Nicola Baldan si impone in una Gara 2 ad eliminazione

condivisioni
commenti
Nicola Baldan si impone in una Gara 2 ad eliminazione
Francesco Corghi
Di: Francesco Corghi
22 ott 2017, 17:07

Vittoria "a tavolino" del veneto che sfrutta la penalità data ad Altoè, il quale chiude sul podio assieme a Mugelli. A lungo in testa, Comini rompe nel finale, carambola al via che esclude Ferrara e Gagliano, in Top10 le Peugeot.

Ricci-Notarnicola
Eric Scalvini,Honda Civic TCR, MM Motorsport
Max Mugelli, Audi RS3 LMS, Pit Lane
Kevin Giacon, Opel Astra-TCR
Nicola Baldan, Seat Leon TCR, Pit Lane
Nicola Baldan, Seat Leon TCR, Pit Lane
Podio TCR gara 1, Giacomo Altoè (Target Srl,Audi RS3 LMS TCR #10), Stefano Comini (Top Run Motorsport,Subaru STI TCR #99), Nicola Baldan (Pit Lane,Seat Leon TCR-TCR #8)
Nicola Baldan, Seat Leon TCR, Pit Lane
Giacomo Altoe, Audi RS3 LMS, Target Srl
Partenza Gara 1
Tommaso Mosca, Alfa Romeo Giulietta TCR, V-Action
Jordi Gene, Seat Leon Racer-TCR, Seat Motorsport
Stefano Comini, Subaru ST, Top Run Motorsport
Massimiliano Gagliano, Volkswagen Golf GTI TCR

Nicola Baldan completa la sua trionfale giornata a Monza conquistando il successo in Gara 2 dopo essersi aggiudicato il titolo del TCR Italy Touring Car Championship nel primo round di questa mattina.

Il pilota della Pit Lane Competizioni non era partito bene dalla pole position, subito sfilato dall'Audi RS 3 LMS TCR di Giacomo Altoè e dalla Subaru WRX STI TCR di Stefano Comini.

I due hanno cominciato una lunghissima battaglia fatta di sorpassi e controsorpassi, con il Campione Internazionale che era poi riuscito ad allungare nella parte centrale di gara, prima che il ragazzino della Target Competition lo risuperasse. E qui si è materializzato l'incubo per il ticinese, che alla "Ascari" ha probabilmente aggredito troppo il cordolo interno, arrivando poi alla frenata della "Parabolica" con la sospensione anteriore sinistra della Subaru rotta. Inevitabile il rientro ai box della Top Run Motorsport per un mesto ritiro a 2' dalla bandiera a scacchi.

Altoè non è invece riuscito a bissare il successo di Gara 1 per una penalità di 5" (sorpasso oltre i limiti della pista) che lo fa scivolare al secondo posto dietro a Baldan, bravissimo a continuare a spingere con la sua SEAT León TCR. Da segnalare anche una probabile partenza anticipata da parte di "Giacomino" che era stata inizialmente messa sotto investigazione; i giudici sembravano propensi a comminargli il drive-through, poi non è stata presa alcuna decisione in merito.

Sul podio sale anche Max Mugelli, che con l'Audi della Pit Lane Competizioni scattava dalla prima fila, ma che è scivolato indietro alla prima curva dove è successo veramente di tutto.

Nelle retrovie, Cosimo Barberini ha tamponato con la sua SEAT un incolpevole Massimiliano Gagliano (Volkswagen Golf GTI TCR), giratosi sull'erba e piombato su Luigi Ferrara (Alfa Romeo Giulietta TCR) e Vincenzo Montalbano (SEAT). Fuori sia il pilota della della Pit Lane che quello della V-Action, mentre il portacolori della BF Motorsport ha continuato fino a due giri dalla fine, quando è incappato in una foratura.

Alla prima variante collisione anche fra la Opel Astra TCR di Kevin Giacon (Gruppo Piloti Forlivesi) e le Honda Civic TCR di Davide Nardilli ed Eric Scalvini. Quest'ultimo e Giacon hanno dovuto prendere la via di fuga obbligatoria crollando all'ottavo e settimo posto rispettivamente, mentre Nardilli ha proseguito senza problemi arrivando quarto.

Nelle varie bagarre ci hanno rimesso pure Alessandro Thellung (BF Motorsport) e Jordi Gené, arrivati ad un ruvido contatto alla "Ascari: il primo è rimasto insabbiato, mentre lo spagnolo ha perso 4 giri rientrando ai box SEAT.

Grazie a tutti questi K.O. in Top10 finiscono anche le Peugeot 308 Racing Cup di Perucca Orfei e Notarnicola, a lungo in battaglia per la vittoria nella Classe TCT e alla fine in quinta e sesta piazza. Quella di Mancini è invece decima.

Da segnalare il problema che al via ha estromesso dai giochi Tommaso Mosca (V-Action), la cui Alfa Romeo è stata miracolosamente evitata da tutti mentre procedeva a rilento.

Nicola Baldan: "Volevo assolutamente vincere, peccato per la partenza che non è stata esaltante e poi qualcuno mi ha toccato sul posteriore, con la mia macchina che non era a postissimo. Quando ho saputo che Altoè sarebbe stato penalizzato ho stretto i denti e spinto al massimo, alla fine è andata bene. Ringrazio ancora SEAT Motorsport Italia, Pit Lane Competizioni e la mia famiglia e a chiunque abbia contribuito al successo di questa stagione. Per il prossimo anno vedremo cosa ci proporrà SEAT".

TCR Italy Touring Car Campionship - Monza: Gara 2

Prossimo articolo TCR Italia