzi hanno girato sul peso minimo di 1265kg, pilota incluso.

Morbidelli è stato protagonista di un incidente ad alta velocità alla curva 1 mentre provava la Renault Mégane della Vuković Motorsport; il tutto a causa della rottura di un tubicino dei freni, con l'auto che ne è uscita piuttosto malmessa, mentre il pesarese è stato portato al centro medico per curare una contusione al piede destro.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati TCR , WTCR
Piloti Gianni Morbidelli
Articolo di tipo Test