Quintarelli mantiene la leadership dopo la tappa di Buriram

Il weekend di Buriram è stato avaro di soddisfazioni per il pilota della Nismo, che comunque in coppia con Matsuda si presenterà all'ultima gara in vetta alla classifica e con la prospettiva di togliere la zavorra.

Weekend difficile per Ronnie Quintarelli a Buriram, nel sesto appuntamento del Super GT giapponese 2016. Il pilota veronese, al via insieme a Tsugio Matsuda e al Team Ufficiale Nismo, ha scontato una zavorra da 100 kg per via degli importanti risultati ottenuti nella prima parte dell'anno. L'appuntamento thailandese ha rappresentato una sfida particolarmente importante per la corsa al titolo.

Attendendosi difficoltà legate al peso aggiuntivo, il team ha scelto una strategia conservativa in termini di gomme, optando per la mescola più dura portata dal fornitore Michelin nel tentativo di puntare sulla costanza in gara più che sulla prestazione nel giro secco. In qualifica, Matsuda è stato così costretto ad accontentarsi del quattordicesimo posto, senza poter avanzare al Q2.

Quintarelli ha poi guidato la Nissan GT-R numero 1 nella prima metà corsa, rimontando con gran caparbietà grazie ad una guida aggressiva e attenta. Poco dopo lo start si è portato al dodicesimo posto, ed è riuscito addirittura ad agguantare la top-10 prima di rientrare ai box per il pit-stop. Una sosta velocissima ha portato Matsuda a rientrare sul tracciato in nona piazza.

Anche grazie alla stabilità prestazionale offerta dalle gomme, un fondamentale piazzamento a punti sembrava alla portata. Purtroppo, nel tentativo di difendere la posizione, Matsuda ha cercato un rischioso attacco ad una vettura della classe GT300, cosa che ha portato ad un contatto al successivo testacoda. La vettura numero 1 è stata poi colpita da una vettura avversaria della classe GT500 e costretta al ritiro a causa degli ingenti danni.

Il campionato si avvia ora verso una difficile doppia trasferta conclusiva a Motegi, con una gara al sabato e una la domenica. Per l’occasione, Quintarelli e Matsuda potranno finalmente correre con peso di compensazione a bordo, dato che le zavorre verranno tagliate della metà al sabato ed eliminate del tutto la domenica. Nonostante il ritiro di Buriram, continuano a mantenere la testa del campionato con 10 punti di vantaggio sui primi inseguitori.

"Nel weekend di Buriram avevamo optato per una strategia conservativa in fatto di scelta delle gomme per avere un passo costante in gara. L’obiettivo era portare a casa qualche punto per il campionato, anche perché questa sarebbe stata l’ultima gara della stagione con il massimo della zavorra. Purtroppo, quando tutto stava andando come da strategia, Matsuda-san ha commesso un errore nel valutare lo spazio per un doppiaggio e questo ci ha condotto al ritiro. I punti persi a Buriram ci avrebbero fatto molto comodo a Motegi, nel rush finale della stagione, ma dobbiamo voltare pagina e prepararci al meglio per i due attesissimi appuntamenti che decideranno l’esito del campionato" ha detto Quintarelli.

"Non ci saranno molti calcoli da fare, dovremo spingere al massimo e puntare alla vittoria in tutte e due le gare, nelle quali finalmente avremo una zavorra più "umana". Anche quest'anno cercheremo di farci trovare pronti su una pista che ci ha visti ribaltare situazioni sfavorevoli in classifica nelle ultime due stagioni. Conteremo anche sull'appoggio di tutti i tifosi che aspettano con ansia di rivedere il Super GT in Giappone dopo l’appuntamento in Thailandia. Il mio supporto e quello di Matsuda-san saranno decisivi a Motegi e, nonostante la grande pressione che ci attendiamo, cercheremo di essere pronti al massimo della forma, e lottare per questo titolo assieme a tutti i ragazzi del team" ha aggiunto.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Super GT
Evento Buriram
Sub-evento Domenica, la gara
Circuito Chang International Circuit
Piloti Tsugio Matsuda , Ronnie Quintarelli
Articolo di tipo Ultime notizie