Aragon, Gara: Cortese c'è, prima vittoria in Supersport!

Dopo una pausa lunga cinque anni Sandro Cortese torna a vincere con la sua prima vittoria in Supersport dopo una gara combattuta con Caricasulo e Cluzel. Male Krumenacher, caduto e DeRosa, tradito dal suo motore.

L'ha voluta tantissimo e finalmente l'ha conquistata, prima vittoria in Supersport per Sandro Cortese su Yamaha R6. Dopo una battaglia lunga quanto la durata di gara con Caricasulo e Cluzel, il pilota tedesco è riuscito ad imporsi ed a passare per primo sotto la bandiera a scacchi, suggellando così un weekend che aveva fin dai primi giorni mostrato la forza del pilota tedesco.

Dopo una partenza incerta Cortese si è visto superato dagli inseguitori capitanati dalla MV di DeRosa ma, giro dopo giro, sorpasso dopo sorpasso, il pilota tedesco è riuscito ad imporsi ed è andato a vincere staccando Caricasulo, secondo al traguardo, di oltre un secondo (+1"426) e facendo segnare anche il giro veloce in gara in 1'54"644. Erano cinque anni che non vinceva una gara, una pausa particolarmente lunga ma che finalmente Sandro ha interrotto consapevole che, se il suo status rimane quello che abbiamo visto finora, ne arriveranno altre, magari prima di qualche altro anno (Assen? Imola? Ci proverà di sicuro).

Subito dietro di lui l'italiano Caricasulo, anche lui su Yamaha R6 tallonato da Cluzel, i quali hanno dato vita ad un'intensa battaglia per la piazza d'onore che ha visto primeggiare l'italiano solo sul finale, arrivando sul traguardo con un vantaggio di due decimi sul pilota francese. Poco hanno potuto per contrastare la fuga di Cortese che probabilmente ha gestito meglio di loro l'usura delle gomme, rimanendo in mezzo al gruppo fino alle fasi finali di gara per poi dare lo strappo ed andare a vincere in fuga.

Staccato dai primi Mahias, scattato dalla seconda posizione è stato fin da subito inglobato nel gruppone ed ha concluso una gara in solitaria staccato dal terzo di oltre cinque secondi e distanziando il quinto (Smith su Honda CBR 600) di quasi dieci secondi. Buon settimo posto invece per il pilota Kawasaki Morais, chiamato qui ad Aragon a sostituire l'infortunato Sofuoglu ed autore di una buona gara che lo ha visto arrivare nella stessa posizione dalla quale partiva.

Male per Krumenacher che, dopo aver portato a casa una vittoria dalla Thailandia, ha avuto difficoltà fin dalla partenza a stare cucito al gruppo dei primi ed è poi caduto, vittima di una sciocca scivolata, al giro 3. Una volta rialzato ha cominciato una bella rimonta, aiutato dalla sua Yamaha R6, concludendo in 11esima posizione finale.

Disastro anche in casa MV Agusta con un De Rosa partito agguerritissimo che ha lottato ad armi pari con i primi per tutta la prima parte di gara, occupando anche la posizione di testa nei primissimi giri ma tradito dal motore della sua tre cilindri, andato in fumo mentre lottava per la terza posizione al settimo giro. Settimo giro fatale che ha visto la caduta dell'altro pilota MV, Ayrton Badovini, scivolato e costretto al ritiro mentre remava nelle retrovie.

A questo punto della situazione, ad una settimana dal Gran Premio di Assen, il campionato rimane comandato da Mahias  (58 p.ti) inseguito da vicino da Cortese (54 p.ti) e da Krumenacher (50p.ti).

Classifica finale - Gara Supersport - Aragon

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Supersport
Articolo di tipo Gara