Supersport, Assen: prima vittoria della stagione per Caricasulo

condivisioni
commenti
Supersport, Assen: prima vittoria della stagione per Caricasulo
Di:
14 apr 2019, 13:44

L’italiano beffa Krummenacher all’ultimo giro e vince per 32 millesimi su Krummenacher, secondo. Grande doppietta del team BARDAHL Evan Bros, mentre Thomas Gradinger è terzo e conquista il primo podio per l’Austria. Cade Raffaele De Rosa.

Su pista finalmente asciutta è andata in scena ad Assen la gara della Supersport, caratterizzata da una grande battaglia per la vittoria, durata dal semaforo alla bandiera a scacchi. Ad avere la meglio è stato Federico Caricasulo, che all’ultimo giro è stato autore di un grande sorpasso sul ‘padrone di casa’ Randy Krummenacher. Lotta intestina tra i due piloti, che hanno regalato una splendida doppietta al team BARDAHL Evan Bros. Festeggia anche Thomas Gradinger, terzo al traguardo e primo pilota austriaco nella storia del mondiale Supersport a salire sul podio.

Prima vittoria tricolore della stagione, primo successo dell’anno per Federico Caricasulo: l’italiano si è reso protagonista di una gara solida, arrivando ad insidiare il compagno di squadra fino a sferrare l’attacco vincente. Il pilota del team Evan Bros è riuscito nel finale a beffare Randy Krummenacher, in testa per gran parte della gara e storicamente molto forte su questa pista. Lo svizzero ha tagliato il traguardo con 32 millesimi di ritardo dal vicino di box, chiudendo in seconda posizione e piegandosi a Caricasulo.

Thomasn Gradinger archivia il Round di Assen con immensa soddisfazione, grazie alla splendida gara disputata che gli ha permesso di chiudere in terza posizione. Il portacolori del team Kallio sale così per la prima volta sul podio e si è dimostrato efficace anche la domenica, dopo una qualifica solida. L’austriaco accusa 2 decimi di ritardo dai primi due e precede Jules Cluzel.

Il francese della Yamaha è stato piuttosto aggressivo nelle prime fasi di gara, passando anche al comando in alcuni giri e dettando il ritmo. Cluzel è poi pian piano arretrato fino a tagliare il traguardo in quarta posizione, a quasi 6 decimi dal vincitore. Alle sue spalle troviamo un ritrovato Lucas Mahias, decisamente più incisivo ad Assen ed autore di grandi sorpassi nel gruppo di testa. Il pilota Kawasaki però non è riuscito ad andare oltre la quinta posizione. Chiude il plotone francese Corentin Perolari, sesto e nettamente più saccato dai primi: il pilota Yamaha è infatti passato sotto la bandiera a scacchi con ben 13 secondi di ritardo da Caricasulo.

Hikari Okubo è settimo e precede Isaac Vinales, ottavo. Chiudono la top 10 Glenn Van Straalen e Jules Danilo, nono e decimo rispettivamente. Ayrton Badovini ha risalito la china ed è riuscito a chiudere la gara in undicesima posizione. Chi invece non festeggia è MV Agusta: Federico Fuligni è solo quindicesimo, mentre Raffaele De Rosa ha gettato alle ortiche la gara a metà, scivolando quando era nel gruppo di testa e perdendo il controllo della sua moto. Il pilota partenopeo è tornato in pista, ma è stato costretto al ritiro poco dopo.

Prossimo Articolo
Supersport, Assen: prima Superpole della stagione per Krummenacher

Articolo precedente

Supersport, Assen: prima Superpole della stagione per Krummenacher

Prossimo Articolo

Supersport 300, Assen: seconda vittoria consecutiva per Gonzalez

Supersport 300, Assen: seconda vittoria consecutiva per Gonzalez
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Supersport
Location Assen
Autore Lorenza D'Adderio
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie