Andrea Argenti con la Opel Astra al ritorno nel TCR Italy

Il pilota romano, che nei primi round del 2017 si era messo in luce nel gruppo di testa, rientra nella serie tricolore con la vettura affidata alle cure del South Italy Racing Team. E non è escluso che nei prossimi giorni possano arrivare altre novità

Andrea Argenti con la Opel Astra al ritorno nel TCR Italy
Carica lettore audio

Dopo essere stato protagonista abituale della Top-5 nel primo scorcio di stagione 2017, Andrea Argenti rilancia con una nuova scelta tecnica.

Il pilota romano, che il passo dei primi lo aveva espresso sia qualifica che in gara, vuole infatti subito portarsi nel gruppo di testa del TCR Italy 2018 e per farlo ha scelto la Opel Astra.

La vettura sarà curata sempre dal South Italy Racing Team, ma potrà godere anche del supporto di Kissling Motorsport, la factory ufficiale della Casa tedesca.

“Dopo le esperienze della scorsa stagione volevamo una scelta di totale indipendenza rispetto alle rivali del gruppo Volkswagen – ha spiegato Argenti – Lo scorso anno eravamo partiti subito forte con la Leon, ma poi qualcosa non ha funzionato. È stato allora che abbiamo deciso di cambiare e di sacrificare la stagione per pensare subito al 2018. Con l’ingegnere del South Italy Racing Team, Emmanuele Cicco, abbiamo valutato le varie alternative e devo dire che da subito ci siamo orientati sulla Opel Astra".

"Quale sia il potenziale credo lo abbia dimostrato già Kevin Giacon, ma le caratteristiche tecniche ci hanno convinto definitivamente, così come la possibilità di lavorare in stretto contatto e con il supporto dei tecnici tedeschi. Finora ho potuto provarla solo per quattro giri a Vallelunga. Era dicembre ed era freddo, ma è bastato davvero poco per capire come fosse più macchina da corsa. Molto più bilanciata, i pesi sono dentro gli assi, come il serbatoio e questo in termini di handling e reattività, risposta ai comandi, ha grande incidenza".

"Ora non vedo l’ora di provarla in una vera giornata di test. Le condizioni meteo però finora non lo hanno permesso. Ma devo necessariamente aspettare l’asciutto e temperature non rigide come quelle che si sono registrate negli ultimi giorni. Dobbiamo lavorare al set up ed alle nuove gomme Michelin. Le prossime date utili sono la prossima settimana a Misano. E chissà che in queste occasioni non saremo già in condizioni di annunciare qualche altra novità".

condivisioni
commenti

Paolino e Scalvini con le Hyundai della BRC nel 2018

Enrico Bettera con l'Audi di Pit Lane Competizioni per il 2018