Titolo sempre più vicino per Ryan Villopoto

Il campione in carica trova la sesta vittoria stagionale ad Indianapolis e allunga ancora

Titolo sempre più vicino per Ryan Villopoto
Ryan Villopoto sembra ormai lanciatissimo verso la conquista del secondo titolo consecutivo dell'AMA Supercross. Ad Indianapolis il portacolori della Kawasaki ha centrato la sua sesta affermazione stagionale (su 11 gare disputate!), ma soprattutto ha potuto incrementare decisamente il suo vantaggio in classifica, vista l'ennesima assenza del rivale Ryan Dungey, ancora alle prese con un infortunio alla clavicola. A sorpresa, al Lucas Oil Stadium il campione in carica si è dovuto giocare il successo con il sorprendente Justin Brayton, che si è tolto la soddisfazione di tenere la sua Honda in vetta alla classifica addirittura fino al 15esimo giro. Poi però non ha potuto nulla contro la rimonta rabbiosa di Villopoto. Quest'ultimo si era reso protagonista di una partenza tutt'altro che esaltante, chiudendo il primo passaggio in sesta posizione. Nelle prime fasi era stato Mike Alessi a prendere il comando, ma la sua leadership è durata davvero poco: il pilota della Suzuki è stato rapidamente inghiottito dal gruppo, piazzandosi sesto alla fine. Approfittando del bel duello tra Villopoto e Brett Metcalfe per la seconda posizione, Brayton aveva tentato la fuga in vetta, ma non aveva fatto i conti con il "cannibale" della Kawasaki. Una volta liberatosi del rivale della Suzuki, infatti, Villopoto si è gettato all'inseguimento del leader, trovando appunto il sorpasso a cinque giri dal termine e riuscendo ad involarsi verso la vittoria. Dietro di lui bisogna sottolineare ancora una volta il miglior piazzamento della carriera di Brayton, mentre Metcalfe si è dovuto arrendere anche a Davi Millsaps nel finale: evidentemente il pilota della Suzuki aveva speso troppo nel tentativo di tenersi dietro Villopoto. Da segnalare purtroppo l'ennesimo infortunio che rischia di rovinare la stagione. Dopo Chad Reed e Dungey ha dovuto fare i conti con i medici anche James Stewart. Nella Heat 2 "Bubba" è entrato in contatto con Kevin Windham ed è stato costretto a recarsi al centro medico per accertamenti dopo aver preso una brutta botta alla testa, rinunciando poi alla finale per motivi precauzionali. Vittoria a sorpresa invece nella Classe 250 Lites Costa Est, nella quale ad imporsi è stato Blake Wharton con la Suzuki, al termine di una gara interrotta anche dalla bandiera rossa per la brutta caduta di Kyle Cunningham. Terzo gradino del podio per Justin Barcia, che dunque continua a comandare la classifica del campionato.

AMA Supercross - Indianapolis - Classifica finale

AMA Supercross - Classifica campionato

condivisioni
commenti
Il fango di Daytona esalta "Bubba" Stewart

Articolo precedente

Il fango di Daytona esalta "Bubba" Stewart

Prossimo Articolo

Tutto facile per Ryan Villopoto a Toronto

Tutto facile per Ryan Villopoto a Toronto
Carica commenti