Il Tourist Trophy di Alex Polita

La colonna di Polita: "Non voglio più fermarmi"

Il rider di Jesi, che corre per Penz13.com su una BMW S 1000 RR, conferma i progressi e abbassa ulteriormente il suo limite. E se l'appetito vien mangiando...

Cari lettori di Motorsport.com, arrivati a questo punto non voglio più fermarmi! Dicevo che sarei stato contento a tornare a casa con un giro fatto attorno ai 19 minuti... E ieri ho limato altri secondi arrivando ai 19'21". Sento di poter spingere ancora, limare altri secondi per fare i 60 km in meno di 18 minuti perché, giro dopo giro, comincio a capire dove posso migliorare. Dalla partenza fino a Bray Hill riesco a tenere il gas aperto e sono 3 secondi che ho recuperato, poi si entra nel bosco per porta a Sulby e lì so che potrei togliere ancora qualcosa. Mi ripeto che non devo strafare, ma l’obiettivo è possibile.

Tifosi incredibili e domani c'è la gara...

Ma la gente che viene qui a godersi lo spettacolo è incredibile. Attratti dal fascino della gara girano con le loro moto sul tracciato sempre, o almeno fino a quando non lo chiudono perché tocca a noi. Figuratevi che alle volte è impossibile uscire anche solo per un test e ripassare le linee tante sono le persone in strada. Vi racconto una cosa: in squadra abbiamo anche un team sidecar, Mike Roscher e Ben Huges. Mike sono anni che viene qui e allora volevamo uscire al mattino presto con lui a fare la lepre per studiare ancora una volta le traiettorie. Niente da fare, nemmeno alla 5 di mattina abbiamo avuto strada libera!

Domani c’è la gara. Sono sei giri, che è tantissimo e fisicamente si sentono tutti. Dopo gli ultimi run da quattro ho un po’ di dolori, soprattutto al collo. Ma oramai ci siamo, sono pronto.

di Alex Polita

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Road racing
Evento Isle of Man TT
Sub-evento Mercoledì qualifiche Superbike/Superstock
Circuito Snaefell Mountain Course
Piloti Alessandro Polita
Articolo di tipo Commento
Topic Il Tourist Trophy di Alex Polita