Kenan Sofuoglu vince a Jerez e vede il quarto titolo

Assolo del turco che regola sul traguardo Patrick Jacobsen e un ottimo Lorenzo Zanetti (che sbaglia la partenza)

Kenan Sofuoglu ha ipotecato il quarto titolo mondiale della carriera in Supersport nel corso di questo fine settimana di gara, trascorso sul tracciato andaluso di Jerez de la Frontera. Prima l'infortunio di Jules Cluzel, che lo ha definitivamente tolto dalla corsa all'iride piloti 2015, poi la straordinaria gara del turco che gli ha consentito di dominare la corsa e portare a casa l'ennesimo successo della stagione. 

Per Sofuoglu è ormai questione di aritmetica. Con Cluzel ormai fuori dai giochi a causa di una frattura esposta di una tibia, solo Patrick Jacobsen potrebbe impensierirlo, ma il pilota statunitense non sembra avere il passo per poter battere sempre il turco nelle prossime gare. Inoltre Kenan, per perdere il titolo, dovrebbe non prendere punti almeno in una gara, ma si ritroverebbe comunque primo anche in quel caso. 

Il tre volte iridato della categoria è scattato molto bene dalla pole position sul circuito di Jerez e ha sempre mantenuto la testa della corsa. Nel primo giro ha distanziato Patrick Jacobsen di oltre sette decimi, per poi riuscire a mantenere il vantaggio e ampliarlo in maniera decisiva nell'ultima parte della corsa. Jacobsen, dopo aver tentato di recuperare il gap da Sofuoglu, ha dovuto abbandonare ogni velleità di vittoria negli ultimi giri, con la gomma posteriore della sua Honda CBR600 ormai finita.

Il tricolore italiano è stato portato sul podio di Jerez grazie a Lorenzo Zanetti, divenuto in questo fine settimana il pilota di punta della MV Agusta dopo il brutto infortunio patito da Cluzel nel corso dei giorni precedenti dopo una caduta nelle libere del venerdì. Il nostro connazionale è stato molto bravo a recuperare dopo una partenza tutt'altro che perfetta ed è riuscito a cogliere una terza posizione di grande rilievo. Ciò che più ha impressionato dell'italiano è il passo gara, molto simile a qullo mostrato da Sofuoglu.

Bello il duello per la quarta posizione che ha visto coinvolti Kyle Smith, il sostituto di Cluzel in MV Agusta Nico Terol e il nostro Marco Faccani. Smith e Terol si sono dati battaglia a lungo nel corso della gara, ma ad avere la meglio è stato il britannico, con lo spagnolo del team italiano che si è dovuto accontentare del quinto posto al debutto in sella alla moto del transalpino. Peccato invece per Faccani, il quale avrebbe potuto lottare più a lungo con i due rivali per la prima piazza ai piedi del podio.

Alex Baldolini ha chiuso al settimo posto, davanti a un altro italiano: Christian Gamarino. Il tedesco Kevin Wahr ha invece centrato il nono posto davanti al nostro Roberto Rolfo, il quale ha completato la Top Ten

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Supersport
Piloti Kenan Sofuoglu , P. J. Jacobsen , Lorenzo Zanetti
Articolo di tipo Ultime notizie