Guy Martin e John McGuinness, coppia d'assi per Honda

La squadra ufficiale giapponese annuncia l'ingaggio, per questa stagione, di Guy Martin per formare con McPint il dream team che partirà all'assalto della North West 200 e del Tourist Trophy.

Guy Martin e John McGuinness, coppia d'assi per Honda
John McGuinness e Guy Martin con il team Honda Racing
John McGuinness e Guy Martin, Honda Racing
John McGuinness e Guy Martin, Honda Racing
John McGuinness e Guy Martin, Honda Racing
Guy Martin con Neil Tuxworth, Team Manager Honda Racing
Guy Martin, Honda Racing

Il 2016 di Guy Martin è stato lontano dalle road races, ma il richiamo delle due ruote è stato troppo forte e il pilota britannico nel 2017 torna a correre. L'annuncio ha del clamoroso, perché il 34enne di Grimsby lascia il Tyco BMW per passare ad Honda Racing. La squadra ufficiale giapponese potrà così schierare un dream team di assoluto valore: la nuova CBR1000RR Fireblade SP2 con Martin e John McGuinness andrà alla caccia della North West 200 e del Tourist Trophy.

“E' già da un po' che il Team manager Neil Tuxworth parlava con me per convincermi ad unirmi a loro” ha dichiarato Martin. “In passato ero concentrato su altri progetti, ma certamente non volevo invecchiare avendo il rimpianto di non aver guidato per la Honda: più il tempo passava, più mi rendevo conto che era il momento di prendere una decisione e il momento giusto è arrivato. Honda è una grande squadra e la Fireblade è sempre stata l'arma ideale per la strada. Ora sono sulla moto che ho sempre desiderato di guidare, per la quale ho sempre sperato di avere un'occasione. Abbiamo un intenso programma di test. Non vedo l'ora di salirci su e confrontarmi al TT con McGuinness, senza dubbio il migliore di tutti”.

La storia di Martin al TT parla di 15 podi, ma mai una vittoria. L'anno scorso, dopo l'incidente capitatogli all'Ulster GP, si è presto una pausa dedicandosi ad altro, come la partecipazione al Tour Divide, una massacrante gara ciclistica sulla durata di oltre 4000 km. Quest'anno potrebbe essere la sua grande occasione.

 

“Sono contento di avere Guy come compagno di squadra” , ha dichiarato il Missile di Morecambe. “Abbiamo fatto delle battaglie esaltanti in gara nel corso degli ultimi anni, non aspetto altro che vedere cosa potremo fare insieme”. Il 23 volte vincitore del TT ha poi parlato anche della nuova Fireblade: “Conosco la vecchia come il palmo della mia mano e lasciarla mi rende un po' triste perché ne abbiamo passata tante insieme. Allo stesso modo, però, sono curioso di scoprire il potenziale della nuova. Ho buone sensazioni per quest'anno, il pacchetto è competitivo: voglio vincere e riprendermi il mio record allo Snaeffel! Non vedo l'ora di saltare sulla nuova e vedere cosa è in grado di fare”!

Nel 2016, con Michael Dunlop in SBK e Ian Hutchinson in STK1000, la BMW S1000RR ha dominato la scena nel TT. A partire da questa stagione Honda vuole riprendersi lo scettro e l'ingaggio di due punte di diamante nel panorama delle corse su strada è un chiaro segnale. La Honda CBR1000RR Fireblade è la 1000cc di maggior successo all'Isola di Man e la nuova versione SP2 vuole, con forza, continuare la tradizione.

 

condivisioni
commenti
Tourist Torphy 2017, Penz13 conferma Alex Polita

Articolo precedente

Tourist Torphy 2017, Penz13 conferma Alex Polita

Prossimo Articolo

TT 2017: Team Mugen con McGuinnes e Guy Martin

TT 2017: Team Mugen con McGuinnes e Guy Martin
Carica commenti