Comini: "Sono di nuovo leader, ma sull'asciutto la Golf non andava per niente!"

Grazie ai punti conquistati in Austria, Stefano Comini è nuovamente in testa al campionato, ma ammette una certa sofferenza. Contenti Vernay e Grachev per le vittorie, punti pesanti per Nash, sorridono Afanasyev e Homola.

Comini: "Sono di nuovo leader, ma sull'asciutto la Golf non andava per niente!"

Ecco le parole dei piloti della TCR International Series saliti sul podio del Salzburgring.

Mikhail Grachev (primo in Gara 1): "Ad Imola non mi aspettavo di vincere, ma qui certamente non l'avrei mai nemmeno sognato. Partivo nono e volevo arrivare alla fine solamente preservando l'auto in vista di Gara 2, per la quale partivo in prima fila. Sono scattato bene e ho avuto fortuna nell'evitare l'incidente che ha coinvolto diverse auto davanti a me. I problemi occorsi a Pepe Oriola sicuramente mi hanno regalato la vittoria, che altrimenti sarebbe stata impossibile agguantare perché lui era molto più veloce di me. Avevamo scelto un compromesso nel set-up perché temevamo la pioggia, per cui la nostra auto era più morbida e sui rettilinei soffriva, mentre in uscita dalle curve aveva un'ottima trazione".

Jean-Karl Vernay (primo in Gara 2): "Stamattina ci siamo svegliati e Comini mi ha detto che sarebbe piovuto! Gara 2 è stata folle, ma sono partito bene guadagnando subito un buon margine. Dopo la safety car sono riuscito a scappare via di nuovo, ma un mio errore ha permesso a Sergey Afanasyev di superarmi; fortunatamente l'ho ripassato poco dopo. Penso che questo sia il risultato perfetto perché abbiamo preso punti inaspettati, venendo qui sapevamo che avremmo sofferto, soprattutto sull'asciutto. Ringrazio il team per il duro lavoro che ha fatto questo weekend, spero di non ricevere troppa zavorra per le prossime gare!"

James Nash (secondo in Gara 1): "In Qualifica le cose non sono andate affatto bene, ma il weekend dal punto di vista del campionato è finito meglio. Siamo riusciti ad evitare l'incidente della prima curva e a giocarci il podio. La toccata con Borković è stata lieve, ma purtroppo non l'ho visto perché mi ha affiancato dall'esterno, mi dispiace per lui".

Sergey Afanasyev (secondo in Gara 2): "Questo risultato è merito del lavoro che i miei meccanici hanno svolto nei box, per cui li ringrazio. L'unica alternativa era rinunciare al parco chiuso e scattare dal fondo. In Gara 1 l'obiettivo era restare in pista, ma purtroppo ho avuto un problema all'anteriore sinistra. In Gara 2 speravo di prendere punti e stavolta ce l'ho fatta".

Mat’o Homola (terzo in Gara 1): "Le Qualifiche sono state da dimenticare, ho sbattuto proprio mentre ero in testa per cui ringrazio la squadra per aver riparato la mia vettura così velocemente. Il via di Gara 1 non è stato il massimo perché mi sono trovato coinvolto nell'incidente della prima curva, ma il passo era davvero notevole e ho rimontato fino a lottare per il podio. Per me è molto positivo".

Stefano Comini (terzo in Gara 2): "Prima di venire qui ho mandato un SMS a Pepe Oriola dicendogli di stare attento perché l'avrei superato in classifica piloti! Sono molto dispiaciuto per il rendimento della mia VW Golf perché sull'asciutto non avevamo la possibilità di lottare coi migliori. Sulla griglia di Gara 2 sono stato il primo a montare le gomme da bagnato, alla fine si è rivelata la scelta giusta. Ringrazio la Leopard Racing, con questo risultato sono nuovamente leader del campionato".

condivisioni
commenti
Salzburgring, Gara 2: Vernay è il mago della pioggia!

Articolo precedente

Salzburgring, Gara 2: Vernay è il mago della pioggia!

Prossimo Articolo

Nel 2017 partirà la TCR Scandinavia Series

Nel 2017 partirà la TCR Scandinavia Series
Carica commenti