Pronta per il 2019 la prima agenda “Memorally” di Marco Cariati e Guido Rancati

condivisioni
commenti
Pronta per il 2019 la prima agenda “Memorally” di Marco Cariati e Guido Rancati
15 ott 2018, 10:00

Due giornalisti di grido delle gare su strada, ragionando da appassionati, hanno ideato un diario-rubrica dedicato alla specialità: un utile strumento di lavoro ricco di aneddoti, curiosità, informazioni, ricorrenze, anniversari e fotogallery...

MemoRally 2019 è l'agenda dedicata esclusivamente ai rally, ai rallisti e a tutti gli appassionati della specialità regina delle corse su strada. Nasce da una "pazza" idea di due conosciuti e apprezzati giornalisti del settore: Marco Cariati, ex direttore di Calabria Motori, per oltre tre lustri firma della redazione di TuttoRally+, Grace Classic & Sport Cars, Rally & Motori, direttore di Libri di Rally Blog e firma di quotidiani e riviste sportive come RS, e il "cantastorie" Guido Rancati, per quarant'anni inviato nel WRC per i più importanti giornali nazionali, come Gazzetta dello Sport, TuttoSport, Corriere dello Sport, Autosprint, Rombo e ControSterzo...

Per la realizzazione di MemoRally, i due giornalisti che hanno firmato pagine importanti della storia sportiva automobilistica italiana, hanno deciso di azzerare le rispettive esperienze professionali e avviare un "gioco" da appassionati per appassionati.

In pratica, una serata in pizzeria nella tiepida Sanremo di metà maggio diventa la location ideale per iniziare a tirare fuori una serie di ricordi e scambiarsi degli aneddoti. Ovvio che anche i giornalisti fanno pettegolezzo... Con la scusa del "ti ricordi di" e "lo sai che", i due iniziano a sfornare "pillole" di storia del loro amato sport.

Vanno avanti tutta la serata tra pizza e birra. A fine serata, si chiedono: "Ma come le raccontiamo queste cose? Non in un libro. Ormai tutti fanno libri...". Il giorno successivo il "gioco" riprende e nasce l'idea dell'agenda. Nel tragitto si unisce anche Gianluca Nataloni che, con la sua competenza, ha curato l'editing di questa prima edizione dell'agenda del rallysta: “MemoRally 2019”. Gli aneddoti e le storielle, come anche le ricorrenze, risalgono in modo vorticoso il tunnel dei ricordi e, dopo ricerche e verifiche, confluiscono tutti nel "progetto MemoRally". Una dietro l'altra: decine, centinaia. 

Copertina

Copertina "MemoRally" 2019

Photo by:

"Quest'agenda l'abbiamo voluta concepire con un doppio criterio. Innanzitutto doveva essere un'agenda vera, quindi offrire la possibilità di sfruttarla come tale per appunti, note ed altro, e poi non doveva contenere informazioni inutili", spiega Marco Cariati.

E ancora: "Qualcuno ci aveva suggerito di inserire indirizzi e numeri di telefono delle federazioni e degli Automobile Club Provinciali, ma anche altre "genialate" da scienziato. Però, ci siamo chiesti: ma secondo te, qualcuno usa l'agenda per chiamare in ACI? E ci siamo messi a sghignazzare. La domanda successiva è stata. Che cosa piace agli appassionati? E ci siamo risposti senza risponderci. Poi, pancia a terra a lavoro. Ammetto che in alcuni momenti, quando affondavo l'acceleratore sulle tempistiche, ho temuto che Guido mi mandasse a quel paese... Invece, dall'altra parte ho sempre trovato una risposta prontissima. Quasi da WRC Plus".

Quindi, nasce “MemoRally” edizione 2019. Si tratta di un utile, elegante e resistente strumento da lavoro e anche da collezione per avere i rally sempre a fianco. In auto, in pullman, in ufficio. Ogni volta che appunterete un impegno, un'idea, un pensiero, scoprirete una "pillola di passione", una statistica, una foto, una frase sentita in un parco assistenza o ad un controllo orario.

Su MemoRally troverete aneddoti, curiosità, informazioni, ricorrenze, anniversari, oltre che imperdibili gallerie fotografiche dedicate alla storia dei rally, di Fiat, di Lancia, o dell'Audi e della Mini... Piloti, copiloti, manager, vetture e gare. Italiani e stranieri. Curiosità e storielle su Colin McRae, Richard Burns, Walter Rohrl, piuttosto che su Ott Tanak, Paolo Andreucci, Adartico Vudafieri, fino ad Arnaldo Cavallari. Ma anche curiosità su rally, come Monte-Carlo, Svezia, Finlandia, Sanremo, eccetera. Senza dimenticare le Alpine-Renault, le Lancia, le Audi, le Mini...

Un modo per far diventare ancor più utile la tua agenda, che in ogni caso è uno strumento di lavoro importante. Frammenti di ricordi e flashback ti riportano a vivere quasi quotidianamente l'atmosfera di diverse epoche rallistiche. L'edizione 2019 di MemoRally è speciale perché gran parte delle gallerie fotografiche all'interno dell'agenda sono dedicate alla storia della Lancia, o meglio delle Lancia da rally. 

Retrocopertina

Retrocopertina "MemoRally" 2019

Photo by:

"Quando abbozzavamo il "progetto MemoRally", con Marco Cariati ci siamo subito ricordati che, se il 2018 era il trentesimo anniversario del primo titolo iridato vinto da Miki Biasion, il 2019 sarebbe stato l'anno del trentesimo anniversario e del secondo e ultimo titolo iridato vinto dal campione di Bassano del Grappa. Ma non soltanto. Sappiamo che il 2019 sarà un anno cruciale per il marchio Lancia, che periodicamente qualcuno tenta inspiegabilmente di demolire", spiega Guido Rancati.

Per fortuna, la forza della tradizione e di una stupenda storia consente alla Lancia di sopravvivere ancora. Siccome questa storia tricolore scritta da uomini fantastici e geniali sia nei loro pregi sia nei loro difetti, fa parte anche della storia personale e professionale dei due autori dell'agenda, è stato inevitabile aderire al richiamo dell'appello #SaveLancia.

Non soltanto Lancia, comunque, ma anche gallerie di immagini dedicate all'Audi Quattro, alle Mini della BMC. "La retrocopertina dell'agenda in formato tascabile e l'ultima galleria delle agende informato medio sono dedicate a Fabrizia Pons e Michèle Mouton. Sono fan della Pons da sempre, non ne potevo fare a meno", rivela Cariati.

All'interno di tutte le MemoRally non si trovano soltanto flashback e brevi ricordi, ma anche articoli più approfonditi, visto che leggere un po' di più non fa mai male. Vi sono "le MemoRally". Esatto. Le agende sono tre: due versione differenti dal formato medio (15 x 22 centimetri), una copertina rigida, elegantissima, resistente, con una stampa di altissima qualità, e un'altra con la copertina morbida, identica ma più economica. E poi ce n'è una per ragazzi che vanno a scuola che ha un formato tascabile (10 x 17 centimetri), bella, resistente, con una stampa di alta qualità e copertina morbida. Tutte le agende hanno quattrocento pagine e ogni settimana è un tuffo tra ricordi e situazioni divertenti.

L’agenda è in vendita sul sito di Lulu.com, che la edita, ed è in distribuzione su Amazon e negli store Barnes & Noble. 

 
Prossimo Articolo
È partnership tecnica fra Driving Simulation Center e Not Only Motorsport

Articolo precedente

È partnership tecnica fra Driving Simulation Center e Not Only Motorsport

Carica commenti

Su questo articolo

Serie Rally , WRC , ERC , CIR , Special projects
Evento Presentazione agenda "Memorally"
Sotto-evento Presentazione
Tipo di articolo Curiosità