Pergusa: Giammaria rivince, Kristoffersson campione

L'ultima gara è del laziale con la Mercedes, mentre un contatto di Larini mette fuori gioco Liuzzi

Pergusa: Giammaria rivince, Kristoffersson campione
Ne sono successe di tutti i colori. L'ultimo appuntamento dell'International Superstars Series che si è disputato a Pergusa ha offerto colpi di teatro dall'inizio alla fine di gara 2. La corsa è stata vinta da Raffaele Giammaria con la Mercedes C63 - AMG del team Romeo Ferraris che firma una splendida doppietta al debutto nella serie. Il campionato, invece, è andato a Johan Kristoffersson: lo svedese si è aggiudicato il titolo anche se non ha fatto molta strada nell'ultimo round stagionale perché è stato urtato in pieno dalla Mercedes C63 - AMG di Nico Caldarola nel corso del secondo giro che è arrivato lunghissimo alla staccata della chicane della Pineta. Le due vetture sono finite violentemente contro le barriere e si sono praticamente distrutte: si è resa necessaria la safety car per sgombrare la pista e soccorrere Johan contuso al collo per il forte colpo di frusta. Roberta Gremignani e Emilio Redaelli di Audi Sport Italia hanno deciso di ritirare per protesta le macchine di Gianni Morbidelli e Thomas Schoffler. A Vintantonio Liuzzi sarebbe bastato un quinto posto per regalare alla Stella a tre punte il titolo, ma l'abruzzese della CAAL Racing è stato toccato da dietro nel finale da Andrea Larini che poi ha "perso" il controllo della vettura finendo nuovamente addosso all'ex pilota di Formula 1 che è stato costretto a rientrare ai box per i danni subiti. E' incredibile che il campionato sia stato deciso da un harakiri fra i piloti della Mercedes, protagonisti di una inspiegabile faida quando il titolo era già vinto. Il campionato, quindi, è andato all'Audi con Johan Kristoffersson che ha preceduto di quattro punti in classifica generale Vitantonio Liuzzi, beffato quando era ormai pronto a festeggiare il titolo. Dietro a Raffaele Giammaria si è classificato Luigi Ferrara con la seconda Mercedes C63 - AMG del team Roma Racing che è stato costretto a sostituire il motore rotto in Gara 1, mentre sul terzo gradino del podio è salito nuovamente Simone Iacone con la Chevrolet Lumina del team Solaris. Iacone, al debutto nella categoria, ha dovuto cedere il podio a Thomas Biagi dopo una penalizzazione decisa dai commissari sportivi dopo il duro contatto che c'è stato prima dell'ultima chicane. Un provvedimento è scattato anche ai danni di Max Mugelli con la BMW M3 E92 che ha fatto scivolare il toscano al settimo posto. L'International Superstars Series chiude i battenti con un epilogo incredibile: i tifosi siciliani non potranno certo lamentarsi dello spettacolo che hanno vissuto con sorpassi continui, anche se l'eccesso dei contatti ha portato a delle scene da far west che non vorremmo più vedere...

Superstars - Pergusa - Gara 2

Superstars - Pergusa - Classifica aggiornata gara 2

Superstars - International Series - Classifica campionato

Superstars - Classifica campionato italiano

condivisioni
commenti
Pergusa, gara 1: Giammaria vince, Liuzzi recupera
Articolo precedente

Pergusa, gara 1: Giammaria vince, Liuzzi recupera

Prossimo Articolo

Liuzzi: "Sono rammaricato con i commissari"

Liuzzi: "Sono rammaricato con i commissari"
Carica commenti