Primi test positivi per la Peugeot 308 Mi16 in versione TCS

Massimo Arduini, che l'ha portata al debutto a Misano ed Adria, è convinto che si tratti di una vettura in grado di ambire con regolarità alle posizioni da podio di classe, anche se c'è ancora parecchio lavoro da fare.

La Peugeot 308 Mi16 ha emesso il primo "vagito" il giorno 22 aprile in casa Procar a Pistoia e dopo i primi chilometri di test si è dimostrata un vero “cavallo di razza”.

Nata dalla 308 Gti e preparata in configurazione TCS (Turismo di Serie) per partecipare al Campionato Italiano Turismo, la 308 Mi16 riprende la sigla della più famosa Peugeot 405 Mi16, vettura vincente degli anni Novanta. Il regolamento molto restrittivo della categoria TCS non ha impedito ai tecnici della 2T Course & Reglage insieme a quelli della Procar di svolgere un minuzioso lavoro di tuning, volto a sfruttare ogni minimo dettaglio dalle possibilità regolamentari concesse.

La scocca è stata fin dall’inizio alleggerita e portata ad un peso minimo al fine di poter far lavorare al meglio i tecnici Sparco nella progettazione dell’apposito roll bar a doppia gabbia. Analoga "personalizzazione" è stata fornita dagli ingegneri del reparto racing di Brembo, che hanno sviluppato un apposito impianto frenante in conformità con i regolamenti tecnici vigenti. Il set up è stato come sempre affidato alla Ohlins, che ha sviluppato ammortizzatori TTX a tre vie, dedicati in esclusiva alla 308 Mi16.

 

Massimo Arduini, 2T Course & Reglage, Peugeot 208 Mi16
Massimo Arduini, 2T Course & Reglage, Peugeot 208 Mi16

Photo by: 2t Course & Reglage

I primi chilometri sono stati fondamentali per capire la direzione verso la quale poter dirigere gli sviluppi futuri poiché, a causa delle pochissime modifiche strutturali concesse dal regolamento, occorre una particolare attenzione ad ogni minimo dettaglio. Uno studio apposito sulle componenti di collettore e scarico è stato fornito dalla Supersprint, con uno scarico realizzato totalmente in acciaio inox che ha contribuito notevolmente all’innalzamento della potenza massima, alla coppia motore ed anche al sound.

Dopo una prima sgrossatura eseguita con pneumatici differenti, la rifinitura è stata svolta con i nuovissimi pneumatici Hankook, che hanno dimostrato ottime performance sia in termini cronometrici assoluti, sia per quanto concerne la consistenza e la durata.

Il progetto Mi16 nasce anche per consentire ai possessori dei modelli 308 Gt e Gti di poter fruire degli sviluppi tecnologici derivanti da questa esperienza agonistica. A breve infatti l’azienda milanese 2T Course & Reglage proporrà un apposito kit di trasformazione e soft tuning stradale che potrà soddisfare pienamente gli appassionati più esigenti, con un’attenzione particolare anche all’estetica.

Massimo Arduini, Team manager e pilota, ha così commentato: "E’ sempre una grande emozione provare per primo una vettura che non era mai stata preparata. La strada è ancora lunga ma sono certo che potremo verosimilmente essere sempre a podio nella classe 1.6 e tentare la lotta nella classifica assoluta TCS".

Il Campionato Italiano Turismo 2016 prenderà il via nel weekend dell’8 maggio presso l’Autodromo di Adria e si svilupperà attraverso sette appuntamenti, tutti caratterizzati da doppia gara di 25 minuti + 1 giro, con finale il 30 ottobre all’Autodromo di Monza. Gara 1 è prevista sabato 7 maggio alle ore 17.50; gara 2 domenica 8 maggio alle ore 10.00.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati TCR Italia
Evento Primo test Peugeot 308 Mi16
Sub-evento Test
Piloti Massimo Arduini
Team 2T Course & Reglage
Articolo di tipo Test