TCR Italy: weekend di carattere a Imola per Brigliadori

Nonostante la poca conoscenza della sua nuova Hyundai e un problema in Qualifica, il ragazzo di BF Motorsport sul Santerno ottiene due piazzamenti a punti che lo tengono in lizza per il titolo in vista dell'ultimo round.

TCR Italy: weekend di carattere a Imola per Brigliadori

Imola, terra di sospiri per Eric Brigliadori. L’Enzo e Dino Ferrari, ancora una volta, ha messo alla prova il pilota cesenate, arrivato sulle rive del Santerno con tante speranze per il round del TCR Italy che solo in parte sono state ripagate.

Ovviamente è stato un fine settimana duro, ma alla fine un piccolo sorriso è uscito. Il giovane della BF Motorsport è arrivato al penultimo round del campionato con la Hyundai i30 TCR, provata per un breve shakedown in settimana.

Ottimo il lavoro del Team romagnolo che lo ha supportato, come sempre, al 120%. Il passo fin dalle libere c’era e anche tutti i presupposti per fare bene pure in qualifica, seppur con tanto lavoro da fare.

Purtroppo la rottura di un mozzo ruota ha compromesso la qualifica e le relative griglie di partenza, dove Brigliadori è scattato per ben due volte dalla 20a posizione.

Nonostante questo, ha portato in fondo due splendide corse in rimonta. In Gara 1 scatta bene e riesce a recuperare subito cinque posizioni. Al quarto passaggio è già decimo. Tre giri più tardi sale in nona piazza, posizione che mantiene fin sotto la bandiera a scacchi.

In Gara 2 stesso copione, grande start e testa bassa per l’ennesima rimonta. Brigliadori recupera subito due posizioni e al quarto passaggio è già 15°. Nonostante le tre safety car, continua a recuperare a suon di sorpassi. Ottimo a sfruttare le ripartenze, taglia il traguardo in quarta posizione.

Classifica che rimane sub-judice per fatti estranei al cesenate. La matematica lo tiene in lotta per il titolo che si deciderà nell’ultimo appuntamento del Mugello.

"Weekend molto intenso e combattuto - dice Brigliadori - Peccato per la qualifica, viste le prestazioni potevo essere lì a giocarmi il podio. Ottimo lavoro del Team che nonostante la poca esperienza con la macchina mi ha messo in condizioni ottimali".

"Alla fine mi sono divertito in rimonta, ma è stato difficile visto il livello del campionato. Adesso abbiamo un mese di tempo prima dell’ultima gara del Mugello dove darò il 120%, la matematica mi tiene ancora in corsa per l’alloro e sfrutterò tutto quello che posso".

Complicato invece il weekend di Alberto Rodio, al debutto nel TCR Italy. Il romano comunque non ha mai mollato la presa, cercando di portare in fondo il weekend con carattere. Cosa che lo contraddistingue da sempre, per lui ora l’attesa dell’ultima gara.

condivisioni
commenti
TCR Italy: podio DSG per Marco Butti ad Imola

Articolo precedente

TCR Italy: podio DSG per Marco Butti ad Imola

Prossimo Articolo

TCR Italy: primo podio per Imberti, ma Gara 2 da dimenticare

TCR Italy: primo podio per Imberti, ma Gara 2 da dimenticare
Carica commenti