Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Ultime notizie

Piero Necchi pronto per TCR Italy e DSG Endurance con l'Audi

Il veterano piemontese si appresta a risalire sulla RS 3 LMS con cambio DSG della Tecniengines per una nuova sfida nel turismo tricolore.

Piero Necchi, Edoardo Necchi, Tecniengines, Audi RS 3 LMS TCR

Piero Necchi non si ferma e anche per la stagione 2020 il suo obiettivo è proseguire nelle serie TCR tricolore.

Rientrato in azione nell'ultima parte dell'anno per prendere parte al TCR DSG Endurance con l'Audi RS 3 LMS in occasione del round del Mugello, il 68enne piemontese mette ora nel mirino il campionato sprint italiano, ma anche quello dedicato alle vetture con cambio di serie.

“Sto pensando di fare intanto la gara di Monza del TCR Italy per vedere la differenza fra il cambio DSG e quello sequenziale: quella brianzola è una pista veloce e forse se si configura bene c’è poco distacco sui tempi - ha detto il piemontese - Sono curioso di vedere, anche per valutare un cambio diverso. Mi piacerebbe fare intanto quella gara, poi magari anche qualche altra tappa del TCR Italy, oltre al TCR DSG Endurance”.

Fari puntati quindi su un 2020 di valutazioni e divertimento, sempre con la vettura dei Quattro Anelli della Tecniengines con cui fu protagonista assieme a suo figlio in Toscana. Inoltre Necchi conosce bene tutti i tracciati e ciò che lo aspetta, dunque sarà più semplice scegliere dove correre.

“Sarò al via con la Tecniengines di Giovanni Gallini, che è anche un amico. E’ un’iniziativa partita dal pensiero comune di fare qualcosa insieme, perché lui ha già un attività con i kart, facendo motori".

"Le piste del TCR Italy sono tutte belle, una vale l’altra. Monza mi piace perché è veloce con tante staccate, il Mugello anche è molto bello. Imola ha un bel tracciato, ma sottopone la macchina a tanto stress, con tutti quei cordoli, che se li prendi male la vettura ti rimane un po’ in mano; forse è un po’ ostica per quello, mentre a Vallelunga ad esempio quei problemi non li hai”.

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente La passione di Andrea Argenti è ancora il TCR Italy con la Opel
Prossimo Articolo ACI Sport: gare ferme fino al 4 aprile. Allo studio i recuperi

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia