A Misano trionfa Schmarl in una Gara 2 ad eliminazione

condivisioni
commenti
A Misano trionfa Schmarl in una Gara 2 ad eliminazione
Francesco Corghi
Di: Francesco Corghi
17 giu 2018, 10:00

Larini sbaglia e regala il successo all'austriaco che è bravo a tenersi dietro l'ottimo Ferrara con l'Alfa Romeo e la Honda di Mugelli. Greco manda in testacoda Scalvini, Nicoli e Cappello in Top5, Montalbano vince il DSG, rimonta a punti per Baldan.

Jürgen Schmarl si è portato a casa una Gara 2 del TCR Italy ad eliminazione sul circuito Marco Simoncelli di Misano Adriatico. L'austriaco della Target Competition trionfa a bordo della Honda Civic TCR FK2 correndo con intelligenza e difendendosi benissimo dagli assalti finali portatigli da un indemoniato Luigi Ferrara, che con il secondo posto allunga in classifica di campionato.

La gara era partita subito con il brivido, quando alla "Quercia" si è verificata una carambola che ha visto coinvolte la Opel Astra TCR di Andrea Argenti, la Peugeot 308 Racing Cup di Andrea Bernazzani e la Honda Civic TCR di Davide Nardilli, con quest'ultimo che non ha potuto evitare i due avversari decollando in aria e ribaltandosi. Fortunatamente nessuno si è fatto male.

Leggi anche:

Poco più avanti un tamponamento multiplo ha messo K.O. Alex Thellung (SEAT - BF Motorsport) e le Audi RS 3 LMS TCR della Pit Lane Competizioni condotte da Enrico Bettera ed Ermanno Dionisio. Troppi i detriti in pista per proseguire e bandiera rossa esposta dai commissari facendo rientrate tutti ai box. Una volta pulito il tracciato si è ricominciato con Andrea Larini che ha mantenuto la testa della corsa (così come aveva fatto al primo via) sfruttando la pole position della griglia invertita.

Alle sue spalle si sono fatti subito aggressivi i ragazzi della Target Competition, Marco Pellegrini e Schmarl, seguiti dalla Hyundai i30 N TCR di Eric Scalvini, dalla Audi RS 3 LMS TCR di Plamen Kralev e dalla Cupra TCR di Matteo Greco, con Ferrara minaccioso al volante della Alfa Romeo Giulietta TCR del V-Action Racing Team.

L'erroraccio lo ha però commesso prima di altri proprio Larini, con il veterano della Pit Lane Competizioni colto in flagrante per una partenza anticipata allo spegnimento dei semafori. Il toscano si è quindi visto recapitare una penalità di 25", ma nonostante ciò ha continuato a tenere la prima posizione e difendersi.

Dietro di lui Schmarl ha superato Pellegrini, mentre Kralev ha fatto lo stesso con Scalvini salendo quarto. Quest'ultimo è stato poi centrato da Greco e il pilota della BRC è finito in testacoda dovendo dire addio alla lotta per il successo. Per il rivale della SEAT Motorsport Italia è invece arrivato l'inevitabile Drive Through da scontare.

Nel frattempo Pellegrini ha provato a ripassare Schmarl, che però ha chiuso ogni varco benissimo. Kralev ne ha approfittato per mettersi dietro la Honda Civic TCR #67 con la quale è venuto a contatto per un azzardo del ragazzo Target alle ultime curve. Risultato: fuori entrambi per i troppi danni riportati nella collisione.

Tutto ciò ha favorito la risalita di un Ferrara in formissima che ha immediatamente superato Schmarl, cedendogli nuovamente la seconda piazza poche curve dopo in una bagarre veramente bellissima. Con Larini penalizzato, l'austriaco ha preferito difendersi piuttosto che attaccarlo, mentre "Gigi" ha dovuto controllare negli specchietti l'arrivo di Max Mugelli con la Honda Civic Type R TCR FK7 della MM Motorsport.

Nonostante staccate al limite e diversi brividi, le posizioni non sono cambiate e Schmarl trionfa davanti a Ferrara e Mugelli, con Lorenzo Nicoli che porta fino al quarto posto la Honda Civic FK2 della MM Motorsport, mentre Edoardo Cappello centra la Top5 al debutto con l'Alfa Romeo Giulietta TCR della Otto Motorsport.

Il sesto posto finale vale anche la vittoria in Classe DSG per Giuseppe Montalbano con la SEAT Leon TCR della BF Motorsport, seguito al traguardo dai rivali di categoria Giovanni Altoè (Audi - Pit Lane) e Matteo Bergonzini (SEAT).

Nicola Baldan sfrutta invece il caos generale e la sua grinta per rimontare dal fondo dello schieramento fino alla nona posizione, mettendo nel finale la sua Hyundai davanti a quella di Scalvini.

Daniele Cappellari è 14° con la sua Volkswagen Golf GTI TCR dopo aver evitato per un soffio la carambola Nardilli-Bernazzani-Argenti al via.

TCR Italy - Misano: Gara 2

Prossimo articolo TCR Italia
Pole position, vittoria e podio: è grande weekend Alfa Romeo a Misano

Previous article

Pole position, vittoria e podio: è grande weekend Alfa Romeo a Misano

Next article

Bandiera rossa a Misano: l'incopevole Nardilli centra Bernazzani e si ribalta!

Bandiera rossa a Misano: l'incopevole Nardilli centra Bernazzani e si ribalta!