Aragon, Libere 2: Russo si conferma nel dominio italiano

I ragazzi di casa nostra monopolizzano le prime due file virtuali, con il solo Marino ad inserirsi in terza posizione. Tra le due Yamaha c'è la Ducati di Pusceddu, ma poi sono veloci anche Faccani, Tamburini, Rinaldi e De Rosa.

Dopo essere stato il più veloce nel turno inaugurale di questa mattina, Riccardo Russo ha concesso il bis nella FP2 del primo round della Coppa del Mondo Superstock 1000, a Motorland Aragon. Il portacolori della Yamaha si è confermato il più veloce in sella alla sua R1 con un crono di 1'52"765.

Oltre a lui è sceso sotto al muro dell'1'53" anche l'altro italiano Pusceddu, che ha pagato poco meno di due decimi con la Ducati 1199 Panigale del Barni Racing Team, nonostante sia incappato anche in una caduta. In terza posizione poi c'è l'altra Yamaha di Florian Marino, che è l'unico "intruso" non italiano nelle prime due file virtuali.

Alle sue spalle infatti c'è un bel poker di ragazzi di casa nostra che si apre con la Ducati di Marco Faccani, tallonata dall'Aprilia di Roberto Tamburini, dall'altra bicilindrica di Michael Ruben Rinaldi e la BMW di Raffaele De Rosa.

Si cambia nuovamente bandiera in ottava posizione, con la Ducati dell'argentino Tati Mercado, già campione nel 2014 e tornato nella serie dopo una stagione in SBK. Poi fino alla 13esima piazza sono ancora tutti italiani, con nell'ordine Andreozzi, Mantovani, Massei, Calia e Marconi.

Deludono quindi alcuni veterani come Jeremy Guarnoni e Bryan Staring, che non hanno saputo fare meglio del 15esimo e del 16esimo tempo. Male anche il campione in carica della Stock 600, il turco Toprak Razgatlioglu, che però non è al top della condizione fisica: suo il 18esimo tempo.

Pos  Pilota  Moto  Tempo  Gap
Riccardo Russo Yamaha 1'52.765  
E.Pusceddu Ducati 1'52.935 0.170
Florian Marino Yamaha 1'53.006 0.241
Marco Faccani Ducati 1'53.086 0.321
R.Tamburini Aprilia 1'53.475 0.710
M.R.Rinaldi Ducati 1'53.534 0.769
Raffaele De Rosa BMW 1'53.875 1.110
Leandro Mercado Ducati 1'54.292 1.527
A.Andreozzi Kawasaki 1'54.560 1.795
10  Andrea Mantovani Yamaha 1'54.584 1.819
11  Fabio Massei Yamaha 1'54.663 1.898
12  Kevin Calia Aprilia 1'54.672 1.907
13  Luca Marconi Yamaha 1'54.777 2.012
14  M.Scheib BMW 1'54.828 2.063
15  Jeremy Guarnoni Kawasaki 1'54.897 2.132
16  Bryan Staring Kawasaki 1'55.058 2.293
17  C.Ponsson Kawasaki 1'55.099 2.334
18  T.Razgatlıoğlu Kawasaki 1'55.295 2.530
19  F.D'Annunzio BMW 1'55.394 2.629
20  Andrea Tucci Yamaha 1'55.537 2.772
21  Luca Salvadori Aprilia 1'55.545 2.780
22  Gregg Black Kawasaki 1'55.659 2.894
23  Marc Moser Ducati 1'55.776 3.011
24  Sebastien Suchet Yamaha 1'55.806 3.041
25  David McFadden Kawasaki 1'56.019 3.254
26  Luca Vitali BMW 1'56.408 3.643
27  Julian Puffe Kawasaki 1'56.568 3.803
28  T.Finsterbusch Yamaha 1'56.743 3.978
29  R.Mercandelli Kawasaki 1'57.072 4.307
30  Luca Oppedisano Kawasaki 1'57.080 4.315
31  Gauthier Duwelz BMW 1'57.334 4.569
32  F.Cavalli Kawasaki 1'57.625 4.860
33  F.Sanchioni Kawasaki 1'57.631 4.866
34  A.Simoneschi Kawasaki 1'58.041 5.276
35  Miroslav Popov Yamaha 1'58.348 5.583
36  Wayne Tessels Kawasaki 1'58.755 5.990
37  Lucas De Ulacia Kawasaki 1'59.105 6.340
38  Rob Hartog Kawasaki 1'59.117 6.352
39  Eric Vionnet BMW 1'59.551 6.786
40  Marco Sbaiz Yamaha 2'00.841 8.076
41  Thomas Toffel BMW 2'01.715 8.950
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Superstock 1000
Piloti Riccardo Russo
Articolo di tipo Prove libere