Gara difficile per Andrea Caldarelli al Fuji

Un contatto con un doppiato ha rallentato la sua Lexus ed ora è scivolato terzo in campionato

Andrea Caldarelli ha completato un difficile fine settimana sul circuito del Fuji, teatro del quarto round del campionato Super GT 2015. Dopo un egregio inizio di stagione, il pescarese si è trovato a dover fare i conti con 60 Kg di zavorra accumulati per i risultati conseguiti, che hanno portato la Lexus RC-F ad essere più a disagio di altre vetture sul tracciato che sorge ai piedi del monte più alto del paese del Sol Levante.

In qualifica il compagno di Andrea, Ryo Hirakawa, non è riuscito per una manciata di decimi ad entrare nel Q2, dove Caldarelli avrebbe poi dovuto lottare per la pole position. Il venticinquenne abruzzese è poi scattato dalla sesta fila, andandosi a prendere la nona posizione al termine della prima tornata. Al nono giro poi, in fase di doppiaggio di una più lenta GT300, Andrea è arrivato al contatto con un avversario di classe GT500, venendo punito con un drive-through.

Andrea Caldarelli: "Mi dispiace per la penalità che abbiamo rimediato. Senza avremmo sicuramente ottenuto qualche punto che ci avrebbe permesso di rimanere in vetta. Ora invece siamo terzi, ad otto lunghezze dal vertice, ma con il potenziale che abbiamo espresso in gara, nonostante la zavorra, sono certo che nella prossima gara a Suzuka, riusciremo a recuperare terreno".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Super GT
Piloti Andrea Caldarelli
Articolo di tipo Ultime notizie