Sepang, Libere 2: sul bagnato domina PJ Jacobsen

Sepang, Libere 2: sul bagnato domina PJ Jacobsen

Lo statunitense ha rifilato ben 1"5 al diretto inseguitore Sofuoglu. Il miglior tempo di giornata resta a Zanetti

La pioggia è arrivata a bagnare la seconda sessione di prove libere della tappa di Sepang del Mondiale Supersport, con i tempi che quindi hanno avuto una pesante impennata rispetto a quelli realizzati nel turno mattutino, pur abbassandosi di circa 20" a cavallo tra l'inizio e la fine della sessione.

In queste condizioni il più veloce è stato lo statunitense PJ Jacobsen, che ha fatto decisamente la differenza in sella alla sua Honda: basta pensare che lui ha infranto la barriera del 2'24" con il suo 2'23"544, mentre gli altri sono rimasti addirittura al di sopra del 2'25".

La schiera degli inseguitori si apre con la Kawasaki del veterano Kenan Sofuoglu, che insieme a Kyle Smith è stato l'unico ad aver pagato meno di due secondi nei confronti del battistrada. Solo quarto invece Jules Cluzel, che con la sua MV Agusta si ritrova appunto oltre questa soglia.

Bisogna scorrere la classifica fino al nono posto poi per trovare il leader della mattinata, ovvero Lorenzo Zanetti, con l'italiano della MV Agusta che si è dovuto arrendere anche a tutte le Honda del CIA Landlords Insurance Racing, ritrovandosi addirittura a quasi cinque secondi da Jacobsen. Il miglior tempo di giornata comunque resta il suo di stamani.

Tutti fuori dalla top ten invece gli altri italiani: Alex Baldolini è 12esimo, Christian Gamarino 14esimo davanti a Marco Faccani e Fabio Menghi, mentre è rimasto senza tempi Roberto Rolfo.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Supersport
Piloti Kenan Sofuoglu , P. J. Jacobsen , Kyle Smith
Articolo di tipo Prove libere
Tag honda, kawasaki, sepang, supersport