Buon test con la Honda Civic TCR per Khun Nattachak

Il pilot thailandese Khun Nattachak è stato alla JAS Motorsport per provare la Honda Civic che utilizzerà in TCR Thailand Series nel 2016.

La nuova TCR Thailand Series sta incominciando a prendere forma, in attesa del debutto che avverrà a Buriram il weekend dell'8-10 maggio.

Khun Nattachak Hanjitkasem ha recentemente provato la sua nuova Honda Civic TCR recandosi alla sede della JAS Motorsport, dove ha potuto incontrare i tecnici della azienda milanese (partner tecnico di Honda) che si occupano della costruzione delle vetture TCR.

Il pilota thailandese è dunque sceso in pista sul Circuito Tazion Nuvolari per effettuare un test, che per sua sfortuna si è svolto su pista bagnata.

"La TCR è una serie nuovissima che penso crescerà molto in futuro perché ti dà la possiblità di correre in tutto il mondo, ma anche a livello nazionale - ha detto Khun Nattachak - Le vetture TCR sono costruite con tutte le caratteristiche delle auto di serie, per cui l'affidabilità di esse dipende per la maggior parte dalla Casa. In questo modo si possono anche contenere i costi durante l'anno".

"I regolamenti creano un giusto equilibrio fra tutti, in pratica la differenza la farà il pilota che lavorerà di più e meglio. I motori sono uguali per tutti, questo fa partire i concorrenti allo stesso livello".

A questo punto la questione è: perché scegliere un Honda Civic? "Molte squadre hanno scelto le SEAT, penso che se avessi optato anche io per questa vettura avrei corso un campionato monomarca. Siccome ho buoni rapporti con Honda, avendo corso con una Civic FD in passato, mi è sembrato logico affidarmi al mezzo costruito dalla JAS Motorsport".

"Ho avuto la possibilità di andare in Italia a provare la Civic TCR e visitare la sede della JAS, incontrando meccanici, tecnici e ingegneri. Il clima mi è piaciuto davvero moltissimo".

La Civic TCR ha subito stregato Khun Nattachak, abituato ai modelli Super2000: "Rispetto alla Civic FD, il modello della Civic TCR ha molti più cavalli. Il motore turbo da 2 litri rende l'auto molto più potente e divertente, ma bisogna imparare a gestirla, dato che a volte ho dovuto aspettare per sfruttare tutta la spinta del turbo".

"Purtroppo nella giornata di test ha piovuto e non ho avuto la possibilità di spingere al massimo, ma ho subito trovato la macchina molto facile in termini di guidabilità e maneggevolezza. Il volante risponde ottimamente, quando andavo in sovrasterzo me ne accorgevo subito e riuscivo a rimetterla in carreggiata. Fantastici anche cambio e motore. Penso che la JAS abbia lavorato benissimo e costruito una vettura molto buona rispetto alle altre. Non ho avuto problemi e c'è stato subito feeling".

"L'unica cosa nuova per me è era la guida a sinistra, ma dopo pochi giri mi sono subito abituato, anche perché in molte cose è simile alla mia Civic FD, come il paddle shift".

Ora ci si concentrerà a pieno sul nuovo impegno del 2016, ovvero la TCR Thailand Series: "In generale posso ritenermi molto soddisfatto del test, mi sono divertito e non vedo l'ora di riprovare la Civic TCR, così come di correre in TCR Thailand Series. Sarà una sfida nuova per me perché mi confronterò con avversari forti. Quest'anno mi voglio concentrare solo sulla TCR anche per risparmiare".

Per quanto riguarda le altre squadre, al momento sappiamo che il Krating Daeng Racing Team ha scelto tre SEAT León.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati TCR
Team Honda Racing Team JAS
Articolo di tipo Ultime notizie