Formula 1
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
MotoGP
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso
WRC
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
WSBK
11 ott
-
13 ott
Evento concluso
24 ott
-
26 ott
Evento concluso
Formula E
G
Ad Diriyah ePrix
22 nov
-
22 nov
Libere 1 in
1 giorno
G
Ad Diriyah E-prix II
23 nov
-
23 nov
Libere 3 in
2 giorni
WEC
08 nov
-
10 nov
Evento concluso

Krummenacher vince la prima gara della stagione a Phillip Island

condivisioni
commenti
Krummenacher vince la prima gara della stagione a Phillip Island
Di:
24 feb 2019, 07:11

Lo svizzero domina a Phillip Island una gara flag-to-flag, tagliando il traguardo con sei secondi di vantaggio su Cluzel, secondo e penalizzato. Completa il podio Federico Caricasulo. Brutto highside di De Rosa, che rientra in pista ma è ultimo.

È Randy Krummenacher ad apporre la firma sulla prima gara della stagione del Mondiale Supersport. Il pilota svizzero riesce ad avere la meglio sul compagno di squadra e domina il primo appuntamento del 2019, caratterizzato dalla sosta ai box per tutti i piloti. Krummenacher taglia il traguardo con sei secondi di vantaggio su Jules Cluzel, secondo. L’eccessiva velocità durante il pit stop costringe il francese a scontare 1.3 secondi di penalità, ma mantiene la posizione avendo un buon margine su Federico Caricasulo, terzo e beffato dal cavalletto durante la sosta.

Nelle prime fasi di gara sono proprio i due compagni di squadra del team BARDAHL a dare spettacolo, lottando per la prima posizione e favorendo così l’arrivo di Cluzel, che si inserisce nella lotta. Ben presto però Krummenacher e Caricasulo staccano il portacolori del team GMT94. Come lo scorso anno, il primo dei piloti non-Yamaha è Raffaele De Rosa, che porta la MV Agusta in quarta posizione e cerca di ricongiungersi al gruppo. Ma al terzo giro un brutto highside lo getta nella ghiaia e gli fa perdere e speranze di lottare per il podio. Nessuna conseguenza per il pilota partenopeo, che si rialza e rientra in pista, ma taglierà il traguardo in ultima posizione.

È il momento dei pit stop, i piloti di testa si fermano per cambiare le gomme ed avviene il colpo di scena: Caricasulo riparte, ma il cavalletto resta attaccato alla moto ed è costretto a fermarsi in corsia box. Riprende la via della pista, ma ormai ha perso troppo tempo dal compagno di squadra, che ora è leader della gara. Problemi anche per Jules Cluzel, che effettua la sosta troppo velocemente e gli viene inflitta così una penalità di 1.3 secondi, da scontare a fine gara.

Nel frattempo Krummenacher è al comando e vola verso il primo successo stagionale, prendendo margine e arrivando a tagliare il traguardo con ben sei secondi di vantaggio. Sul secondo gradino del podio sale Jules Cluzel, che nelle ultime fasi di gara era riuscito ad accumulare metri preziosi sul terzo. Il francese mantiene così la seconda posizione nonostante la penalità, ai danni di Federico Caricasulo. L’italiano infatti arriva alla bandiera a scacchi in terza posizione, ma troppo lontano dal pilota del team GMT94 e, con tutta la penalità, resta a poco più di un secondo.

Quarta posizione per Hector Barbera, che sembra abituarsi bene alla nuova categoria, mentre Thomas Gradinger è quinto al traguardo dopo essere stato al comando nelle fasi iniziali di gara. Alla bandiera a scacchi il primo dei piloti non-Yamaha è Hikari Okubo, che porta la Kawasaki del team Puccetti in sesta posizione. Alle sue spalle Corentin Perolari e Peter Sebestyen, settimo e ottavo rispettivamente. Chiudono la top 10 Jules Danilo, nono, e Loris Cresson, decimo. Da segnalare le cadute di Federico Fuligni, Gabriele Ruiu, Hans Soomer e Isaac Vinales, tutti senza conseguenze.

Prossimo Articolo
Caricasulo conquista una Superpole da record a Phillip Island

Articolo precedente

Caricasulo conquista una Superpole da record a Phillip Island

Prossimo Articolo

Supersport, Buriram, Prove libere 1-2: Cluzel detta il ritmo

Supersport, Buriram, Prove libere 1-2: Cluzel detta il ritmo
Carica commenti