Polita: "Quello che è successo ad Hayden mi ha destabilizzato"

Il rider di Jesi, con la squadra Penz13.com, è agli ultimi preparativi prima di affrontare il Tourist Trophy 2017. L'incidente occorso al pilota americano l'ha toccato nel profondo.

Polita: "Quello che è successo ad Hayden mi ha destabilizzato"
Rico Penzkofer, Dan Kneen, Alessandro Polita e Danny Webb
Rico Penzkofer, Dan Kneen, Alessandro Polita e Danny Webb
Alessandro Polita e Rico Penzkofer
Alessandro Polita, Team Penz13.com BMW Motorrad Motorsport, BMW
Alessandro Polita, Team Penz13.com BMW Motorrad Motorsport, BMW
Alex Polita, Tutapista
Alessandro Polita, Team Penz13.com BMW Motorrad Motorsport, BMW
Alessandro Polita, Team Penz13.com BMW Motorrad Motorsport, BMW
Alessandro Polita, Team Penz13.com BMW Motorrad Motorsport, BMW
Alessandro Polita, Team Penz13.com BMW Motorrad Motorsport, BMW
Alessandro Polita, Team Penz13.com BMW Motorrad Motorsport, BMW

Horice, Repubblica Ceca, ultima fermata prima dell'Isola di Man. E' alla "300 Curve di Gustav Havel", road race che si svolge dal 1967 nella città quasi al confine con la Polonia, che Penz13.com sta per ultimare i preparativi in vista del Tourist Trophy 2017. "Abbiamo delle novità da provare" ha raccontato Alessandro Polita ormai quasi pronto per affrontare il suo secondo TT.

Il rider di Jesi ha tolto la pettorina arancione che sull'Isola contraddistingue gli esordienti e ha commentato l'approccio alla sua seconda esperienza dicendo: "Rispetto al 2016 so cosa mi aspetta, ci arrivo più preparato. Quando ho preso la decisione di dedicarmi esclusivamente alle gare stradali è perché non mi interessava più competere su pista nelle condizioni dell'anno scorso. Mi premeva fare una cosa, ma fatta bene. Poi le differenze con i circuiti ci sono, ma si fermano all'ambiente, all'atmosfera. Quando comincia la competizione, team e i piloti si preparano allo stesso modo sia in pista sia in strada: a visiera del casco calata non cambia più niente".

Sulla BMW S 1000 RR del team, non ci sarà più Gary Johnson con Alex e Danny Webb, ma Dan Kneen. L'esperto pilota mannesse arriva per alzare ulteriormente il livello di competitività della squadra. "Danny ho imparato a conoscerlo è un vero matto, ma Kneen mi ha stupito" ha proseguito Polita. "Solo per la sua esperienza, sarebbe uno a cui dare del 'lei', eppure ho trovato una persona straordinaria. E' uno specialista della strada che va fortissimo anche in pista, come ho potuto notare in una gara di preparazione che abbiamo fatto in Repubblica Ceca ad aprile. Siamo un team molto forte, vogliamo migliorare quanto fatto lo scorso anno".

Con uno dei protagonisti fuori gioco, John McGuinness ancora in ospedale dopo l'incidente alla North West 200, per l'italiano il favorito al TT è senza dubbio: "Ian Hutchinson. Anche con la presenza di McGuinness sarebbe cambiato poco e non perché una leggenda come lui ha perso smalto, ma semplicemente perché il pilota Tyco ne ha di più. Poi c'è sicuramente Dean che è da top 5. Michael Dunlop non saprei, ha cambiato moto, la Suzuki è nuova e forse è ancora un po' acerba".

"Per quanto mi riguarda proverò a migliorarmi, cercando di sfruttare l'esperienza di Stefano Bonetti. Lo considero un po' il mio fratello maggiore, l'anno scorso poter scambia informazioni con lui mi ha aiutato molto. E' uno che ha un gran potenziale, con un pacchetto un po' più competitivo potrebbe fare grandi cose".

La fredda cronaca di questi giorni, però, non può non irrompere perché quanto successo ad Nicky Hayden ha scosso Alex.

"Quando ho letto la notizia speravo fosse una bufala... Quello che è accaduto mi ha scosso, destabilizzato. Speravo questa mattina di leggere buone notizie e invece... Ho pensato a quello che è successo a mia sorella (la pilota Alessia Polita, rimasta paralizzata dopo un incidente durante la sessione di qualifiche a Misano nel 2013) prima e a Eddi La Marra (compagno di lei, coinvolto anche lui in un brutto incidente sempre a Misano) dopo. Furono momenti terribili... So fin troppo bene come possa stare ora la sua famiglia che, dal Kentucky, dall'altra parte del mondo, deve affrontare un viaggio in chissà quali condizioni emotive per raggiungere Nicky in ospedale. Ho avuto la fortuna di conoscerlo quando ero in Ducati: mai una lamentela, mai una parola fori posto in tanti anni di carriera. E' un ragazzo eccezionale, quello che è successo è veramente terribile".

condivisioni
commenti
North West 200, più grave del previsto l'infortunio di McGuinness

Articolo precedente

North West 200, più grave del previsto l'infortunio di McGuinness

Prossimo Articolo

Stefano Bonetti al Tourist Trophy 2017 con due novità

Stefano Bonetti al Tourist Trophy 2017 con due novità
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Road racing
Piloti Alessandro Polita
Team Penz13
Autore Michele Salvatore