Borković: "Stracontento della vittoria con l'Alfa Romeo"

Il serbo è incontenibile per il primo successo conquistato in carriera a Sakhir con la Giulietta, mentre Nash e Valente si sono dovuti accontentare del podio, e Vernay di un quarto posto che lo proietta al comando della classifica.

Borković: "Stracontento della vittoria con l'Alfa Romeo"
Press Conference: Race winner Dusan Borkovic , GE-Force, Alfa Romeo Giulietta TCR, second place James Nash, Lukoil Craft-Bamboo Racing, SEAT León TCR, third place Hugo Valente, Lukoil Craft-Bamboo Racing, SEAT León TCR
Podium: Race winner Dusan Borkovic , GE-Force, Alfa Romeo Giulietta TCR, second place James Nash, Lu
Race winner Dusan Borkovic , GE-Force, Alfa Romeo Giulietta TCR
Hugo Valente, Lukoil Craft-Bamboo Racing, SEAT León TCR
Jean-Karl Vernay, Leopard Racing Team WRT, Volkswagen Golf GTi TCR
Hugo Valente, Lukoil Craft-Bamboo Racing, SEAT León TCR
James Nash, Lukoil Craft-Bamboo Racing, SEAT León TCR, Jean-Karl Vernay, Leopard Racing Team WRT, Vo
Dusan Borkovic , GE-Force, Alfa Romeo Giulietta TCR
Podium: James Nash, Lukoil Craft-Bamboo Racing, SEAT León TCR
Podium: Race winner Dusan Borkovic , GE-Force, Alfa Romeo Giulietta TCR
Podium: Hugo Valente, Lukoil Craft-Bamboo Racing, SEAT León TCR
Podium: Race winner Dusan Borkovic , GE-Force, Alfa Romeo Giulietta TCR, second place James Nash, Lu
Podium: Race winner Dusan Borkovic , GE-Force, Alfa Romeo Giulietta TCR
Race winner Dusan Borkovic , GE-Force, Alfa Romeo Giulietta TCR
Hugo Valente, Lukoil Craft-Bamboo Racing, SEAT León TCR
Pepe Oriola, Lukoil Craft-Bamboo Racing, SEAT León TCR

Gara 2 della TCR International Series ha visto ancora una volta l'Alfa Romeo Giulietta della Romeo Ferraris andare a vincere la sua seconda gara (su quattro) di questo inizio di stagione 2017.

Al volante della vettura preparata dalla GE-Force stavolta c'era l'ottimo Dušan Borković, che sceso dal podio di Sakhir non ha contenuto l'estrema gioia.

"Sono stracontento di questo risultato - ha detto il serbo - Ringrazio ingegneri e meccanici di Romeo Ferraris e GE-Force per avermi dato questa grande auto. L'anno scorso ero andato molto vicino a vincere, ma ho sempre commesso errori stupidi, soprattutto quando mi trovavo in Top5. Oggi ho sfruttato al meglio la partenza dalla prima fila per prendere il comando, poi ho guadagnato appena ho visto che dietro di me cominciavano a lottare".

"Anche le Honda sono partite bene, ma fortunatamente sono riuscito a tornare in testa dopo poco e ad avere l'aria pulita senza nessuno davanti. Sapevo come attaccare! L'Alfa stressa più le gomme rispetto alla SEAT che guidavo nel 2016 perché ha più coppia, il che crea vantaggi e svantaggi. Sono molto contento di aver vinto qui in Bahrain, un posto bellissimo dove siamo assieme alla Formula 1".

La piazza d'onore va invece a James Nash, che con la sua SEAT León TCR riesce a riscattare l'opaca prova della Georgia.

"La partenza è stato un momento molto importante, sono riuscito ad essere aggressivo e a piazzarmi secondo, mentre dietro lottavano molto - ha dichiarato il ragazzo inglese della Craft Bamboo Lukoil - Ho visto Valente dietro a Vernay, poi entrambi hanno cominciato a battagliare con me! Non potevo raggiungere Dušan, per cui mi sono concentrato nel mantenere il secondo posto".

"Tutti facevamo errori, avrebbe avuto la meglio chi ne commetteva di meno. Le temperature erano altissime e con le gomme si soffriva parecchio, era facile sbandare e rovinarle ad ogni curva. Verso la fine ho sbagliato qualcosa e Hugo mi ha raggiunto, ma per fortuna nemmeno lui è stato impeccabile e quindi ho mantenuto il secondo posto".

Il suo compagno di squadra, Hugo Valente, ha quindi dovuto accontentarsi del gradino più basso del podio, che comunque risulta essere il terzo piazzamento in Top3 consecutivo per il francese.

"Sono molto contento perché penso di aver fatto un grande lavoro - ha detto il transalpino - Partire ottavo e raggiungere il podio era molto più difficile del risultato ottenuto in Gara 1. Sono al terzo podio di fila in tre gare completate e non posso non essere felice. In questo weekend era importante prendere tanti punti e sono realmente al settimo cielo per le prestazioni ottenute".

"Alla fine ho pensato potessi riprendere James, ma anche io avevo le gomme usurate. Sono contento per lui, dato che il weekend della Georgia non era andato benissimo; è bello essere entrambi qui e spero accada parecchie altre volte in stagione. La gara è stata molto bella e divertente, ricca di sorpassi e battaglie. Vernay mi ha quasi fatto da guardia del corpo tenendosi dietro Colciago. Non vedo l'ora di essere a Spa, conosco bene la pista e sono curioso di vedere come andrà la vettura".

Con il quarto posto centrato al volante della sua Volkswagen Golf GTi TCR, Jean-Karl Vernay si è invece assicurato i punti che lo issano al comando della classifica piloti dopo due eventi.

"Ho fatto una bella gara prendendo punti importanti per il campionato - ha aggiunto il pilota della Leopard Racing - Ancora una volta ho sofferto un po' al via, bisogna lavorare ancora su frizione e acceleratore se vogliamo evitare di perdere troppe posizioni nelle partenze. I primi due giri sono stati buoni, ero terzo, ma dopo le SEAT mi hanno superato perché erano più veloci sul rettilineo. Non c'è stato modo di passarle nuovamente".

"Speravo in un altro podio, ma comunque il quarto posto va bene per il campionato perché ora sono primo. L'obiettivo per noi era prendere punti, ma non è stato semplice perché non abbiamo l'auto più veloce. Eppure ce ne siamo portati a casa 27 grazie al lavoro eccezionale del team. Dobbiamo continuare così, sono ceto che prima o poi la vittoria arriverà. Ora andremo su piste migliori per la nostra auto, quindi continuiamo a spingere!"

condivisioni
commenti
Alfa Romeo bollente a Sakhir, Borković trionfa in Gara 2
Articolo precedente

Alfa Romeo bollente a Sakhir, Borković trionfa in Gara 2

Prossimo Articolo

Punti preziosi per Morbidelli, weekend sfortunato per Altoè in Bahrain

Punti preziosi per Morbidelli, weekend sfortunato per Altoè in Bahrain
Carica commenti
Le migliori gare del 2021: Monteiro risorge all'Inferno (Verde) Prime

Le migliori gare del 2021: Monteiro risorge all'Inferno (Verde)

Nel 2017 ha visto la morte in faccia, nel 2018 ha lottato per tornare e il 2021 del portoghese nel WTCR è cominciato come meglio non potesse sognare: trionfo da Campionissimo al Nordschleife, sulla pista più dura e assassina del mondo.

WTCR
13 gen 2022
Nella tana del Cinghiale: Tarquini raccontato da amici e rivali Prime

Nella tana del Cinghiale: Tarquini raccontato da amici e rivali

Annunciato il suo addio alle corse a tempo pieno, Gabriele Tarquini si appresta ad affrontare una nuova vita dopo tantissimi anni di carriera ed esperienze. Motorsport.com ha parlato con alcuni dei suoi più stretti amici e accerrimi rivali per conoscere aneddoti e restroscena che vi proponiamo in esclusiva.

WTCR
14 nov 2021
Le TCR perdute: oggi chi fa da sè... non fa per tre Prime

Le TCR perdute: oggi chi fa da sè... non fa per tre

Le TCR Series hanno preso il via nel 2015 e ad oggi sono diversi i modelli delle Case presenti in pista, più o meno nuovi. Ma c'è anche qualcuno che in questi anni ha provato a mettersi in proprio, con risultati differenti e particolari. Scopriamo di chi si tratta.

TCR
6 ago 2021
Tarquini: bravura e intelligenza che fanno vincere a 59 anni Prime

Tarquini: bravura e intelligenza che fanno vincere a 59 anni

Ad Aragón il "Cinghiale" ha ottenuto l'ennesima vittoria di una carriera che pare non fermarsi mai. Ma oltre alle qualità di pilota, l'abruzzese conta sulla passione e una testa che da anni gli consente di restare al top: ecco come.

WTCR
13 lug 2021
Coletti-Filippi: "Alfa Giulia e Pure ETCR le nostre scommesse" Prime

Coletti-Filippi: "Alfa Giulia e Pure ETCR le nostre scommesse"

Intervista doppia esclusiva di Motorsport.com ai due piloti della Romeo Ferraris, che corrono con la Giulia ETCR nel campionato turismo elettrico: ecco le loro impressioni e aspettative di questa avventura.

ETCR
8 lug 2021
Monteiro: dalla quasi morte alla resurrezione all'Inferno (Verde) Prime

Monteiro: dalla quasi morte alla resurrezione all'Inferno (Verde)

Il portoghese sul Nordschleife ha inaugurato la stagione 2021 del WTCR con una grandissima vittoria, che è la seconda nella serie dal rientro del 2019 dopo l'incidente che per poco lo ha ucciso. Ecco come è arrivata e perché è molto più reale della precedente.

WTCR
13 giu 2021
WTCR: il Paradiso per pochi eletti parte dall'Inferno (Verde) Prime

WTCR: il Paradiso per pochi eletti parte dall'Inferno (Verde)

Il Mondiale Turismo riparte nel weekend con le gare del Nurburgring, ma il sapore è sempre più quello di un campionato riservato esclusivamente agli ufficiali e ai più ricchi, estromettendo di fatto quei team che potevano ambire a qualcosa di grande con il concetto TCR.

WTCR
30 mag 2021
WTCR: l'uscita delle Alfa Romeo è una doppia sconfitta Prime

WTCR: l'uscita delle Alfa Romeo è una doppia sconfitta

La Romeo Ferraris non schiererà più le sue Giulietta nella massima serie turismo per via di un regolamento che mette sempre più da parte i privati, confermando ancora una volta la cecità sportiva dei vertici del Biscione.

WTCR
25 mar 2021