Torelli e Ferri firmano il debutto stagionale della Seat Ibiza Cup

Una vittoria a testa per lo junior ed il gentleman sul tracciato rodigino di Adria. Sono loro a comandare anche nella classifica provvisoria del Trofeo, rispettivamente con 38 e 33 punti. Più lontani tutti gli altri.

La sesta edizione della Seat Ibiza Cup ha debuttato sul circuito di Adria con molti nomi nuovi al via: tanti infatti i piloti junior - ovvero under 25 - alcuni provenienti dal kart e al debutto nell'automobilismo. Con la "piccola" della Casa di Martorell, però, continuano a divertirsi e a vincere anche i piloti esperti, e in questo primo round la classifica segna una situazione di parità fra le due categorie, con il successo dello junior Gabriele Torelli in gara 1, al quale ha fatto riscontro la vittoria del gentleman Roberto Ferri in gara 2.

Si tratta di due volti conosciuti nella Ibiza Cup: Torelli ha sfiorato il titolo lo scorso anno, in equipaggio con Gabriele Volpato, mentre Roberto Ferri si era piazzato alle loro spalle, dopo aver già conquistato l'Ibiza Cup nel 2014.

In gara 1 Torelli ha tagliato il traguardo davanti all’equipaggio formato dal suo ex compagno di squadra Gabriele Volpato e Lorenzo Paggi: entrambi ventenni, si sono conosciuti al Supercorso federale nel 2012 e costituiscono un equipaggio molto equilibrato. Peccato per l'errore al via di gara2 di Paggi, che gli è costato il ritiro.

Sul terzo gradino del podio è salito Roberto Ferri, che ha prevalso con un buon margine di vantaggio su William Selmo. Quinta posizione per Giovanni Altoè, in coppia con Cristiano Verolini, davanti a Matteo Greco, in equipaggio con Nicolò Liana. Sandro Pelatti, gli equipaggi di Casillo-Tellung e Gnemmi-Tommasin e Alessandra Torresani completano la top ten. Tredicesima l'altra donna-pilota al via, Alessandra Brena, in coppia con Colleoni Guardo.

In gara 1 al via anche il campione in carica Alberto Bassi. Al primo giro, però, un'entrata garibaldina di Alberto Rodio ha messo fuori gioco per tutto il weekend la propria vettura e anche quella di Bassi, che avrebbe condiviso il sedile con Carlotta Fedeli.

Sul gradino più alto del podio di gara2 sul circuito di Adria ha concluso un determinato Roberto Ferri, che si è piazzato davanti a Torelli. A completare il podio di gara2 è stato l'equipaggio di Paolo Gnemmi e Giulio Tommasin, entrambi provenienti dal mondo dei monomarca, con Tommasin campione in carica della Green Hybrid Cup e appena diciassettenne.

Quarta posizione per l'equipaggio di Casillo-Thellung, che ha preceduto il giovanissimo Alessio Bormolini, diciassettenne figlio del gestore del ghiacciodromo di Livigno. Sesto Cristiano Verolini davanti a Sandro Pelatti e ad Alessandra Torresani con Greco e Liana a precedere quella che nel paddock è stata definita "la strana coppia": lei è Alessandra Brena, 20 anni, già vincitrice della Green Hybrid Cup nel 2013, e lui è Felice Colleoni Guardo, un gentleman di 71 anni che nella vita di tutti i giorni fa l'avvocato.

Al termine del primo round la classifica assoluta vede Gabriele Torelli leader con 38 punti contro i 33 di Roberto Ferri e i 19 di Volpato-Paggi. Roberto Ferri conduce la classifica Gentlemen, Alessandra Torresani è prima nel femminile e Gabriele Torelli è leader fra gli Junior.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Seat Ibiza Cup
Evento Adria
Circuito Adria International Raceway
Piloti Roberto Ferri , Gabriele Torelli
Articolo di tipo Gara