TT 2016, Ian Hutchinson il più veloce nel secondo turno di qualifiche

In strada Superbike, Supersport, Superstock, Sidecar e miglior performance per il centauro Tyco-BMW. Bruce Anstey, sulla Honda RC213 V-S, ferma sfreccia a 311 km/h!

Seconda tornata di qualifiche al TT 2016 e questa sessione di 180’ hanno preso parte tutte le classi eccetto la Lightweight. Nella Superbike, il protagonista assoluto è stato Ian Hutchinson: mentre erano tutti concentrati sulla lotta tra Michael Dunlop e John McGuinness, il rider Tyco BMW al 4° e ultimo suo giro ha stampato il best lap. Nella Superstock Dean Harrison è stato il più veloce, mentre in Supersport Steve Mercer ha fatto registrare la prestazione migliore. Qualifiche chiuse con i 105’ concessi ai sidecar e miglior tempo per l’equipaggio John Holden / Andrew Winkle su Honda LCR.

Superbike

Subito velocissimo Michael Dunlop: alla partenza da fermo ha fatto registrare i 204 km/h al primo rilievo dello speedtrap a Grandstand. Start a molla che gli ha permesso di prendere ritmo e stampare al terzo passaggio il suo miglior tempo di giornata: 17:28.890 alla velocità media di 205. La risposta dell’altro favorito della categoria non si è fatta attendere più di tanto. Alla secondo passaggio, Jhon McGuinness ha risposto per le rime al nordirlandese: 17:33.987. Ma a sessione quasi conclusa, Ian Hutchinson ha cacciato il proverbiale coniglio dal cilindro con un incredibile 17:25.117 alla velocità media di 209 km/h. Oggi, però, tutti aspettavano di vedere cosa avrebbe fatto Bruce Anste ysulla Honda RC213 V-S. per lui 3 giri, miglior personale di 17:48.91, ma “autovelox” fatto scattare a 311 km/h! Fulmine di giornata

Superstock

Mattatore della categoria è stato Dean Harrison. Sulla sua Kawasaki ZX-10R, ha completato 3 giri del Mountain, con 17:40.793 come miglior tempo. Dunlop e e McGuinness hanno usato questa giornata per trovare le misure alla SBK, infatti, con le rispettive BMW S1000RR SSTK e Honda R1, hanno fatto un solo giro. 17:51.827 per l’11 volte campione del TT e 18:01.661 per il "missile" di Morecambe, finto alle spalle di Hickman nella graduatoria. 

Supersport

Nelle 600, il più in forma di tutti si conferma Dean Harrison, a cui è bastato un solo giro sulla Kawasaki ZX-6R per bissare il risultato della prima sessione: 18:11.329, più veloce di 2 secondi rispetto a sabato. Alle sue spalle si è piazzato Lee Johnston, su Triumph SSP, con18:31.145 (miglior tempo dei due passaggi compiuti). Il terzetto dei più veloci lo chiude Steve Mercer, in18:32.730.  

Sidecars

la coppia John Holden / Andrew Winkle, ha fatto registrare il miglior tempo: 20:12.158. Alle loro spalle, con poco più di due secondi di ritardo, troviamo Ian Bell / Carl Bell, che hanno chiuso le prove con 20:14.829. Terzi, infine, Ben Birchall / Tom Birchall, 20:46.344 per loro.

Gli italiani

Ci sono tre “azzurri” a questa edizione del TT. Il newcomers Alessandro Polita, sta cercando confidenza con il Mountain. Fermato da un guasto sabato, oggi ha compiuto 4 giri, trovando il miglior parziale al terzo passaggio a Grandstand: 20:53 per lui. Il veterano Stefano Bonetti (SBK), è stato il più veloce del terzetto con 18:42.991, mentre Marco pagani (SBK), ha chiuso con 19:18.686 come miglior tempo di giornata. 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Road racing
Evento Isle of Man TT
Sub-evento Lunedì qualifiche Superbike
Circuito Snaefell Mountain Course
Articolo di tipo Qualifiche