Comini tradito dai problemi tecnici: "Altri erano messi meglio di noi, mi sono divertito di più con i fan"

Sulla pista di casa parecchia gente era venuta per acclamare il pilota ticinese nella hospitality di Race Republic, ma la sua Honda per tutto il weekend è stata afflitta da guai che lo hanno costretto ad accontentarsi di un settimo posto in Gara 1 e ad alzare bandiera bianca in Gara 2. E comunque c'erano macchine molto più veloci, per cui si è corso in difesa.

Comini tradito dai problemi tecnici: "Altri erano messi meglio di noi, mi sono divertito di più con i fan"

Il weekend di Monza della TCR Europe Series doveva essere una festa per Stefano Comini, sia in pista che fuori, ma dal punto di vista sportivo il ticinese non ha certo raccolto quanto avrebbe sperato.

Dopo prove libere sofferte e una qualifica che lo ha visto terminare settimo, il pilota dell'Autodis Racing by THX si è dovuto accontentare della medesima posizione in Gara 1, affrontata comunque in salita.

"Purtroppo non era il mio weekend evidentemente, fin dalle prime prove di venerdì non ho trovato il giusto feeling e qualcosa non ha funzionato bene perché in curva non potevo mettere le marce giuste - ha raccontato lo svizzero a Motorsport.com - Abbiamo provato in tutti i modi a recuperare terreno, il settimo posto in qualifica mi avrebbe dato la possibilità di partire dalla seconda fila in Gara 2 e provare a prendermi la vittoria o almeno il podio".

Speranza sfumata già quando il Bi-Campione TCR ha acceso la sua Honda Civic Type R per uscire dalla pit-lane e raggiungere lo schieramento di partenza del secondo round.

"Nel giro di ricognizione ho capito immediatamente che c'era qualcosa che non andava, ho dovuto rallentare e provare a fare un reset della centralina, venendo superato da un paio di macchine. Sono ugualmente riuscito a schierarmi, ma allo spegnimento dei semafori l'auto era piantata e non ne voleva sapere di accelerare e cambiare nel giusto modo. Ho dovuto obbligatoriamente fermarmi. E dire che i meccanici avevano lavorato molto sulla macchina".

La Honda è comunque un mezzo competitivo (a podio sono andate quelle di Files e Tassi), ma nel weekend di Monza l'Audi è apparsa davvero superiore, addirittura a tratti imbattibile. E nella passata stagione era la stessa auto con la quale Comini doveva lottare duramente a causa di un Balance of Performance che per tutto l'anno lo ha costretto a sudare e inventarsi miracoli.

"Lo so, me ne sono accorto, ma cosa posso farci? Ormai è da tempo che si discute di BoP e non sono l'unico che già lo scorso anno aveva lanciato allarmi, infatti anche oggi c'è chi non è contento e chi invece sorride. Certamente Vernay e la RS 3 LMS a Monza hanno dimostrato di avere qualcosa in più di tutti gli avversari. Ripensando al 2017, quando avevo la sua stessa auto, feci molta più fatica a battere la Honda di Colciago".

Il 28enne, visibilmente dimagrito e provato rispetto a 12 mesi fa per il grande impegno che sta mettendo nei suoi progetti, se non altro si è goduto la vicinanza dei suoi tifosi nella hospitality di prim'ordine che Race Republic ha allestito nel paddock di Monza.

"Non posso nascondere la stanchezza, ce la sto mettendo tutta su ogni fronte e in ogni progetto che, ovviamente, richiede energie ed impegno. Anche nel 2017 avevo organizzato feste e incontri con i fan, l'hospitality che Race Republic oggi aveva allestito per me era molto più grande ed è piaciuta. Diversi addetti ai lavori hanno fatto molti complimenti ai responsabili della struttura. Il motorsport deve essere divertimento anche fuori dal tracciato, io penso sempre ai tifosi che vengono a vederci e voglio accoglierli nel migliore dei modi, mi ha fatto piacere vedere gente e stare con loro. Sicuramente a Monza è stato meglio questo che il risultato della pista".

condivisioni
commenti
Scazzottata Azcona-Borković, Dušan si scusa: "Sono contro la violenza, la mia reazione alle provocazioni è stata esagerata"
Articolo precedente

Scazzottata Azcona-Borković, Dušan si scusa: "Sono contro la violenza, la mia reazione alle provocazioni è stata esagerata"

Prossimo Articolo

Cappellari contro tutti a Monza: "Da solo mi sono battuto con i team più grandi, che divertimento!"

Cappellari contro tutti a Monza: "Da solo mi sono battuto con i team più grandi, che divertimento!"
Carica commenti
Le migliori gare del 2021: Monteiro risorge all'Inferno (Verde) Prime

Le migliori gare del 2021: Monteiro risorge all'Inferno (Verde)

Nel 2017 ha visto la morte in faccia, nel 2018 ha lottato per tornare e il 2021 del portoghese nel WTCR è cominciato come meglio non potesse sognare: trionfo da Campionissimo al Nordschleife, sulla pista più dura e assassina del mondo.

WTCR
13 gen 2022
Nella tana del Cinghiale: Tarquini raccontato da amici e rivali Prime

Nella tana del Cinghiale: Tarquini raccontato da amici e rivali

Annunciato il suo addio alle corse a tempo pieno, Gabriele Tarquini si appresta ad affrontare una nuova vita dopo tantissimi anni di carriera ed esperienze. Motorsport.com ha parlato con alcuni dei suoi più stretti amici e accerrimi rivali per conoscere aneddoti e restroscena che vi proponiamo in esclusiva.

WTCR
14 nov 2021
Le TCR perdute: oggi chi fa da sè... non fa per tre Prime

Le TCR perdute: oggi chi fa da sè... non fa per tre

Le TCR Series hanno preso il via nel 2015 e ad oggi sono diversi i modelli delle Case presenti in pista, più o meno nuovi. Ma c'è anche qualcuno che in questi anni ha provato a mettersi in proprio, con risultati differenti e particolari. Scopriamo di chi si tratta.

TCR
6 ago 2021
Tarquini: bravura e intelligenza che fanno vincere a 59 anni Prime

Tarquini: bravura e intelligenza che fanno vincere a 59 anni

Ad Aragón il "Cinghiale" ha ottenuto l'ennesima vittoria di una carriera che pare non fermarsi mai. Ma oltre alle qualità di pilota, l'abruzzese conta sulla passione e una testa che da anni gli consente di restare al top: ecco come.

WTCR
13 lug 2021
Coletti-Filippi: "Alfa Giulia e Pure ETCR le nostre scommesse" Prime

Coletti-Filippi: "Alfa Giulia e Pure ETCR le nostre scommesse"

Intervista doppia esclusiva di Motorsport.com ai due piloti della Romeo Ferraris, che corrono con la Giulia ETCR nel campionato turismo elettrico: ecco le loro impressioni e aspettative di questa avventura.

ETCR
8 lug 2021
Monteiro: dalla quasi morte alla resurrezione all'Inferno (Verde) Prime

Monteiro: dalla quasi morte alla resurrezione all'Inferno (Verde)

Il portoghese sul Nordschleife ha inaugurato la stagione 2021 del WTCR con una grandissima vittoria, che è la seconda nella serie dal rientro del 2019 dopo l'incidente che per poco lo ha ucciso. Ecco come è arrivata e perché è molto più reale della precedente.

WTCR
13 giu 2021
WTCR: il Paradiso per pochi eletti parte dall'Inferno (Verde) Prime

WTCR: il Paradiso per pochi eletti parte dall'Inferno (Verde)

Il Mondiale Turismo riparte nel weekend con le gare del Nurburgring, ma il sapore è sempre più quello di un campionato riservato esclusivamente agli ufficiali e ai più ricchi, estromettendo di fatto quei team che potevano ambire a qualcosa di grande con il concetto TCR.

WTCR
30 mag 2021
WTCR: l'uscita delle Alfa Romeo è una doppia sconfitta Prime

WTCR: l'uscita delle Alfa Romeo è una doppia sconfitta

La Romeo Ferraris non schiererà più le sue Giulietta nella massima serie turismo per via di un regolamento che mette sempre più da parte i privati, confermando ancora una volta la cecità sportiva dei vertici del Biscione.

WTCR
25 mar 2021