Guarnoni svetta in Q1 con un ultimo giro super

Il francese della Kawasaki ha rifilato 2" a Barrier e addirittura 4" a La Marra che è terzo

Guarnoni svetta in Q1 con un ultimo giro super
Su una pista che andava via via migliorando, Jeremy Guarnoni ha atteso proprio l'ultimo istante e poi ha piazzato il suo colpo di reni, realizzando un giro da manuale con il quale si è andato a prendere la pole provvisoria per il round di Silverstone della Coppa del Mondo Superstock 1000. Nelle ultime gare il francese sembra essere tornato ai fasti del 2010, quando si laureò campione della Superstock 600, ed oggi ha spinto la sua Kawasaki fino ad un tempo di 2'18"265. Ma non è tanto il tempo in sé ad essere interessante, quanto il distacco rifilato al diretto inseguitore: la BMW di Sylvain Barrier, infatti, si è vista rifilare oltre 2". Un distacco che addirittura raddoppia nel caso di Eddi La Marra. Il leader del campionato ha portato la sua Ducati 1199 Panigale in terza posizione, beccando però oltre 4" dalla pole. La prima fila provvisoria poi è completata da Leandro Mercado, rimandato in Stock 1000 dal Team Pedercini per aiutare Bryan Staring. Il vincitore degli ultimi due appuntamenti però non è parso assolutamente a suo agio in queste condizioni e non è riuscito ad andare oltre al 14esimo tempo, ad oltre 9". Male anche Markus Reiterberger, 16esimo, mentre leggermente meglio hanno fatto Lorenzo Savadori e Lorenzo Baroni, rispettivamente ottavo e 12esimo.

Superstock 1000 - Silverstone - Qualifica 1

condivisioni
commenti
Bryan Staring concede il bis nel diluvio di Brno
Articolo precedente

Bryan Staring concede il bis nel diluvio di Brno

Prossimo Articolo

Guarnoni si conferma, paura per la caduta delle BMW

Guarnoni si conferma, paura per la caduta delle BMW
Carica commenti