Le Honda della JAS per i clienti nel Tricolore Turismo

condivisioni
commenti
Le Honda della JAS per i clienti nel Tricolore Turismo
Redazione
Di: Redazione
05 gen 2016, 17:09

La factory milanese è intenzionata a supportare le squadre interessate alle Civic sia di TCR che di TCS

Gordon Shedden, Honda Yuasa Racing Honda Civic Type R
Gianni Morbidelli, Honda Civic TCR, West Coast Racing
Gianni Morbidelli, Honda Civic TCR, West Coast Racing
Gianni Morbidelli, Honda Civic TCR, West Coast Racing and Pepe Oriola, SEAT Leon, Team Craft-Bamboo
Gianni Morbidelli, Honda Civic TCR, West Coast Racing

Forte del quarto posto assoluto di Gianni Morbidelli e di un totale di ben sei vittorie (3 per Morbidelli, 2 per Kevin Gleason ed 1 per Rob Huff), la Honda Civic Type R TCR sfornata dalla JAS Motorsport è senza dubbio nella front-line della TCR International Series. Una creatura che la factory milanese vuole vedere protagonista assoluta anche nel Campionato Italiano Turismo nei colori di squadre partner. Proprio come nella serie internazionale dove la JAS ha garantito il supporto tecnico ai team che hanno schierato le fortissime Civic.

"Non corriamo mai contro i nostri clienti - chiarisce subito Mads Fischer, Development Business & Customer Service Manager di JAS Motorsport - Questo significa che nel Campionato Italiano saranno presenti nostre vetture, ma non le cureremo mai in prima persona. Sono sicuro che ci sarà almeno un team impegnato con le nostre vetture TCR. Abbiamo tantissimi contatti da possibili clienti che vogliono partecipare alla serie italiana. Siamo poi già al lavoro sulla macchina in versione TCS. Sarà presente dalla prima gara e stiamo adesso definendo gli accordi con la squadra intenzionata a schierarla. Crediamo di poter definire il tutto entro il mese di gennaio".

La Honda sarà perciò presente con entrambe le configurazioni tecniche previste dal Campionato Italiano: "La cosa bella è che nel TCS possiamo utilizzare tante informazioni del TCR. Le due categorie sono completamente diverse, ma è possibile lavorare sui punti di contatto e sono tanti. Il motore sarà un punto molto simile. Su telaio sarà invece molto diverso. Il cambio sarà il manuale da sei rapporti. Per un categoria di stretta derivazione di serie, è poi molto importante che il regolamento definisca tutto al meglio".

Prossimo articolo TCR Italia
Al Mugello rientra Luigi Moccia con l'Abarth 695

Articolo precedente

Al Mugello rientra Luigi Moccia con l'Abarth 695

Prossimo Articolo

Primo test ad Adria per l'Alfa Romeo Mito TCS della Tecnodom Sport

Primo test ad Adria per l'Alfa Romeo Mito TCS della Tecnodom Sport
Carica commenti

Su questo articolo

Serie TCR Italia
Autore Redazione
Tipo di articolo Comunicati stampa