Ian Hutchinson: "Ho ritrovato il divertimento"

Nel 2010 ha rischiato di dire addio alle competizioni, oggi può vantare lo stesso numero di vittorie al TT di una leggenda com Mike Hailwood. Per Hutchinson, guidare, è tornato ad essere un divertimento.

La terza vittoria consecutiva per Bingley Bullet non ha valore solo per le statistiche. I numeri dicono che Hutchinson ha vinto le ultime due gare di Superstock e le ultime 4 in Superssport al TT ma c’è di più: il 36enne inglese, che nel 2010 in seguito a un incidente nel British Supersport Championship a Silverstone ha rischiato di perdere una gamba, oggi ha sorpassato Michael Dunlop e eguagliato Mike Hailwood per numero di successi in questa competizione.

“Vedere il proprio nome di fianco a quelli dei più grandi” ha detto “È molto toccante. Ho ritrovato il piacere, il divertimento nel guidare, mi sento come se fossi tornato a prima del 2010".

E se si pensa che a preparare la Yamaha R6 per la Supersport sia un team molo piccolo, allora si comprendono di più le parole di “Hutchy”. “La squadra è composta tre meccanici Chris, Grant e PJ e insieme abbiamo vinto 4 TT di fila, è eccezionale. Ma soprattutto, in questi anni, ho imparato a non lamentarmi delle difficoltà. Qui tutti abbiamo avuto problemi o siamo passati attraverso brutti periodi, ma posso assicurare una cosa: stare in ospedale, in attesa di essere operati mentre gli altri corrono per me è l'unica cosa veramente brutta. 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Road racing
Evento Isle of Man TT
Circuito Snaefell Mountain Course
Piloti Ian Hutchinson
Articolo di tipo Commento