Guarnoni firma la pole del venerdì a Magny-Cours

L'aria di casa sembra fare bene al francese che mette in fila le Ducati di Jezek e Canepa

Guarnoni firma la pole del venerdì a Magny-Cours
La prima sessione di prove ufficiali della Coppa del Mondo Superstock 1000 a Magny-Cours è stata disturbata da qualche goccia di pioggia, che proprio come le libere di questa mattina quindi si è chiusa con una classifica inattesa e con diverse sorprese al vertice. A conquistare la pole position è stato per esempio il pilota di casa Jeremy Guarnoni, che con la sua Kawasaki ZX-10R ha stampato un 1'43"047 con cui ha beffato per appena 43 millesimi la Ducati 1199 Panigale di Ondreji Jezek. Il pilota ceco ha quindi fatto meglio di Niccolò Canepa, che comunque è in prima fila virtuale con l'altra bicilindrica di Borgo Panigale. Più lontani tutti gli altri, a partire dall'altro francese Romain Lanusse, quarto con la seconda Kawasaki della MRS e distanziato di oltre 1" dalla vetta. Chiude la top five l'altra ZX-10R del battistrada di stamani, ovvero Christoffer Bergman. Pochi millesimi più indietro poi troviamo l'italiano Lorenza Savadori, anche lui in sella ad una "verdona". Per ora appare in difficoltà il leader del campionato Sylvain Barrier, autore solamente del 16esimo crono con la sua BMW, con un gap di oltre 2" da Guarnoni. C'è da scommettere però che non sarà così arrendevole anche domani, visto che questo è il suo primo march point per la conquista del titolo.

Superstock 1000 - Magny-Cours - Qualifica 1

condivisioni
commenti
Kevin Calia al posto di La Marra in Francia e Spagna
Articolo precedente

Kevin Calia al posto di La Marra in Francia e Spagna

Prossimo Articolo

Vince Guarnoni, ma Barrier è campione in anticipo

Vince Guarnoni, ma Barrier è campione in anticipo
Carica commenti