René Münnich e la Honda continuano il loro dominio anche ad Abu Dhabi

condivisioni
commenti
René Münnich e la Honda continuano il loro dominio anche ad Abu Dhabi
Di:
02 feb 2019, 09:18

Altri due successi per il tedesco che si è comodamente tenuto dietro la Cupra di Breukers. Primo podio per i piloti J W Bird Motorsport con la Volkswagen, le Cupra della Zengő Motorsport si rompono.

#77 Honda Civic Type R TCR, Renè Munnich, Munnich Motorsport
#77 Honda Civic Type R TCR, Renè Munnich, Munnich Motorsport
#21 Volkswagen Golf GTI TCR, Paul Dehadray, Kieran Griffin, J W Bird Motorsport
#21 Volkswagen Golf GTI TCR, Paul Dehadray, Kieran Griffin, J W Bird Motorsport
#101 Cupra TCR, Red Camel-Jordans.nl, Luc Breukers
#8 Cupra TCR, Tamas Tenke, Zengo Motorsport
#8 Cupra TCR, Tamas Tenke, Zengo Motorsport

Con altri due successi in fila, René Münnich vola nella classifica della TCR Middle East Series, i cui protagonisti si sono dati battaglia per il secondo weekend stagionale sul circuito di Yas Marina ad Abu Dhabi.

Come accaduto una settimana fa a Dubai, il pilota tedesco ha piazzato la propria Honda Civic Type R in pole position nelle qualifiche, per poi involarsi verso il successo nelle due gare andate in scena tra venerdì sera e sabato mattina.

Il portacolori della ALL-INKL.COM Münnich Motorsport ha preso il largo fin dal via in Gara 1, nonostante Luc Breukers abbia tentato di infilarlo all'interno della curva 1 con la Cupra della Red Camel-Jordans.nl. L'olandese non ha avuto grossi problemi a mantenere la piazza d'onore fino alla bandiera a scacchi, mentre sul podio sale il debuttante Paul Dehadray, alla prima uscita con la Volkswagen Golf GTI preparata dalla J W Bird Motorsport.

Prima gara anche per il giovane ungherese Tamás Tenke, che grazie alla Zengő Motorsport si è potuto cimentare al volante della Cupra offertagli dal proprietario Zoltán Zengő, anch'esso in azione con un'altra vettura spagnola. La coppia magiara inizialmente ha combattuto per il terzo posto, ma al giro 4 Zengő ha avuto un problema al motore che lo ha costretto a fermarsi sul tracciato, mentre Dehadray è riuscito a sfilare dalle mani di Tenke l'ultimo gradino del podio prima che il 23enne rientrasse ai box al penultimo giro per alcune noie tecniche.

Münnich ha dominato anche Gara 2 che ha visto Kieran Griffin prendere il posto di Dehadray sulla Golf bianca per scattare dalla pole position della griglia invertita. Il concorrente della J W Bird Motorsport già alla prima tornata ha dovuto lasciare strada alla Honda del vincitore e alla Cupra di Breukers, il quale si è dovuto difendere da Tenke.

Quest'ultimo è dovuto tornare ai box per via di una ruota rotta al giro 2, ma successivamente ha alzato definitivamente bandiera bianca al 6° passaggio. Non è andata meglio al suo capo Zoltán Zengő, rimasto appiedato dai guai accusati in Gara 1.

Con Münnich ormai lontanissimo, Griffin ha provato ad approfittare dei cali di potenza del motore avuti da Breukers per soffiargli il secondo posto, ma invano.

Oggi si svolgerà anche Gara 3 della durata di 4h, valida pure come secondo round della 24H Middle East Series.

Prossimo Articolo
La Zengő Motorsport vince Gara 3 da 6h a Dubai

Articolo precedente

La Zengő Motorsport vince Gara 3 da 6h a Dubai

Prossimo Articolo

In Gara 3 di Abu Dhabi arriva il primo sorriso per la Red Camel-Jordans.nl

In Gara 3 di Abu Dhabi arriva il primo sorriso per la Red Camel-Jordans.nl
Carica commenti