Nel TCR Italy la vittoria ha tutto il sapore della Svizzera!

condivisioni
commenti
Nel TCR Italy la vittoria ha tutto il sapore della Svizzera!
Chiara Rainis
Di: Chiara Rainis , Motorsport.com Switzerland
30 ott 2018, 14:42

Grazie ai cinque successi a firma di Luigi Ferrara, la 42 Racing SA, con base a Lugano, si è laureata campione nella classifica squadre della maggiore serie Turismo tricolore: il racconto del team principal Marco Raggi

L’ultima vittoria è arrivata proprio nel round conclusivo di Monza. Primo e scatenato sia in Gara 1 sia in Gara 2, Luigi Ferrara, pur essendosi dovuto accontentare, per appena 2,5 punti, della piazza d’onore nella classifica generale piloti alle spalle di Salvatore Tavano, ha consegnato alla sua squadra, la 42 Racing, la coppa più importante per quanto concerne i marchi. Un risultato di grande rilievo soprattutto se si considera che la scuderia era debuttante.

“Il programma 2018, che ha previsto lo schieramento di un’Alfa Romeo Giulietta gestita dalla V-Action, è stato chiuso solamente quindici giorni prima dell’avvio del campionato, fissato ad Imola nel fine settimana del 27-29 aprile”, ha raccontato in esclusiva a Motorsport.com Svizzera il patron e team principal Marco Raggi.

“Ed è grazie al determinante supporto della Romeo Ferraris che ci siamo assicurati anche la presenza di Gigi”.

Leggi anche:

Chiamato alla prestazione, il driver barese non ha tradito le attese e già all’Enzo e Dino Ferrari ha ottenuto un doppio centro, cui ne sono seguiti altri tre e altrettanti secondi posti. Unico rammarico finora, la sesta ciliegina mancata nel secondo week end a Imola a fine luglio a causa di una penalità di 25” ricevuta per condotta irregolare in regime di Safety-Car che lo ha fatto retrocedere al 16esimo posto e che probabilmente ha pesato sull’esito del campionato.

Tra le buone notizie per il 36enne anche il quinto posto assoluto nel TCR Swiss Trophy pur avendo disputato un solo evento, e l’ingaggio da parte del team Mulsanne per la partecipazione con la Giulietta TCR alle manche di Suzuka e Macao del Mondiale Turismo. 

“Per il 2019 ci siamo posti diversi obiettivi come partecipare a campionati TCR nazionali o continentali, e soprattutto portare Ferrara nel WTCR”, ha proseguito Raggi a proposito del futuro.

“Ci piacerebbe inoltre aumentare il numero di piloti seguiti dalla nostra società e raccogliere maggior supporto da parte di aziende elvetiche interessate a promuoversi nel mondo dei motori”. 

 
Prossimo Articolo
Alfa Romeo: Gigi Ferrara domina a Monza, Ceccon si destreggia bene in Cina

Articolo precedente

Alfa Romeo: Gigi Ferrara domina a Monza, Ceccon si destreggia bene in Cina

Prossimo Articolo

Test: in pista ad Adria con la Cupra campione d'Italia TCR

Test: in pista ad Adria con la Cupra campione d'Italia TCR
Carica commenti

Su questo articolo

Serie TCR Italia
Autore Chiara Rainis
Tipo di articolo Analisi