TCR Italy: bis di Giacon fra gli autoscontri di Gara 2 a Monza

Ancora una volta si impone il veneto di Honda-MM, Brigliadori è secondo davanti a Tavano e torna leader del campionato, ma le botte da orbi vedono rimetterci Jelmini con Reduzzi e Pellegrinelli, mentre Pellegrini centra Valori, bravo a rimontare fino al quinto posto. Brava la Raffaele quarta, Guastamacchia sesto dal fondo. Poloni vince nel DSG dopo le scintille con Imberti.

TCR Italy: bis di Giacon fra gli autoscontri di Gara 2 a Monza

Jonathan Giacon concede il bis a Monza aggiudicandosi anche Gara 2 del TCR Italy in un altro round ad eliminazione che a tratti ha dato l'impressione di essere la fiera degli autoscontri più che Turismo.

Sotto questo punto di vista si può dire che non tutti i concorrenti hanno recepito le truci ammonizioni della direzione gara nel briefing convocato in mattinata per cercare di evitare il ripetersi degli episodi visti in Gara 1 di sabato. Fin dalla partenza i contatti non sono mancati e la Safety Car è dovuta entrare già al primo giro, ma andiamo per ordine con il racconto.

Allo spegnimento dei semafori il poleman della griglia invertita, Marco Pellegrini, si invola al comando alla prima variante, mentre al suo fianco non è ottimo lo stacco-frizione di Simone Pellegrinelli, la cui Cupra Leon Competición viene velocemente risucchiata nel gruppo.

Pellegrini sfila davanti alla Cupra di Salvatore Tavano, alle Honda Civic Type R di Jonathan Giacon e Alessandro Giardelli, e alle Audi RS 3 LMS di Ronnie Valori ed Eric Brigliadori, ma se alla prima variante passano pressoché tutti indenni (un trionfo!), ecco che poco dopo è il curvone "Biassono" a regalare il primo brivido.

Pellegrinelli, scivolato da secondo ad addirittura settimo, va a chiudere la porta all'arrembante Felice Jelmini, che all'esterno ha già quasi due ruote sull'erba. Inevitabile il contatto tra i due: il pilota della Scuderia del Girasole by Cupra Racing si insabbia girandosi davanti alla Hyundai del ragazzo di PMA Motorsport, che nonostante l'escursione nella ghiaia prosegue la sua corsa crollando però ultimo.

Alla "Roggia" sono già botte da orbi, con Michele Imberti che va a tamponare Matteo Poloni in quella che è la lotta per la leadership fra le DSG. L'Audi del portacolori di Race Lab finisce in testacoda e colpisce la Cupra dell'incolpevole Nicola Guida (Scuderia del Girasole by Cupra Racing), con Jelmini e altri che debbono tagliare la chicane.

Ingresso della Safety Car, dunque, per ripulire il tracciato dai detriti e rimuovere la macchina di Pellegrinelli, poi si riparte al giro 3 e Pellegrini arriva troppo veloce alla prima variante. La Hyundai griffata Target Competition si intraversa, salta sui dissuasori e rientra davanti a Tavano, il quale ne approfitta per superarlo di slancio.

Ed ecco ancora pacche alla "Roggia", dato che Pellegrini viene incalzato dai ragazzi di MM Motorsport. Giacon si fa vedere negli specchietti, ma Giardelli prova a sorprendere entrambi e tocca Pellegrini mandandolo dritto. La Honda rallenta, mentre la Hyundai prosegue, ma sfilata successivamente da Giacon con una staccatona alla "Ascari".

Intanto Jelmini dà il via a quella che può essere un'altra pazzesca rimonta: il lombardo supera in sequenza Federico Paolino, Riccardo Romagnoli, Francesca Raffaele e Mauro Guastamacchia, poi al giro 4 è di nuovo ottavo mettendosi dietro pure Imberti alla prima di "Lesmo".

Al 5° passaggio è Valori ad attaccare il podio di Pellegrini, ma il pilota di BF Motorsport va largo in uscita della prima variante e il bresciano gli torna davanti. Ne approfitta Brigliadori, che sul "Biassono" supera il compagno di squadra salendo quarto.

Intanto Tavano ha il problema Giacon: il veneto lo infila ancora alla "Ascari" prendendosi il primato della corsa, con dietro Brigliadori che conquista il terzo posto scavalcando Pellegrini. Nel frattempo Jelmini si mette dietro anche la Hyundai di Igor Stefanovski agguantando il settimo posto e mettendo nel mirino quella di Damiano Reduzzi.

Pellegrini sul dritto è in difficoltà perché la Hyundai è più lenta dell'Audi. Valori se ne rende conto e lo sfila, ma alla prima variante è l'uomo di Target Competition a commettere l'errore in frenata andando a colpire il posteriore della RS 3 LMS di BF Motorsport.

Valori si gira, Reduzzi e Jelmini passano all'interno, Stefanovski invece non riesce ad evitarlo e lo centra in pieno sulla fiancata finendo col ritirarsi; Pellegrini invece prova a riprendere la via del tracciato, ma avendo lo splitter anteriore rotto deve rientrare ai box.

Sembra che siano passati chissà quanti giri, ma in realtà siamo solo al 6°. Giacon cerca di scappare via, Tavano difende il secondo posto da Brigliadori e una nuova miccia si accende al "Serraglio". Jelmini affianca Reduzzi e gli porta la staccatona alla "Ascari", il pilota della Trico WRT non ci sta e chiude la porta. E' però troppo tardi e il contatto lo vede finire nella ghiaia ad alta velocità, ma qui l'ex-rallista (con un gran controllo del mezzo, va detto) anziché tagliare andando dritto e in sicurezza, cerca di fare la curva di destra e il risultato è che rientra rifilando una poderosa spallata a Jelmini, che intanto era passato.

La collisione provoca danni ad entrambi e il conseguente ritiro delle due Hyundai. Imberti ringrazia e sale in Top5, così come la Raffaele, che dietro ha la Hyundai di Guastamacchia (Team Aggressive Italia), Poloni, Paolino, Valori e Romagnoli.

Davanti, Giacon non ha rivali e porta a 2"5 il vantaggio su Tavano-Brigliadori, approfittando anche del lungo braccio di ferro che inscenano i due duellanti per il titolo tricolore.

Il romagnolo prova un paio di volte nei giri 7 ed 8 a superare il siciliano, che però non molla. Ma è evidente che la Cupra soffre la velocità dell'Audi sul dritto e alla fine cede al giro 9, e Brigliadori cerca anche la disperata rimonta nei confronti di un Giacon che altro non fa che amministrare il vantaggio, tagliando il traguardo vittorioso per la seconda volta nel weekend.

La piazza d'onore a Brigliadori è preziosissima perché significa tornare leader del campionato con 2 punti su Tavano, saggiamente terzo e pronto a difendere il tricolore nell'ultima gara di Imola.

La Raffaele ottiene invece un bel quarto posto alla prima uscita con la Hyundai della Target Competition, superando nel finale la Cupra di Imberti. Il ragazzo della Elite Motorsport è però penalizzato con 10" per l'incidente con Poloni al via, dando modo a quest'ultimo di festeggiare il successo in Classe DSG.

Valori nelle ultime tornate è incontenibile e riesce a concludere in Top5 con dietro Guastamacchia, Poloni e la Cupra di Paolino, a punti nell'esordio da pilota di Scuderia del Girasole by Cupra Racing.

Imberti e Guida completano la Top10, fuori dalla quale c'è la Volkswagen Golf GTI di Romagnoli, ma il veterano del Proteam può sorridere per il terzo posto fra le DSG.

Restano a bocca asciutta Giardelli (ripartito dopo i danni del secondo giro) e Pellegrini, che ha sul groppone anche 10" di penalità per la botta data a Valori.

Non sono partiti dopo gli incidenti di ieri Jacopo Guidetti (MM Motorsport), Ettore Carminati (CRM Motorsport) e Massimiliano Danetti (B.D. Racing).

TCR Italy - Monza: Gara 2

Jonathan Giacon, MM Motorsport, Honda Civic Type R TCR

Jonathan Giacon, MM Motorsport, Honda Civic Type R TCR
1/37

Foto di: ACI Sport

Nicola Guida, Scuderia del Girasole by Cupra Racing, Cupra Leon Competicion TCR

Nicola Guida, Scuderia del Girasole by Cupra Racing, Cupra Leon Competicion TCR
2/37

Foto di: ACI Sport

Michele Imberti, Elite Motorsport, Cupra TCR

Michele Imberti, Elite Motorsport, Cupra TCR
3/37

Foto di: ACI Sport

Mauro Guastamacchia, Team Aggressive Italia, Hyundai i30 N TCR

Mauro Guastamacchia, Team Aggressive Italia, Hyundai i30 N TCR
4/37

Foto di: ACI Sport

Simone Pellegrinelli, Scuderia del Girasole by Cupra Racing, Cupra Leon Competicion TCR

Simone Pellegrinelli, Scuderia del Girasole by Cupra Racing, Cupra Leon Competicion TCR
5/37

Foto di: ACI Sport

Riccardo Romagnoli, Proteam Racing, Volkswagen Golf GTI DSG TCR

Riccardo Romagnoli, Proteam Racing, Volkswagen Golf GTI DSG TCR
6/37

Foto di: ACI Sport

Ronnie Valori, BF Motorsport, Audi RS 3 LMS TCR

Ronnie Valori, BF Motorsport, Audi RS 3 LMS TCR
7/37

Foto di: ACI Sport

Eric Brigliadori, BF Motorsport, Audi RS 3 LMS TCR

Eric Brigliadori, BF Motorsport, Audi RS 3 LMS TCR
8/37

Foto di: ACI Sport

Jonathan Giacon, MM Motorsport, Honda Civic Type R TCR

Jonathan Giacon, MM Motorsport, Honda Civic Type R TCR
9/37

Foto di: ACI Sport

Jonathan Giacon, MM Motorsport, Honda Civic Type R TCR

Jonathan Giacon, MM Motorsport, Honda Civic Type R TCR
10/37

Foto di: ACI Sport

Jonathan Giacon, MM Motorsport, Honda Civic Type R TCR, Felice Jelmini, PMA Motorsport, Hyundai i30 N TCR, Eric Brigliadori, BF Motorsport, Audi RS 3 LMS TCR

Jonathan Giacon, MM Motorsport, Honda Civic Type R TCR, Felice Jelmini, PMA Motorsport, Hyundai i30 N TCR, Eric Brigliadori, BF Motorsport, Audi RS 3 LMS TCR
11/37

Foto di: ACI Sport

Partenza di Gara 1

Partenza di Gara 1
12/37

Foto di: ACI Sport

Riccardo Romagnoli, Proteam Racing, Volkswagen Golf GTI DSG TCR

Riccardo Romagnoli, Proteam Racing, Volkswagen Golf GTI DSG TCR
13/37

Foto di: ACI Sport

Riccardo Romagnoli, Proteam Racing, Volkswagen Golf GTI DSG TCR

Riccardo Romagnoli, Proteam Racing, Volkswagen Golf GTI DSG TCR
14/37

Foto di: ACI Sport

Scuderia del Girasole by Cupra Racing

Scuderia del Girasole by Cupra Racing
15/37

Foto di: Maurizio Rigato

Riccardo Romagnoli, Proteam Racing, Matteo Poloni, Race Lab

Riccardo Romagnoli, Proteam Racing, Matteo Poloni, Race Lab
16/37

Foto di: ACI Sport

Eric Brigliadori, BF Motorsport, Audi RS 3 LMS TCR, davanti a, Alessandro Giardelli, MM Motorsport, Cupra TCR, Salvatore Tavano, Scuderia del Girasole by Cupra Racing, Cupra Leon Competicion TCR

Eric Brigliadori, BF Motorsport, Audi RS 3 LMS TCR, davanti a, Alessandro Giardelli, MM Motorsport, Cupra TCR, Salvatore Tavano, Scuderia del Girasole by Cupra Racing, Cupra Leon Competicion TCR
17/37

Foto di: ACI Sport

Eric Brigliadori, BF Motorsport, Audi RS 3 LMS TCR

Eric Brigliadori, BF Motorsport, Audi RS 3 LMS TCR
18/37

Foto di: ACI Sport

Eric Brigliadori, BF Motorsport, Audi RS 3 LMS TCR

Eric Brigliadori, BF Motorsport, Audi RS 3 LMS TCR
19/37

Foto di: ACI Sport

Jacopo Guidetti, MM Motorsport, Honda Civic Type R TCR

Jacopo Guidetti, MM Motorsport, Honda Civic Type R TCR
20/37

Foto di: ACI Sport

Matteo Poloni, Race Lab, Audi RS 3 LMS TCR

Matteo Poloni, Race Lab, Audi RS 3 LMS TCR
21/37

Foto di: ACI Sport

Matteo Poloni, Race Lab, Audi RS 3 LMS TCR

Matteo Poloni, Race Lab, Audi RS 3 LMS TCR
22/37

Foto di: ACI Sport

Matteo Poloni, Race Lab, Audi RS 3 LMS TCR

Matteo Poloni, Race Lab, Audi RS 3 LMS TCR
23/37

Foto di: ACI Sport

Matteo Poloni, Race Lab, Audi RS 3 LMS TCR

Matteo Poloni, Race Lab, Audi RS 3 LMS TCR
24/37

Foto di: ACI Sport

Marco Pellegrini, Target Competition, Hyundai i30 N TCR

Marco Pellegrini, Target Competition, Hyundai i30 N TCR
25/37

Foto di: ACI Sport

Alessandro Giardelli, MM Motorsport, Honda Civic Type R TCR

Alessandro Giardelli, MM Motorsport, Honda Civic Type R TCR
26/37

Foto di: ACI Sport

Alessandro Giardelli, MM Motorsport, Honda Civic Type R TCR

Alessandro Giardelli, MM Motorsport, Honda Civic Type R TCR
27/37

Foto di: ACI Sport

Salvatore Tavano, Scuderia del Girasole by Cupra Racing, Cupra Leon Competicion TCR

Salvatore Tavano, Scuderia del Girasole by Cupra Racing, Cupra Leon Competicion TCR
28/37

Foto di: ACI Sport

Eric Brigliadori, BF Motorsport, Audi RS 3 LMS TCR

Eric Brigliadori, BF Motorsport, Audi RS 3 LMS TCR
29/37

Foto di: ACI Sport

Salvatore Tavano, Scuderia del Girasole by Cupra Racing, Cupra Leon Competicion TCR

Salvatore Tavano, Scuderia del Girasole by Cupra Racing, Cupra Leon Competicion TCR
30/37

Foto di: ACI Sport

Jacopo Guidetti, MM Motorsport, Honda Civic Type R TCR

Jacopo Guidetti, MM Motorsport, Honda Civic Type R TCR
31/37

Foto di: ACI Sport

Salvatore Tavano, Scuderia del Girasole by Cupra Racing, Cupra Leon Competicion TCR

Salvatore Tavano, Scuderia del Girasole by Cupra Racing, Cupra Leon Competicion TCR
32/37

Foto di: ACI Sport

Damiano Reduzzi, Trico WRT, Hyundai i30 N TCR

Damiano Reduzzi, Trico WRT, Hyundai i30 N TCR
33/37

Foto di: ACI Sport

Alessandro Giardelli, MM Motorsport, Honda Civic Type R TCR

Alessandro Giardelli, MM Motorsport, Honda Civic Type R TCR
34/37

Foto di: ACI Sport

Ettore Carminati, CRM Motorsport, Hyundai i30 N TCR

Ettore Carminati, CRM Motorsport, Hyundai i30 N TCR
35/37

Foto di: ACI Sport

Alessandro Giardelli, MM Motorsport, Honda Civic Type R TCR

Alessandro Giardelli, MM Motorsport, Honda Civic Type R TCR
36/37

Foto di: ACI Sport

Federico Paolino, Scuderia del Girasole by Cupra Racing, Cupra Leon Competicion TCR

Federico Paolino, Scuderia del Girasole by Cupra Racing, Cupra Leon Competicion TCR
37/37

Foto di: ACI Sport

condivisioni
commenti
TCR Italy: Giacon vince la volata di una spettacolare Gara 1

Articolo precedente

TCR Italy: Giacon vince la volata di una spettacolare Gara 1

Prossimo Articolo

TCR Italy: Imberti ancora leader DSG nonostante una dura Monza

TCR Italy: Imberti ancora leader DSG nonostante una dura Monza
Carica commenti