China: il Teamwork Motorsport trionfa in Gara 3 a Guangdong

Vittoria nell'ultima gara dell'anno per Wong ed Hui davanti a Leo Racing e Champ X T.A. Motorsport, mentre Xia Yi Li getta alle ortiche il successo con l'Alfa Romeo dopo le belle cose fatte da Ma Qing Hua.

China: il Teamwork Motorsport trionfa in Gara 3 a Guangdong

Alex Hui e Sunny Wong hanno concluso in grande stile la stagione 2018 - che li ha visti diventare Campioni della TCR China Series - andando a trionfare in Gara 3 al Guangdong International Circuit.

Per la coppia del TeamWork Motorsport è così arrivata la sesta vittoria di questa annata nella gara da 60', seppur i due abbiano dovuto sudare parecchio per ottenerla.

Inizialmente la Volkswagen Golf GTI della squadra di Hong Kong ha dato spettacolo combattendo contro la Alfa Romeo Giulietta condotta da Ma Qing Hua, tra sorpassi e controsorpassi che hanno portato il cinese a prendere il comando delle operazioni al giro 9 sfruttando il doppiaggio di Li Ke Ning al tornantino.

Successivamente è cominciata la girandola dei pit-stop e Ma ha ceduto il posto a Xia Yi Li, che è rientrato in pista con 26" di margine sui rivali nel momento in cui ha cominciato a scendere una pioggerellina insidiosa; manco il tempo di dire nulla che il pilota della Freely Racing ha commesso un errore in fondo al rettilineo andando lungo, per poi piantarsi malamente nella ghiaia buttando al vento il successo.

Rimossa la Giulietta costruita dalla Romeo Ferraris, Wong ha potuto così balzare al comando senza che nessuno lo potesse impensierire, conquistando il successo con 29" di vantaggio sulla Volkswagen Golf GTI della Leo Racing condivisa da Li Lin e Li Si Cheng.

Sul podio salgono anche i piloti della Champ X T.A. Motorsport, Gary Lo e Falco Lau, al volante della loro Audi RS 3 LMS con un giro di ritardo rispetto ai vincitori, mentre Shi Nai Jie ha portato l'Audi RS 3 LMS del TeamWork Motorsport quarta, ma a 6 giri dai colleghi dopo una serie di erroracci finendo più volte in testacoda e fuori pista.

A 5' dal termine, Xia Yi Li ha ripreso la via della pista con l'Alfa Romeo, ma essendo a 13 giri dal leader non è stato classificato.

La classifica finale vede Hui e Wong chiudere al comando con 157 punti e un bel +30 sulla coppia della MacPro Racing, Henry Ho-Eurico De Jesus, assenti per i problemi avuti nella riconsegna della loro Honda dopo le gare del WTCR a Macao. Tian Li Ying e Li Xue Feng (HE Racing) sono terzi con 92,5 punti nonostante il ritiro in Gara 3 per un problema accusato dalla loro Volkswagen Golf GTI. Il titolo per i team era già stato vinto dalla MacPro Racing.

condivisioni
commenti
China: Hui vince Gara 2 e titolo con Wong e il TeamWork Motorsport
Articolo precedente

China: Hui vince Gara 2 e titolo con Wong e il TeamWork Motorsport

Prossimo Articolo

Michelin Pilot Challenge: nel 2019 ci sono anche le Honda di Atlanta Speedwerks e Hype Motorsport Group

Michelin Pilot Challenge: nel 2019 ci sono anche le Honda di Atlanta Speedwerks e Hype Motorsport Group
Carica commenti
Le migliori gare del 2021: Monteiro risorge all'Inferno (Verde) Prime

Le migliori gare del 2021: Monteiro risorge all'Inferno (Verde)

Nel 2017 ha visto la morte in faccia, nel 2018 ha lottato per tornare e il 2021 del portoghese nel WTCR è cominciato come meglio non potesse sognare: trionfo da Campionissimo al Nordschleife, sulla pista più dura e assassina del mondo.

WTCR
13 gen 2022
Nella tana del Cinghiale: Tarquini raccontato da amici e rivali Prime

Nella tana del Cinghiale: Tarquini raccontato da amici e rivali

Annunciato il suo addio alle corse a tempo pieno, Gabriele Tarquini si appresta ad affrontare una nuova vita dopo tantissimi anni di carriera ed esperienze. Motorsport.com ha parlato con alcuni dei suoi più stretti amici e accerrimi rivali per conoscere aneddoti e restroscena che vi proponiamo in esclusiva.

WTCR
14 nov 2021
Le TCR perdute: oggi chi fa da sè... non fa per tre Prime

Le TCR perdute: oggi chi fa da sè... non fa per tre

Le TCR Series hanno preso il via nel 2015 e ad oggi sono diversi i modelli delle Case presenti in pista, più o meno nuovi. Ma c'è anche qualcuno che in questi anni ha provato a mettersi in proprio, con risultati differenti e particolari. Scopriamo di chi si tratta.

TCR
6 ago 2021
Tarquini: bravura e intelligenza che fanno vincere a 59 anni Prime

Tarquini: bravura e intelligenza che fanno vincere a 59 anni

Ad Aragón il "Cinghiale" ha ottenuto l'ennesima vittoria di una carriera che pare non fermarsi mai. Ma oltre alle qualità di pilota, l'abruzzese conta sulla passione e una testa che da anni gli consente di restare al top: ecco come.

WTCR
13 lug 2021
Coletti-Filippi: "Alfa Giulia e Pure ETCR le nostre scommesse" Prime

Coletti-Filippi: "Alfa Giulia e Pure ETCR le nostre scommesse"

Intervista doppia esclusiva di Motorsport.com ai due piloti della Romeo Ferraris, che corrono con la Giulia ETCR nel campionato turismo elettrico: ecco le loro impressioni e aspettative di questa avventura.

ETCR
8 lug 2021
Monteiro: dalla quasi morte alla resurrezione all'Inferno (Verde) Prime

Monteiro: dalla quasi morte alla resurrezione all'Inferno (Verde)

Il portoghese sul Nordschleife ha inaugurato la stagione 2021 del WTCR con una grandissima vittoria, che è la seconda nella serie dal rientro del 2019 dopo l'incidente che per poco lo ha ucciso. Ecco come è arrivata e perché è molto più reale della precedente.

WTCR
13 giu 2021
WTCR: il Paradiso per pochi eletti parte dall'Inferno (Verde) Prime

WTCR: il Paradiso per pochi eletti parte dall'Inferno (Verde)

Il Mondiale Turismo riparte nel weekend con le gare del Nurburgring, ma il sapore è sempre più quello di un campionato riservato esclusivamente agli ufficiali e ai più ricchi, estromettendo di fatto quei team che potevano ambire a qualcosa di grande con il concetto TCR.

WTCR
30 mag 2021
WTCR: l'uscita delle Alfa Romeo è una doppia sconfitta Prime

WTCR: l'uscita delle Alfa Romeo è una doppia sconfitta

La Romeo Ferraris non schiererà più le sue Giulietta nella massima serie turismo per via di un regolamento che mette sempre più da parte i privati, confermando ancora una volta la cecità sportiva dei vertici del Biscione.

WTCR
25 mar 2021